Tutti i peccati di Paul Haggis

| Sono quattro, le donne che accusano il regista canadese di violenza, stupro e molestie. Un nuovo caso che scuote Hollywood, a poche ore dalla consegna dei Golden Globe

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Mentre la bomba ciclonica “Stella” sta mettendo a dura prova otto stati e 31 milioni di americani, l’uragano “Harvey” continua ad abbattersi sulle colline californiane che fanno da dimora al mondo del cinema. L’ultimissimo caso, il più recente ma sicuramente non l’ultimo della serie, con l’aggravante di esplodere a poche ore dal delicato appuntamento dei “Golden Globe Awards”, ha un nome e cognome decisamente pesanti: Paul Haggis, regista, sceneggiatore e produttore di origini canadesi, classe 1953, premiato con l’Oscar nel 2006 per “Crash - Contatto fisico”.

E per ironia della sorte, proprio di contatti fisici si tratta, almeno secondo le accuse di quattro donne, emerse casualmente - secondo l’Associated Press - per la causa civile presentata da Haleigh Breest, una press agent, con tanto di accusa di violenza sessuale avvenuta nel 2013, nell’appartamento newyorkese del regista.

Ma anche nel caso di Haggis, ex attivista della setta “Scientology”, è bastata una denuncia per aprire la memoria di altre presunte vittime. Il copione è lo stesso: violenze “d’epoca”, taciute per lungo tempo e adesso, vai a capire il perché, tracimate in favore di opinione pubblica. Il primo caso risalirebbe addirittura agli anni Novanta, quando una giovane collaboratrice di Haggis, ai tempi impegnato in uno show televisivo, fu costretta ad un rapporto orale seguito da uno stupro in piena regola.

La seconda racconta invece di essere stata aggredita nel 2008 dal regista, che al termine di un approccio deciso le avrebbe detto: “Devo essere dentro di te”. Tentativo andato a male, con la donna lesta a fuggire. L’ultima sarebbe invece vittima di un colpo di fulmine improvviso, e soprattutto a senso unico: Haggis l’avrebbe vista per strada, baciata a forza e quindi seguita a bordo di un taxi. L’anno, il 2015.

E malgrado si tratti di gente di cinema, neanche stavolta il copione regalare colpi di scena: attraverso Christine Lepera, il suo avvocato, il regista Paul Haggis avrebbe respinto ogni accusa, dichiarando “di non aver mai stuprato nessuno”, denunciando a sua volta la richiesta di Haleigh Breest, la prima accusatrice: nove milioni di dollari per mettere tutto a tacere.

Il dossier Weinstein

Serve ormai un autoarticolato, per spostare l’impressionante mole di documenti sul conto dell’ex produttore della Miramax che la polizia di Beverly Hills avrebbe consegnato alla procura di Los Angeles. Un passaggio delicato ma molto significativo che potrebbe portare nel giro di pochissimo tempo all’incriminazione di Weinstein per violenza sessuale. Contro di lui, pesano le testimonianze di 80 donne fra attrici, produttrici, giornaliste ed ex collaboratrici delle sue società.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Lo scandalo che fa tremare
il mondo che conta
Lo scandalo che fa tremare<br>il mondo che conta
Da Jeffrey Epstein, il finanziere con il vizietto per le adolescenti, ad Andrea duca di York, Bill Clinton e Donald Trump, ormai lambiti da un clamoroso caso di pedofilia. Molti di loro li accusa Virginia, una "schiava sessuale"
Sarah Jessica Parker: molestata sul set
Sarah Jessica Parker: molestata sul set
La celebre Carrie di “Sex and the City” confessa in un’intervista che era stata sul punto di lasciare la serie per le continue molestie di un collega
Jeffrey Epstein, il miliardario che ama le minorenni
Jeffrey Epstein, il miliardario che ama le minorenni
Deve rispondere delle accuse di decine di minorenni, di cui avrebbe abusato nelle sue dimore principesche. Imbarazzo anche da Buckingham Palace: nelle carte delle indagini spunta anche il nome del principe Andrea
Kevin Spacey: ritirate le accuse di molestie
Kevin Spacey: ritirate le accuse di molestie
Non sono state fornite spiegazioni sul motivo che avrebbe spinto un giovane cameriere a ritirare le accuse nei confronti dell’attore
Presidenziali al via, Trump accusato di stupro
Presidenziali al via, Trump accusato di stupro
La scrittrice Jean Carrol racconta in un libro di essere stata violentata da "The Donald" negli Anni '90 nel camerino del Manhattan Bergdorf Goodman con la scusa di farle provare lingerie
Cuba Gooding Jr accusato di molestie
Cuba Gooding Jr accusato di molestie
Una studentessa universitaria accusa l’attore di averle palpeggiato seno e glutei. Lui si dice fiducioso: le videoregistrazioni chiariranno tutto. Ma dal suo passato spunta un’altra donna
Neymar interrogato dalla polizia
Neymar interrogato dalla polizia
Il campione del PSG ha risposto per oltre due ore alle accuse di stupro lanciate dalla modella Najila Trindade, che a sua volta rincara la dose raccontando tutto in televisione
"Neymar violento, mi ha stuprato"
"Neymar violento, mi ha stuprato"
Najila Trindade Mendes de Souza ha rilasciato un'intervista a una tv carioca in cui ribadisce le accuse al giocatore. "Gli dicevo di smettere, lui ha continuato...". Poi: "Voleva fare sesso con lui ma non così"
Ritirate le accuse contro CR7
Ritirate le accuse contro CR7
L’ex modella Kathryn Mayorga avrebbe ritirato la denuncia per molestie sessuali ai danni del campione portoghese. Secondo alcuni media fra i due sarebbe stato raggiunto un accordo