L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare

| L’accusa nel corso di una conferenza stampa del procuratore di New York: “Abbiamo richiesto più volte di poter interrogare il duca di York, ma non abbiamo avuto risposta”

+ Miei preferiti
Per Andrea, il secondogenito della regina, l’ennesima magra figura nel giro di pochi mesi arriva dalle parole di Geoffrey Berman, procuratore federale di New York, che in una conferenza stampa indetta per spiegare lo stato delle indagini sul caso di Jeffrey Epstein, ha puntato il dito contro il duca di York.

“Dal principe Andrew non c’è stata alcuna collaborazione. Eppure, il duca si era pubblicamente messo a disposizione delle autorità americane”. Il riferimento è alla disastrosa intervista concessa alla BBC lo scorso novembre, costata al rampollo reale il ritiro forzoso dalle attività pubbliche della Royal Family, in cui si era detto pronto a fare la propria parte per raggiungere la verità.

La realtà è ben diversa: l’FBI avrebbe più volte contattato i legali del principe per stabilire le condizioni per una deposizione, ma da Buckingham Palace non è mai arrivata alcuna risposta. “È giusto che l’opinione pubblica sappia che il principe Andrea non ha rispettato la parola data. Jeffrey Epstein non avrebbe potuto fare quello che ha fatto senza poter contare sull’aiuto di altri: possiamo assicurare che l’indagine sta andando avanti”.

I legali di Virginia Roberts Giuffre, l’ex schiava sessuale di Epstein che accusa il principe di averla accolta per tre volte nel suo letto, su obbligo del magnate pedofilo morto suicida, sono partiti all’attacco, ricordando che “Il principe dovrebbe prendere in seria considerazione una regola che vale in questo paese: nessuno è al di sopra della legge. Ma dobbiamo ammettere con molta amarezza che le vittime di Epstein non si aspettavano un atteggiamento diverso da questo”. 

I tabloid inglesi sono partiti all’attacco: quasi tutti riportano la notizia in prima pagina, dedicando ampio spazio alla vicenda. “The Sun” ha pubblicato un falso annuncio di ricerca di persona scomparsa dell'FBI che sta facendo il giro del web.

Galleria fotografica
L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia
La foto che imbarazza Clinton
La foto che imbarazza Clinton
Non prova altro che la sua presenza, ma è apparsa poco prima dell’intervento dell’ex presidente alla convention dem, gettando l’imbarazzo generale
Caso Epstein, violentata a 11 anni
Caso Epstein, violentata a 11 anni
È la nuova testimonianza che si aggiunge alle donne che accusano il miliardario pedofilo e la sua complice Ghislaine Maxwell
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
La squadra di avvocati che difende l’ex socia-amante di Jeffrey Epstein chiede il regime di carcerazione normalmente concesso ai detenuti in attesa di processo. L’ex socialite è sorvegliata 24 ore su 24
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Colpita dall’avvenenza e dalla scioltezza dell’ereditiera, la maitresse di Epstein le aveva messo gli occhi addosso
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso