La vera storia di Jeffrey Epstein
stupratore seriale di minorenni

| Indagini federali dal 2005, tre croniste del Miami Herald hanno ricostruito la storia scellerata del finanziere e dei suoi illustri complici. Ecco la time-line di un'indagine spesso ostacolata dai "poteri forti". Chi è Ghislaine Maxwell

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

Qual’è la vera storia di Jeffrey Epstein, l’uomo che aveva l’ossessione di “seminare il suo sperma” ovunque nel mondo e che era obbligato ad avere “tre orgasmi al giorni”, infine morto suicida in cella per paura di un processo rovinoso? La raccontano, in qualche modo, le migliaia di carte giudiziarie che tre croniste del Miami Herald,  Marta Oliver Craviotto, Emilie Michot e Julia K. Brown, hanno sintetizzato in una lunghia inchiesta. Finanziere, docente autodidatta, uomo di straordinaria intelligenza con un enorme fiuto degli affari, attraverso le sue società, tra gli Anni ’80 e ’90, aveva costruito un’immensa fortuna, valendosi anche dell’appoggio e dell’amicizia di uomini facoltosi di mezzo mondo. E poi iniziative benefiche, sostegno alla ricerca medica, iniziative per la pace nel mondo. Ora, nell’elenco dei suoi sodali, spunta Flavio Briatore, il quale però precisa solo di averlo conosciuto molti anni fa ma di non avere mai frequentato feste o abitazione del magnate suicida. Si chiude con la misteriosa figura dell’amica-amante di Epstein, la dama d’alto bordo Ghislain Maxwell. Gli inquirenti la cercavo per verificare la sua posizione: se fosse solo un amante o la tenutaria del suo bordello privato popolato di decine e decine di minorenni. (Nella foto, al centro una delle vittime, Valerie Giuffre, allora 16enne, a sx Andrea d'Inghilterra, a dx Jeffrey Epstein) 

 

2005

 

Marzo: Una ragazza di 14 anni e i suoi genitori riferiscono che Jeffrey Epstein l'ha molestata in una villa di Palm Beach. Una conoscente e compagna di classe della Royal Palm Beach High School l'aveva portata nella villa bianca di El Brillo Drive, per fargli un massaggio in cambio di denaro. La casa di Palm Beach di Jeffrey Epstein sul lungomare di Palm Beach, sulla El Brillo Way al largo dell'A1A. Oltre alla sua casa di Palm Beach, Epstein possiede una residenza a New York City e una terza su un'isola privata nelle isole americane. Epstein è stato accusato di aver molestato centinaia di giovani ragazze nelle sue case. La polizia di Palm Beach inizia a tirare spazzatura a casa di Epstein, scoprendo un messaggio telefonico per Epstein con il nome do Emily April, allora 16enne, e un'ora che corrisponde a quella in cui ha detto alla polizia che era lì. Trovano i nomi e i numeri di telefono di altre ragazze sui messaggi nei cestini.

Ottobre: Con l’inchiesta della polizia in pieno svolgimento, una delle assistenti di Epstein chiama una delle ragazze proprio mentre viene interrogata dalla polizia. Gli investigatori iniziano a intervistare più ragazze, così come i maggiordomi di Epstein, che dicono loro che Epstein ha avuto frequenti visite di ragazze durante il giorno. Il 20 ottobre, eseguono un mandato di perquisizione nella sua casa sulla El Brillo Way a Palm Beach.

 

2006

 

Maggio: La polizia firma un probabile affidavit di causa con Epstein e due dei suoi assistent accusati di atti sessuali illegali con una minorenne. Il procuratore di stato di Palm Beach, Barry Krischer, rinvia invece il caso ad una grande giuria. La polizia di Palm Beach non era soddisfatta della gestione del caso Epstein da parte dell'allora procuratore di Stato Barry Krischer. 

Giugno: La giuria, dopo interrogato una sola ragazza, respinge l'accusa di un capo d'accusa di adescamento della prostituzione. L'accusa non tiene conto che la vittima in questione e altri erano minorenni.

Luglio: Il team legale di Epstein cerca di negoziare un accordo con l'Ufficio del Procuratore di Stato. Gli avvocati discutono di un'azione penale differita in cui Epstein entrerebbe in un programma di intervento preprocessuale e non sconterebbe alcuna pena detentiva.

Luglio: Dopo la pressione dal capo della polizia di Palm Beach, l'FBI apre un'indagine federale, soprannominata "Operation Leap Year”. I documenti elencano il possibile crimine come "prostituzione minorile".

Novembre: L'FBI inizia a intervistare potenziali testimoni e vittime dalla Florida, da New York e dal New Mexico.

 

2007

 

Maggio: Mentre il Procuratore degli Stati Uniti si prepara a presentare il caso ad una grande giuria federale, gli avvocati di Epstein chiedono una riunione per discutere l'indagine.

Giugno: Un atto d'accusa di 53 pagine viene preparato dal Procuratore degli Stati Uniti, mentre, contemporaneamente, vengono avviate le trattative di patteggiamento con il team legale di Epstein. 

Luglio: Vengono emessi mandati di sequestro per i computer di Epstein, che a quanto pare sono stati rimossi dalla sua casa di Palm Beach prima della perquisizione della polizia. Agosto: L'avvocato americano di Miami, Alexander Acosta, entra in discussioni dirette sul patteggiamento; una mozione per costringere la produzione dei computer di Epstein viene rinviata.

Settembre: I pubblici ministeri federali redigono diversi accordi federali di patteggiamento che vengono respinti da Epstein e dai suoi avvocati. Epstein firma un accordo di non esecuzione il 24 settembre, ma i suoi avvocati continuano a ritardare la sua comparizione in tribunale.

Ottobre: Con l'accordo di non esecuzione ancora in discussione, Acosta incontra l'avvocato di Epstein Jay Lefkowitz al West Palm Beach Marriott di Okeechobee Boulevard per discutere la conclusione di un accordo. Tra i termini concordati: che le vittime non sarebbero state informate, che l'accordo sarebbe stato tenuto sotto sigillo e che tutti i mandati di comparizione sarebbero stati cancellati.

Al centro anche l'hotel Marriott a West Palm Beach, al 1001 Okeechobee Blvd., è dove il procuratore degli Stati Uniti Alex Acosta si è incontrato con gli avvocati di Jeffrey Epstein per risolvere il suo patteggiamento. 

Novembre: Gli avvocati di Epstein si oppongono alla nomina di un avvocato che rappresenti diritti delle vittime di Epstein al risarcimento civile. 

Dicembre: Le due parti continuano a discutere l'addendum. L'avvocato di Epstein Kenneth Starr chiede una revisione dell'accordo da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti a Washington, ritardandone ulteriormente l'esecuzione. Alle vittime viene detto che l'indagine sta continuando.

 

2008

 

Gennaio: L'avvocato di Epstein, Lefkowitz, chiama Acosta, dicendogli che il suo cliente non passerà con l'accordo perché gli viene richiesto di registrarsi come molestatore sessuale.

Febbraio: Con le trattative di patteggiamento e la revisione del Dipartimento di Giustizia ancora nel limbo, l'FBI continua la sua indagine, individuando più testimoni e prove.

Marzo: Si preparano i preparativi per una nuova presentazione federale del Gran Giuria. Negli atti giudiziari, l'ufficio del procuratore degli Stati Uniti nota che le vittime di Epstein sono state molestate dai suoi avvocati, che non sono specificamente nominati.

Maggio: Il Dipartimento di Giustizia emette la constatazione che, se non si raggiunge un accordo di patteggiamento, Epstein può essere federalmente processato. Il multimilionario di Palm Beach Jeffrey Epstein è stato un uomo libero, nonostante abbia abusato sessualmente di decine di ragazze minorenni secondo la polizia e i pubblici ministeri. Le sue vittime non hanno mai avuto voce in capitolo, fino ad ora.

Giugno: Gli avvocati di Epstein rivisitano i negoziati di patteggiamento, e il 30 giugno Epstein si presenta in un tribunale della contea di Palm Beach. Si dichiara colpevole di accuse statali: un conteggio di adescamento della prostituzione e un conteggio di adescamento della prostituzione con un minorenne di età inferiore ai 18 anni. È condannato a 18 mesi di carcere, seguito da un anno di controllo della comunità o di arresti domiciliari. E 'giudicato come un condannato per reati sessuali che deve registrarsi due volte all'anno in Florida. 

Luglio: Le vittime di Epstein vengono a conoscenza del suo appello in tribunale statale dopo il fatto. Presentano una petizione d'emergenza per costringere i pubblici ministeri federali a rispettare la legge federale sui diritti delle vittime del crimine, che prevede precisi diritti, tra cui il diritto di essere informati sugli accordi di patteggiamento e il diritto di comparire alla sentenza.

Agosto: Le vittime di Epstein vengono a sapere che è già stato mandato in prigione e che l'indagine federale è terminata. Cercano di avere il suo patteggiamento non sigillato, ma i pubblici ministeri federali si oppongono al rilascio dell'accordo, iniziando una battaglia giudiziaria lunga un anno per conoscere i termini del patteggiamento di Epstein.

Ottobre: Epstein viene liberato dal lavoro nel carcere della contea. Viene prelevato dal suo autista privato sei giorni alla settimana e trasportato in un ufficio a West Palm Beach, dove riceva visitatori fino a 12 ore al giorno. La sera ritorna in cella per dormire. Il Miami Herald ha ottenuto migliaia di documenti dell'FBI e dei tribunali, cause e deposizioni di testimoni, e si è recato al tribunale federale di New York per accedere a documenti sigillati nella denuncia di "Perversion of Justice". L'Herald ha anche rintracciato più di 60 donne che hanno detto di essere vittime, alcune delle quali non avevano 

mai parlato dell'abuso prima.

 

2009

 

Luglio: Epstein viene rilasciato dal carcere di Palm Beach, cinque mesi prima. Deve registrarsi come molestatore sessuale ed è in prova per un anno, confinato nella sua casa di Palm Beach, tranne che per recarsi nel suo ufficio di West Palm Beach. Tuttavia, i documenti mostrano che fa spesso viaggi a Manhattan e a casa sua nelle Isole Vergini Americane.

Agosto: Il capitano della polizia di Palm Beach George Frick trova Epstein che cammina lungo l'A1A nel bel mezzo del pomeriggio, quando avrebbe dovuto essere al lavoro nel suo ufficio nel centro di West Palm Beach. Epstein dice che sta andando al lavoro a piedi, anche se il luogo in cui si trova non è un percorso diretto al suo ufficio. Il suo ufficiale di sorveglianza dice che Epstein ha il permesso di fare esercizio fisico.

Settembre: L'accordo federale di non esecuzione è reso pubblico. Entro settembre, almeno una dozzina di cause civili sono state intentate da donne che sostengono di essere state molestate da Epstein quando erano minorenni. Epstein inizia il processo di risoluzione extragiudiziale. Jeffrey Epstein non è mai andato in prigione federale ma il suo maggiordomo, Alfredo Rodriguez, lo ha fatto per ostruzione della giustizia. Fu arrestato per aver nascosto il diario di Epstein e aver cercato di venderlo. Morì in prigione. Novembre: Uno degli ex maggiordomi di Epstein cerca di vendere ad un agente dell'FBI sotto copertura un libro nero con i nomi di centinaia di ragazze e giovani donne che Epstein avrebbe procurato per sesso e massaggi. Il maggiordomo dice agli agenti dell'FBI di aver visto ragazze minorenni nude nella piscina di Epstein e di aver saputo che il milionario stava facendo sesso con loro. Ha anche detto di aver visto pornografia che coinvolge ragazze minorenni sui computer di Epstein. Il maggiordomo, Alfredo Rodriguez, è poi accusato di ostruzione della giustizia e condannato al carcere federale. Muore nel 2015 in carcere. Il contenuto del libro nero diventa pubblico nell'ambito di diverse cause civili.

 

2010

 

Aprile: I registri di volo ottenuti nell'ambito delle cause civili contro Epstein mostrano un assortimento di politici, accademici, celebrità, capi di stato e leader mondiali che volano sui jet di Epstein nei primi anni 2000. Tra questi: l'ex presidente Bill Clinton, l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Sandy Berger, l'ex presidente colombiano Andrés Pastrana e l'avvocato Alan Dershowitz.

 

2011

 

Marzo: Due delle vittime di Epstein presentano una mozione in tribunale federale accusando il governo di aver violato i loro diritti non comunicando loro l'accordo di patteggiamento e mantenendolo segreto. Tra le altre cose, vogliono che l'accordo di patteggiamento sia invalidato nella speranza di mandare Epstein in prigione. Accusano i pubblici ministeri federali di averli ingannati con "false lettere di notifica".

Settembre: Il giudice distrettuale americano Kenneth Marra respinge l'argomentazione del Procuratore degli Stati Uniti secondo cui non era obbligato a notificare le vittime prima di concludere un accordo di non esecuzione con Epstein perché non ci sono state presentate accuse federali contro di lui. La decisione segna una vittoria per le vittime di Epstein, ma il caso si protrarrà per altri sette anni.

Novembre: Epstein deve registrarsi a New York come il livello più alto e più pericoloso di molestatori sessuali, nonostante gli sforzi di lui e dell'ufficio del Procuratore Distrettuale di New York per abbassare la classificazione. Uno status di livello 3 significa "alto rischio di recidiva ed esiste una minaccia per la sicurezza pubblica", secondo le linee guida dello stato.

 

2012

 

Marzo-dicembre: Definendosi un "celebre filantropo" e un "rinomato investitore educativo", Epstein intraprende una campagna di pubbliche relazioni per contrastare la cattiva stampa sulle sue imprese sessuali. La sua fondazione dona milioni alla ricerca scientifica e sponsorizza conferenze globali sui modi per raggiungere la pace nel mondo e salvare il pianeta. Egli finanzia progetti di ricerca sul cancro e di ricerca educativa in tutto il paese.

 

2015

 

Virginia Roberts (una delle sue vittime) stava lavorando a Mar-a-Lago quando è stata reclutata come massaggiatrice al gestore di fondi hedge fund di Palm Beach Jeffrey Epstein. “E’ stata attirata in una vita di depravazione e abusi sessuali”, scrive l’FBI.

Gennaio: Virginia Roberts presenta atti giudiziari in Florida sostenendo di essere stata costretta da Epstein a fare sesso con il principe Andrea e l'avvocato Alan Dershowitz quando era minorenne. In un affidavit giurato, fornisce fotografie di lei con il principe e con lo stretto collaboratore di Epstein, Ghislaine Maxwell. Dice che Maxwell ha lavorato come madame di Epstein, cosa che lei nega. Anche Dershowitz e il principe negano le sue pretese, avviando una serie di azioni legali tra Dershowitz e gli avvocati di Roberts che vengono poi risolte in un accordo extragiudiziale.

Aprile: un giudice federale stabilisce che Roberts non può unirsi alla causa federale per i diritti delle vittime del crimine e che il suo affidavit - accusando il principe Andrew e Dershowitz di avere rapporti sessuali con lei quando era minorenne - non è provato. Tuttavia, il giudice non affronta la veridicità delle rivendicazioni di Roberts, scrivendo: I dettagli di fatto riguardo a chi e dove la Jane si è impegnata in attività sessuali sono immateriali e impertinenti a questa rivendicazione centrale".

Settembre: Roberts cita Maxwell davanti al tribunale federale di New York, sostenendo che la presunta signora di Epstein l'ha diffamata in dichiarazioni pubbliche sui media. La causa è ampiamente considerata come una nave per le vittime di Epstein per esporre la portata dei crimini di Epstein. Diverse cause civili intentate nello stesso anno sostengono che Epstein e Maxwell hanno gestito un'operazione internazionale di traffico sessuale.

Virginia Roberts tiene una foto di se stessa all'età di 16 anni, quando veniva abusata sessualmente dal miliardario di Palm Beach Jeffrey Epstein. Roberts è stato assunto da Epstein per massaggi e sesso nelle sue case di Palm Beach e New York, oltre a viaggiare con lui sul suo aereo privato per la sua isola privata dove l'ha prostituita per fare sesso con i suoi amici.

June: A Manhattan viene intentata una causa da una donna che una volta ha usato il nome di Katie Johnson, sostenendo di essere stata stuprata da Donald Trump, candidato all'allora presidente, in una festa nella villa di Epstein a Manhattan nel 1994, quando aveva 13 anni. Trump e Epstein entrambi negano categoricamente che sia mai successo.

Novembre: Johnson si allontana da una conferenza stampa pochi giorni prima del giorno delle elezioni, dicendo che era stata minacciata ed era spaventata. Più tardi lascia cadere la causa.

 

2017

 

Febbraio: Il presidente Trump nomina l'ex procuratore federale di Miami Acosta come segretario del lavoro degli Stati Uniti. Acosta è costretto alla sua udienza di conferma per affrontare brevemente le domande circa l'accordo che ha approvato per Epstein. Un legislatore richiede più documenti dal caso Epstein. Acosta è confermato.

Giugno: Roberts risolve la sua causa con Maxwell per una somma non rivelata.

 

2018

 

Dicembre: Il processo civile è in programma presso il tribunale della contea di Palm Beach sulle accuse di Bradley Edwards che ha citato Epstein in giudizio per avere individuato e segnalato molte delle sue vittime. L'azione legale per azione penale è fissata per l'inizio del 4 dicembre. Epstein ha indicato che non si presenterà in tribunale per il processo. Le ragazze che sono state abusate da Jeffrey Epstein rimangono sconvolte per quella che considerano una grave ingiustizia, mentre i dipendenti di Epstein e quelli che hanno progettato il suo accordo di non esecuzione hanno prosperato.

 
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Finora solo sfiorato dall’inchiesta sul miliardario pedofilo, il co-fondatore della Microsoft è finito sotto la lente d’ingrandimento del New York Times, che ha ricostruito i rapporti fra i due
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Nel libro “Catch and Kill”, il giornalista che diede il via al caso Weinstein racconta i retroscena dell’inchiesta e pubblica un’intervista con la donna che ha denunciato per stupro Matt Laurer, uno dei più celebri anchorman americani
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Un magistrato ha deciso di riaprire il caso della denuncia presentata dall’attrice olandese Sand Van Roy, respinta pochi mesi fa per mancanza di prove
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
Virginia Roberts Giuffre, una delle donne che hanno accusato il defunto finanziere Jeffrey Epstein di abusi sessuali, ha rivelato nuovi dettagli sul principe inglese Andrea
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Ed Buck, finanziatore di Obama e dei Dem USA, arrestato a LA. Fingeva di aiutare tossici gay afro-americani e li drogava a loro insaputa. Almeno 10 le vittime di overdose. Gli avvocati: "Un mostro che nessuno voleva fermare"
Ciclismo femminile, il MeeToo# scuote il team azzurro
Ciclismo femminile, il MeeToo# scuote il team azzurro
Inchiesta della procura federale, sentito il premiatissimo allenatore Dino Savoldi. Lui respinge le accuse. Al centro, meeting in camere d'albergo, relazioni, promozioni e ingaggi. Presto altri interrogatori. Cade un mito?
Epstein: l’inchiesta sui voli del “Lolita Express”
Epstein: l’inchiesta sui voli del “Lolita Express”
Rivelati i risultati di un’indagine parallela delle autorità americane per verificare se il miliardario avesse commesso altri reati. In UK spuntano invece le rivelazioni su Ghislaine Maxwell di Petronella Wyatt
New Zealand, il MeToo# mette in crisi il governo
New Zealand, il MeToo# mette in crisi il governo
Sotto accusa il presidente del partito laburista, avrebbe insabbiato le denunce contro un dirigente "reo" di avere usato di alcune dipendenti. Ma è stato prosciolto. La premier Audern: "Subito dimissioni"
Caso Epstein: il MIT di Boston nell’occhio del ciclone
Caso Epstein: il MIT di Boston nell’occhio del ciclone
Per anni, il celebre ateneo del Massachusetts ha ricevuto denaro dal multimiliardario pedofilo, registrando le donazioni come anonime. Ronan Farrow, il giornalista dello scandalo Weistein, ha scoperto tutto