Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride

| Spunta dagli archivi di uno studio legale un video di 3 ore dove per la prima e unica volta il Re del Pop viene interrogato sugli abusi sessuali. Nervoso ed evasivo, si paragonò a Gesù

+ Miei preferiti

Michael Jackson fu ripreso in un video di tre ore durante una deposizione di fronte agli avvocati di tre bambini molestati o anche peggio. Si vede mentre ride, cita versetti della Bibbia, si paragona a Cristo, visibilmente a disagio e imbarazzato. Il video risale al 1996 e il Daily Mail ne è entrato in possesso in esclusiva. Quando gli viene chiesto se era solito riprendere bambini nudi con la macchina fotografica, lui sorride ancora e ridacchia. Allora aveva 37 anni, gli abusi sessuali su minori avvennero anche al Four Seasons Hotel di New York City. Il cantante appare nervoso nell'unica volta in cui è stato filmato durante l’interrogatorio sulle accuse di molestie contro i giovani Macaulay Culkin e Jordan Chandler. Cinque impiegati nella sua villa di Neverland avevano asserito che Jackson aveva minacciato il personale che lo aveva visto agire in modo improprio con i bambini. E Wade Robson e James Safechuck sostengono che li ha abusati sessualmente a Neverland. Gli viene anche chiesto direttamente, davanti alla telecamera, se è un pedofilo. In un documentario, presentato al Sundance Film Festival, gli ex compagni di Jackson, Wade Robson e James Safechuck, sostengono che la star li aveva stuprati durante i pigiama party al suo ranch Neverland. In Leaving Neverland, Robson e Safechuck rivelano dettagli molto hard su come Jackson li ha aveva convinti prima di compiere gli atti sessuali. Mentre la deposizione si avvicinava alla fine, Jackson sussurrò nel suo microfono: “Prova il suono. L'aria condizionata è un problema. A volte l'alta sensibilità dei microfoni capta i suoni".

La star era affiancata dal consigliere Steve Cochrane e da un'altra consulente legale, Zia Modabber, mentre Ring era stato raggiunto dal suo co-consulente Ruth Ann Niosi. Jackson, giacca nera, camicia rossa e un cappello nero, sorrideva e faceva no con la testa ogni volta che gli avvocati discutevano delle rivendicazioni sessuali dei bambini. L'avvocato Ring gli chiese: “Mr. Jackson lei è mai stato accusato di aver molestato sessualmente Brett Barnes?”Jackson apparve stordito, chiuse gli occhi e si coprì il viso, prima di sorridere stranamente. Scosse la testa e poi sorrise di nuovo.

"A sua conoscenza è mai stato accusato di molestare sessualmente Macaulay? Jackson si teneva le mani sulla testa, si aggiustava il cappello e poi si sdraiava sulla sedia, guardando il soffitto. Non rispose mai. Aveva il naso danneggiato chirurgicamente, sembrava completamente inconsapevole dalla gravità delle domande. Aveva persino simulato uno sbadiglio e scoppiava spesso a ridere senza  motivo apparente.

Più tardi gli avvocati hanno nuovamente discusso se il cantante dovesse essere interrogato sul suo rapporto con i bambini. "Signor Jackson, nel 1993 ci sono state alcune accuse mosse contro di lei riguardo ad una condotta impropria riguardante alcuni giovani ragazzi”. Risposta: "Erano solo dei pigiama party!”."Era a conoscenza del fatto che Jordan Chandler ha intentato una causa contro di lei? Nervosamente, Jackson ha sussurrato e mormorato "Sì". Prima Jackson aveva ammesso di conoscere Chandler - l'amico tredicenne con cui aveva avuto un rapporto nel suo ranch di Neverland.

A un certo punto, durante la deposizione, Jackson si paragonò a Gesù. Disse di amare i bambini e di essere come i bambini; di essere giovane; essere innocente, puro e onorevole."Sono un nero americano e ne vado fiero, e ne sono onorato, La voce sulla pelle candeggina è falsa, non sono gay. Non giudicare una persona se non gli hai mai parlato“, aggiunse. “Gesù parlava con i suoi apostoli e loro litigavano su chi era il più grande tra loro e lui disse: chiunque si umilia come questo bambino è il più grande anche di me".

Si circondava sempre di bambini, ed è così che sono stato cresciuto, per essere così e imitarlo ”. Poi scoppiò a ridere.

In Leaving Neverland, Robson e Safechuck avevano rivelato dettagli sconvolgenti  di come Jackson li ha aveva convinti prima di intraprendere atti sessuali. Una cameriera, tre ex guardie del corpo e un assistente amministrativo hanno affermato nella loro causa civile che Jackson ha usato apparecchi di registrazione a Neverland nel tentativo di scoprire cosa sapevano delle accuse di abuso. L'eredità di Jackson è ora in discussione dopo l'uscita di Leaving Neverland, che andrà in onda su HBO in marzo e presentato in anteprima al Sundance Film Festival nello Utah.

Il regista Dan Reed sostiene che sono stati fatti sforzi per contattare Jordan Chandler, Brett Barnes e Macaulay Culkin da parte di avvocati, amici e media partner di Robson. Nessuno di loro ha dato la loro autorizzazione al documentario. Culkin nega pubblicamente qualsiasi accusa di essere stato molestato da MJ, così come Aussie Brett Barnes. Chandler si è nascosto negli ultimi 25 anni dopo aver ricevuto un compenso di oltre 20 milioni di dollari dal cantante dopo un'azione legale fallita per abuso nel 1993. 

 
Galleria fotografica
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride - immagine 1
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride - immagine 2
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride - immagine 3
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride - immagine 4
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Il principe Andrea
sulla graticola televisiva
Il principe Andrea<br>sulla graticola televisiva
In un’intervista attesissima che sarà trasmessa questa sera dalla BBC, il Duca di York accetta per la prima volta di parlare delle accuse che gli ha rivolto Virginia Roberts, la schiava sessuale di Epstein
Caso Epstein: un fondo per risarcire le vittime
Caso Epstein: un fondo per risarcire le vittime
Lo propongono i due curatori del testamento del finanziere pedofilo, senza però indicare la cifra. La perplessità degli avvocati delle donne, che pretendono si parli dell’intero patrimonio, pari a 577 milioni di dollari
Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano
Katie Hill, scandalo sessuale al Congresso americano
Giovane promessa dei Dem, è finita al centro di una vicenda per aver avuto rapporti sessuali con due collaboratori. E sul più bello saltano fuori diverse foto molto compromettenti
Virginia Roberts: “Un’orgia con Epstein e il principe Andrea”
Virginia Roberts: “Un’orgia con Epstein e il principe Andrea”
L’ex schiava sessuale del finanziere pedofilo continua a svelare particolari della sua allucinante adolescenza. Una volta subì così tanta violenza fisica da finire all’ospedale con emorragie interne
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Finora solo sfiorato dall’inchiesta sul miliardario pedofilo, il co-fondatore della Microsoft è finito sotto la lente d’ingrandimento del New York Times, che ha ricostruito i rapporti fra i due
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Nel libro “Catch and Kill”, il giornalista che diede il via al caso Weinstein racconta i retroscena dell’inchiesta e pubblica un’intervista con la donna che ha denunciato per stupro Matt Laurer, uno dei più celebri anchorman americani
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Un magistrato ha deciso di riaprire il caso della denuncia presentata dall’attrice olandese Sand Van Roy, respinta pochi mesi fa per mancanza di prove
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
Virginia Roberts Giuffre, una delle donne che hanno accusato il defunto finanziere Jeffrey Epstein di abusi sessuali, ha rivelato nuovi dettagli sul principe inglese Andrea
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Ed Buck, finanziatore di Obama e dei Dem USA, arrestato a LA. Fingeva di aiutare tossici gay afro-americani e li drogava a loro insaputa. Almeno 10 le vittime di overdose. Gli avvocati: "Un mostro che nessuno voleva fermare"