Il compleanno a sorpresa di Epstein: in dono tre 12enni francesi

| Le accuse delle ex "schiave del sesso": "Erano di famiglie povere, ci spiegava che con il denaro puoi comprare tutto". Il testamento due giorni prima del suicidio: proprietà e denaro per centinaia di milioni di dollari al fratello-socio

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Due giorni prima di uccidersi nella cella di Manhattan dove era detenuto da mesi, Jeffrey Epstein scrisse in modo formale, utilizzando un modulo già predisposto, il suo testamento. La sua fortuna di 577 milioni di dollari in proprietà con 56 milioni di dollari cash è stata interamente donato al pfretello, sua socio nella finanziaria. Un altro segno delle sue intenzioni di togliersi la vita. E intanto emergono nuovi sconertameti particolari sulla sua vita di gaudente perverso e degenerato. 

Epstein fu il destinatario, per festeggiare il suo compleanno, di un dono a sorpresa veramente singolare: tre ragazzine francesi di 12 anni, provenienti da famiglie molto povere, arrivate in aereo dalla Francia, riportano le carte giudiziarie. Virginia Giuffre - che ha accusato Epstein e la sua amica Ghislaine Maxwell di averla trasformata in una "schiava del sesso" quando aveva 15 anni - ha rivelato che le ragazzine furono abusate il giorno stesso e poi rispedite in Francia il giorno dopo. Giuffre accusa di aver fatto da tramite un’agenzia di escort parigina, gestita da un amico di Epstein, Jean-Luc Brunel. ”Jeffrey se ne è vantato dopo averle incontrate, disse che i genitori erano proprio poveri, i loro genitori avevano bisogno di soldi o qualsiasi cosa sia il caso ed erano assolutamente liberi di rimanere e invece se ne sono andati". Le accuse erano contenute in atti giudiziari del 2015, come parte di una causa civile del 2008 intentata da due delle accusatrici di Epstein. Il finanziere amico dei Vip ha scontato appena 13 mesi di prigione dopo essersi dichiarato colpevole di aver fatto sesso con un minorenne, si è impiccato in una cella di Manhattan il 10 agosto mentre era detenuto con accuse federali di traffico di sesso, hanno detto le autorità.

Giuffre ha detto che Epstein le aveva descritto come le ragazze lo avevano massaggiato e poi eseguito sesso orale, secondo il Daily Mail. "Ha continuato a dirmi come Brunel le aveva comprate a Parigi dai loro genitori, offrendo loro le solite somme di denaro, visti e prospettive di carriera da modella", ha detto, secondo la redazione. "Ridendo sino alle lacrime, Jeffrey pensava che fosse assolutamente geniale quanto facilmente il denaro seduceva tutti i ceti sociali, niente o nessuno che non si potesse comprare".

La stessa causa civile intentata contro l'Ufficio del Procuratore degli Stati Uniti di Miami ha affermato che anche le ragazze del Sud America e dell'Europa dell'Est sono state reclutate per fare sesso con Epstein con lo stesso sistema: soldi e promesse di carriere nel mondo della moda o dello spettacolo. Il finanziere multimilionario aveva investito 1 milione di dollari per aiutare Brunel a lanciare la ditta di modelle MC2, con sede a Miami, in cambio di una "fornitura di ragazze", secondo la causa. Brunel ha negato di essere coinvolto "direttamente o indirettamente" nei crimini di Epstein. Infine nega di "aver commesso qualsiasi atto illecito o illecito nel corso del mio lavoro di manager di agenzie di modelle", ha detto a The Guardian.

 
Sex scandals
USA: la giustizia punta Peter Nygard
USA: la giustizia punta Peter Nygard
È il nuovo nome nello scandalo dei ricchi che approfittano di ragazzine minorenni. Sul conto dello stilista canadese non c’è ancora alcuna accusa formale, ma l’FBI ha fatto irruzione nei suoi uffici
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Harvey Weinstein condannato
Harvey Weinstein condannato
La giuria del tribunale di New York ha condannato l’ex produttore per violenza sessuale di primo e terzo grado: rischia fino a 25 anni di galera. Assolto dai reati più gravi. A breve l’inizio di un nuovo processo in California
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Non è stata mai ascoltata dalle autorità giudiziarie, perché attraverso i suoi legali il finanziere era riuscito a stipulare un accordo, giocando con appelli e contestazioni per rimandare ogni cosa
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Si avvia alla conclusione il processo contro l’ex produttore di Hollywood: i 12 giurati si sono chiusi in camera di consiglio per valutare gli atti di accusa e l’attendibilità delle testimonianze. Consapevoli che sarà una sentenza storica
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Dopo Jeffrey Epstein scoppia il caso dell’eccentrico stilista canadese Peter Nygard, anche lui accusato di stupro e violenza da diverse donne
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
“The Legal Rottweiler” parte sempre all’attacco, facendo vacillare le presunte vittime dell’ex produttore alla sbarra a New York. Nella sua carriera 39 assoluzioni su 40 casi di reati sessuali
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Emanuela Postacchini, 29 anni, da anni a Los Angeles, ha raccontato in aula di essere stata attirata in una stanza d’albergo per fare sesso a tre
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Soprusi, abusi, feste esclusive, commenti: dietro le quinte dell’olimpo delle top model si celavano i comportamenti di due altissimi dirigenti
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Una delle donne che accusa l’ex produttore di stupro racconta ai giudici la scena della violenza. Ma poi aggiunge di aver avuto una relazione con lui