Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano

| Giovane promessa dei Dem, è finita al centro di una vicenda per aver avuto rapporti sessuali con due collaboratori. E sul più bello saltano fuori diverse foto molto compromettenti

+ Miei preferiti
Katie Hill, 32 anni, era l’astro nascente dei Democratici americani: appena 10 mesi fa, il 3 gennaio scorso, era entrata nella Camera dei rappresentanti per la California. Prima donna dichiaratamente bisessuale, era riuscita ad entrare in grande sintonia con la speaker della camera Nancy Pelosi, ridando la speranza ai Dem di avere un cavallo di razza nell’allevamento di famiglia. Visto il caratterino battagliero assai, la Pelosi la vuole come vicepresidente della commissione di vigilanza che sta portando avanti l’indagine sull’impeachment a carico di Trump.

Texana di Abilene ma cresciuta Santa Clarita, in California, classe 1987, figlia di un ufficiale di polizia e di un’infermiera, Katie Hill studia per diventare avvocato ma abbandona la professione per dedicarsi anima e corpo alla politica. Il suo sogno si è infranto in fretta: Katie si è dimessa poche ore fa, prima ancora che la “United States House Committee on Ethics” concludesse l’inchiesta sullo scandalo sessuale che ha proprio lei come protagonista assoluta.

Al centro della vicenda, finita sulle prime pagine di mezzo mondo, una serie di foto “hard” diffuse dal tabloid inglese “Daily Mail”, in cui la deputata era ripresa nuda durante un “ménage a trois” in compagnia dell’ex marito e di Monica Desjardins, 24 anni, ex assistente durante la sua campagna elettorale. Sarebbe bastata quell’immagine a metterla nei pasticci, vista la regola adottata dalla Camera dopo l’avvento del #MeToo che vieta ai deputati di avere relazioni con i propri sottoposti. Ma non era così: salta fuori anche una presunta relazione con Graham Kelly, direttore del suo ufficio legislativo. E a infiocchettare a doppia mandata Katie Hill spuntano anche altre immagini in cui, sempre totalmente nuda, si lascia riprendere mentre fuma quello che sembra uno spinello, mentre in un’altra immagine lascia intravedere un tatuaggio sul pube molto simile ad una svastica.

L’inchiesta era partita la scorsa settimana proprio per alcune voci di corridoio su una presunta relazione clandestina fra la Hill e Kelly: la deputata nega tutto con forza, ammettendo però una relazione con un collaboratore che lei stessa definisce “inappropriata”. Ma nel marasma generale spuntano altre foto, secondo la Hill messe in giro dall’ex marito, l’artista Kenny Heslep che per soldi, per vendetta o si dice per via di un divorzio dai toni decisamente litigiosi, avrebbe postato le foto incriminate su siti di estrema destra, dando il via a quella che Katie Hill definisce “una campagna diffamatoria in piena regola”.

L’ormai ex deputata tenta anche una reazione citando il quotidiano inglese attraverso i propri legali, ma quando anche Nancy Pelosi ha preferito prendere le distanze, è stato chiaro a tutti che la rapida e luminosa carriera di Katie Hill si era ormai conclusa.

Galleria fotografica
Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano - immagine 1
Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano - immagine 2
Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano - immagine 3
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea
«A Weinstein resta poco da vivere»
«A Weinstein resta poco da vivere»
Gli avvocati dell’ex magnate hanno presentato un’istanza di scarcerazione su cauzione per gravissimi motivi di salute. Ma il giudice l’ha rigettata: non sta così male e se uscisse potrebbe sparire per sempre
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Un giornalista americano è riuscito a entrare in possesso di una copia della celebre agenda del miliardario pedofilo e ha chiamato tutti numeri, facendo oltre 2.000 telefonate
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Aveva 21 anni quando finisce nel girone dantesco di Jeffrey Epstein: un’esperienza che ha sconvolto la vita di Samantha fino a trascinarla sui marciapiedi di Los Angeles
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Contro l’ex re mida di Hollywood le accuse di stupro e violenze di altre due donne presentate alla procura di Los Angeles: se condannato, potrebbe scontare in carcere un totale di 140 anni
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia