Le memorie di un cacciatore di pedofili

| Per 12 anni, l’avvocato Bradley Edwards ha dato la caccia a Jeffrey Epstein, e adesso si è concentrato su Ghislaine Maxwell: i due personaggi su cui ruota la rete di pedofili d’alto livello che ha coinvolto anche il principe Andrea

+ Miei preferiti
Neanche quando Jeffrey Epstein, il miliardario pedofilo morto suicida il 10 agosto dello scorso anno nella sua cella del “Correctional Center” di New York, l’avvocato Bradley Edwards poteva dire di aver portato a termine la “sua missione di vita”. Per 12 anni, incessantemente, ha scavato e indagato perché il riccone con la fissazione per le ragazzine finisse in galera, ma insieme a lui aveva anche un altro nome nel mirino: Ghislaine Maxwell, la donna accusata di essere la “maitresse” priva di scrupoli al servizio delle voglie perverse del miliardario.

Ereditiera britannica, figlia del magnate dell’editoria Robert Maxwell morto in circostanze misteriose sul suo yacht, Ghislaine è una “socialite” fra le più note, assidua frequentatrice del jet-set internazionale e amica di personaggi di spicco come Andrea, il duca di York, il secondogenito della regina Elisabetta finito al centro di accuse di pedofilia che gli sono costate molto care. “Una donna elegante e simpatica, con i capelli corti neri e tratti del viso accattivanti”, la descrive l’avvocato Edwards: aveva conosciuto Epstein nel lontano 1991, alla morte del padre, diventando prima fidanzata e subito dopo amica insostituibile di Jeffrey Epstein, che la vuole al suo fianco sempre. Il suo nome, subito dopo quello del finanziere, spicca sui fascicoli dell’FBI dopo la scoperta di numerose agende zeppe di numeri di telefono delle vittime minorenni di Epstein. Era lei a convocarle, spostarle, licenziarle e assumerle quasi sempre come massaggiatrici, e sempre lei a spiegare che il loro ruolo era quello di “schiave sessuali” del titolare: avrebbero goduto degli agi e dei lussi nelle tenute faraoniche sparse in tutto il mondo, ma non potevano permettersi di dire “no” a qualsiasi richiesta.

E pare che il suo ruolo non finisse qui. Lei stessa è stata accusata di violenza sessuale da Maria Farmer e sua sorella, due delle tante vittime di Epstein. Le ragazze sarebbero state invitate nella residenza in New Mexico e abusate: lei le massaggiava e cospargeva di olio su tutto il corpo mentre lui guardava compiaciuto, poco prima di unirsi all’orgia. Ma questa è solo uno dei tanti episodi riportati nei fascicoli dell’inchiesta.

L’avvocato, che nel frattempo ha accettato di rappresentare più di 20 vittime di Epstein, ha più volte tentato di mettersi in contatto con la Maxwell: ci era andato vicino nel 2010, quando attraverso i suoi legali sembrava che la donna fosse pronta a incontrarlo per raccontare la propria versione dei fatti. Ma a poche ore dall’appuntamento, Ghislaine Maxwell era svanita, secondo i suoi legali costretta a tornare in Europa per assistere la madre, gravemente malata. Da allora, nessuno sa più dove si trovi.

Dodici anni di caccia e indagini che Bradley Edwards ha deciso di raccontare in ogni dettaglio in “Relentless Pursuit”, un libro uscito negli Stati Uniti in questi giorni che a breve dovrebbe arrivare anche nel resto del mondo.

Galleria fotografica
Le memorie di un cacciatore di pedofili - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea
«A Weinstein resta poco da vivere»
«A Weinstein resta poco da vivere»
Gli avvocati dell’ex magnate hanno presentato un’istanza di scarcerazione su cauzione per gravissimi motivi di salute. Ma il giudice l’ha rigettata: non sta così male e se uscisse potrebbe sparire per sempre
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Un giornalista americano è riuscito a entrare in possesso di una copia della celebre agenda del miliardario pedofilo e ha chiamato tutti numeri, facendo oltre 2.000 telefonate
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Aveva 21 anni quando finisce nel girone dantesco di Jeffrey Epstein: un’esperienza che ha sconvolto la vita di Samantha fino a trascinarla sui marciapiedi di Los Angeles
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Contro l’ex re mida di Hollywood le accuse di stupro e violenze di altre due donne presentate alla procura di Los Angeles: se condannato, potrebbe scontare in carcere un totale di 140 anni
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo