Luc Besson accusato di stupro

| Un’attrice e modella di 27 anni ha sporto denuncia per un abuso risalente a pochi giorni. Immediata la replica del regista: “Non ho violentato nessuno”

+ Miei preferiti
Con un perfetto tempismo cinematografico, mentre la Francia celebrava la chiusura del Festival di Cannes, le agenzie di stampa battevano una notizia così forte da far dimenticare il resto: Luc Besson, uno dei registi simbolo del cinema francese, denunciato per stupro.

A presentarsi alla polizia di Parigi è stata Sand van Roy, modella e attrice ventisettenne, raccontando un episodio che per una volta, risalirebbero a pochi giorni fa, il 17 maggio. La violenza sarebbe avvenuta nelle stanze dell’Hotel Le Bristol, lussuoso albergo di Parigi non distante dagli Champs-Élysées, dove i due si sarebbero incontrati per discutere di alcuni progetti di lavoro. Dopo aver bevuto una tazza di the, la giovane si sarebbe sentita male perdendo i sensi. Qualche minuto dopo il risveglio, la van Rosy si è resa conto di aver subito violenza. Sul comodino, Besson le avrebbe anche lasciato una somma di denaro.

Lapidario il commento di Thierry Marembert,uno dei legali del regista, che si limita a riportare le parole di Besson: conosco l’attrice e ricordo di averla incontrata più volte sui set, ma respingo ogni accusa riguardo a comportamenti inappropriati.

Nato a Parigi nel marzo del 1959 da due istruttori di nuoto subacqueo, Luc Besson si appassiona di mare e profondità, ma a soli 17 anni, a causa di un incidente, è costretto a dire addio alle immersioni, spostando l’attenzione sul cinema. A vent’anni vola a Hollywood per imparare il mestiere, tre anni dopo torna in Francia e fonda la “Les Films du Loup”, poi diventata “Les Films du Dauphin”. Nel 1981 firma il suo primo film, “L’avant-dernier”, seguito l’anno successivo da “Le dernier combat”: è anche il primo con Jean Reno, destinato a diventare uno dei suoi attori simbolo. In quasi quarant’anni di carriera, Besson ha firmato alcune pellicole di gran successo: “Le grand bleu” (1988),“Nome in codice: Nina” (1993), “Nikita” (1990), “Léon” (1994)e “Il quinto elemento” (1997), passato alla storia come il film più costoso del cinema francese.

Nel 1986 sposa l’attrice Anne Parillaud, dalla quale nasce Juliette, la prima figlia: nel ruolo di “Nikita”, la moglie conquista il César, ma durante la cerimonia di premiazione, Besson conosce Maïwenn Le Besco, attrice ai tempi sedicenne, che porta sull’altare nel 1992 e da cui ha Hanna, la seconda figlia. E la storia, in qualche modo si ripete: durante la lavorazione de “Il quinto elemento” si innamora di Milla Jovovich che sposa nel 1998 e lascia dieci anni dopo. Nel 2004 ha sposato in quarte nozze la produttrice Virginie Silla, da cui ha avuto tre figli.

Galleria fotografica
Luc Besson accusato di stupro - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Decine di giovani donne sarebbero state costrette alla schiavitù sessuale su un’app di messaggistica criptata. Arrestato l’uomo che gestiva un traffico in cui fra le vittime ci sono molte minorenni
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
L’ex socialite britannica, complice del miliardario pedofilo, ha avviato una causa affermando che Epstein le aveva assicurato il proprio appoggio economico
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Dopo la lettura della sentenza, l’ex produttore ha chiesto la parole rivolgendosi alle sue accusatrici. Lo attende un altro processo per stupro e tentata violenza Los Angeles
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Secondo i giudici americani, il duca di York avrebbe escluso ogni possibilità di deporre davanti all’FBI. La giustizia statunitense “valuta altre opzioni”
La vita del detenuto Harvey Weinstein
La vita del detenuto Harvey Weinstein
Dai reda carpet più prestigiosi al più sinistro carcere d’America: l’ex produttore attende di conoscere gli anni che dovrà scontare fra appelli dei suoi avvocati e infermerie
Timothy Hutton accusato di stupro
Timothy Hutton accusato di stupro
Secondo una donna oggi 50enne, l’attore l’avrebbe violentata in un hotel di Vancouver. Lui respinge ogni accusa e spiega di essere tormentato dalle richieste di denaro e minacce della donna
Svelato il patrimonio di Jeffrey Epstein
Svelato il patrimonio di Jeffrey Epstein
L’impero del finanziere pedofilo comprendeva 15 società a responsabilità limitata e 10 spa, due isole caraibiche, diverse residenze e numerose auto di lusso, per un totale di 636 milioni di dollari
USA: la giustizia punta Peter Nygard
USA: la giustizia punta Peter Nygard
È il nuovo nome nello scandalo dei ricchi che approfittano di ragazzine minorenni. Sul conto dello stilista canadese non c’è ancora alcuna accusa formale, ma l’FBI ha fatto irruzione nei suoi uffici
Harvey Weinstein condannato
Harvey Weinstein condannato
La giuria del tribunale di New York ha condannato l’ex produttore per violenza sessuale di primo e terzo grado: rischia fino a 25 anni di galera. Assolto dai reati più gravi. A breve l’inizio di un nuovo processo in California