Le verità di Ghislaine Maxwell

| Diffuse alcune parti di una video dichiarazione di colei che è considerata la reclutatrice di minorenni per Jeffrey Epstein. Un goffo tentativo di salvataggio per il principe Andrea

+ Miei preferiti
Dopo mesi di silenzio, esce finalmente allo scoperto una delle protagoniste assolute dello scandalo Epstein: Ghislaine Maxwell. L’ereditiera/socialite britannica 57enne che dopo essere passata lei stessa dall’harem del miliardario pedofilo, è sospettata di aver assunto l’odioso ruolo di procacciatrice di carne fresca e giovane per soddisfare gli appetiti del suo amato Jeffrey.

È lei stessa ad ammettere i suoi compiti, almeno in parte, in una dichiarazione video agli atti del tribunale di New York diffusa in questi giorni, in cui per la prima volta racconta le abitudini di Epstein. La fedele Ghislaine aveva imparato che Jeffrey necessitava di “massaggi” almeno una volta al giorno: era lei a gestire i dipendenti delle sei dimore del miliardario – cuochi, donne delle pulizie, giardinieri, decoratori, architetti, piloti e massaggiatori, spesso reclutati in centri di benessere - e sempre lei il tramite da cui era nata la discussa amicizia fra il principe Andrea e il miliardario, ma nega con forza che le ragazze assoldate servissero a soddisfare i pruriti sessuali di Epstein.

Ma le dichiarazioni della Maxwell sono forse il primo, goffo e parziale tentativo di salvataggio del Duca di York: Virginia Roberts Giuffre aveva 17 anni quando ha iniziato come massaggiatrice nella villa di Palm Beach di Jeffrey, ma Ghislaine nega con forza che sia stata costretta a fare sesso con il principe. Salvo poi una precisazione: “È importante aggiungere che non ero sempre con Jeffrey, quindi non posso testimoniare su quanto succedesse mentre non c’ero. Quello che posso aggiungere è che mi ricorderei a malapena di lei, se non fosse per tutta questa spazzatura”.

Ghislaine Maxwell aveva chiesto che le interviste fossero secretate, ma dopo l’arresto di Epstein la corte d’appello di New York ha stabilito che potevano essere divulgate. Alcuni stralci della dichiarazione sono stati diffusi il 9 agosto, il giorno prima che il miliardario si uccidesse nella sua cella, gli altri in questi giorni.

Diversi testimoni, comprese tutte le ragazze che affermano di essere state abusate, hanno raccontato l’esatto contrario: Ghislaine Maxwell agiva come “talent scout” per conto di Epstein, reclutando minorenni per le sue orge, a cui spesso partecipava lei stessa. Alla domanda diretta di un giudice, se Epstein avesse abusato sessualmente di minorenni, la donna ha risposto: “Posso testimoniare solo per quello di cui sono a conoscenza: so che Virginia Roberts è una bugiarda e so che quello che ha testimoniato è falso. Nego categoricamente che sia accaduto tutto quello che ha dichiarato. Aveva 17 anni, ma era una brava massaggiatrice, e a 17 anni puoi anche essere una massaggiatrice professionista: non c’era nulla di inappropriato nel fatto che lei venisse ogni giorno per massaggiare Jeffrey”.

Ma ancora una volta, a smentire le parole della donna sono le prove, a cominciare dalla celebre foto che ritrae il principe Andrea abbracciato alla Roberts, scattata nella residenza londinese della Maxwell, e i registri di volo del “Lolita Express”, il jet privato di Epstein, che dimostra in modo inequivocabile che le due donne hanno viaggiato insieme almeno 23 volte. “Non ho mai assistito ai massaggi di Epstein, e neanche sono mai stata coinvolta in abusi sessuali: sono allibita dalle affermazioni di Virginia”.

Galleria fotografica
Le verità di Ghislaine Maxwell - immagine 1
Le verità di Ghislaine Maxwell - immagine 2
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
La prima testimone nel processo contro l’ex produttore di Hollywood racconta i dettagli della violenza subita anni prima. E la difesa va all’attacco
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Definito un “predatore sessuale e stupratore”, l’ex produttore di Hollywood alla sbarra per rispondere di due violenze sessuali. Non ammesse alcune email presentate dalla difesa
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Nella denuncia appena presentata, l’ennesima vittima del miliardario pedofilo racconta un incontro con l’allora tycoon: “Sorridevano complici, erano amici”
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le due isole caraibiche in cui per anni il miliardario ha ospitato, rinchiuso e violentato centinaia di ragazzine, sono entrate nel mirino dell’arcipelago americano
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
La supermodella potrebbe comparire fra i 120 giurati che decideranno le sorti dell’ex produttore di Hollywood accusato di stupro
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Chauntae Davies, una giovane reclutata da Ghislaine Maxwell, nel 2002 ha partecipato ad un viaggio in Africa in cui erano presenti Kevin Spacey e l’ex presidente Clinton, definito “un vero gentiluomo”
The Harvey Weinstein show
The Harvey Weinstein show
L’ex produttore hollywoodiano è arrivato in tribunale con il deambulatore: rischia l’ergastolo. A scaldare la folla in attesa ci ha pensato Rose McGowan, una delle sue prime accusatrici
Harvey Weinstein si prepara al processo
Harvey Weinstein si prepara al processo
A poche ore dall’inizio delle udienze in cui dovrà rispondere di due stupri, l’ex produttore si è confidato con la CNN
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
La complice del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein vivrebbe spostandosi di continuo, sotto la protezione delle intelligence di potenze straniere per via dei tanti i segreti pericolosi di cui è conoscenza