Neymar interrogato dalla polizia

| Il campione del PSG ha risposto per oltre due ore alle accuse di stupro lanciate dalla modella Najila Trindade, che a sua volta rincara la dose raccontando tutto in televisione

+ Miei preferiti
Quando arriva alla stazione di polizia di Rio de Janeiro, Neymar da Silva Santos Júnior non è più il grande campione del Paris Saint-Germain e neanche l’orgoglio della Nazionale carioca, ma un cittadino chiamato a deporre su uno spinoso caso di cronaca. Non è un gran momento per “O Ney”: qualche ora un infortunio di gioco lo costringerà a rinunciare alla Coppa America. Quando si presenta al commissariato tre persone lo aiutano a sedersi su una sedia a rotelle.

L’interrogatorio, iniziato alle 7 di sera, è durato due ore circa: Neymar deve rispondere alle accuse di stupro lanciate contro di lui dalla modella Najila Trindade Mendes de Souza, 26 anni, ma anche della violazione della privacy per aver diffuso immagini senza consenso altrui.

La notizia della convocazione dell’attaccante è stata confermata dalla federazione brasiliana, ma le prime reazioni al caso non mancano: “Mastercard”, il circuito bancario internazionale di cui Neymar è testimonial, ha diffuso una nota in cui annuncia la sospensione del contratto con il 27enne attaccante Paris Saint Germain fin quando la situazione “non sarà chiarita”.

Le accuse di Najila Trindade Mendes de Souza, che si definisce “una persona tranquilla, che studia interior design, lavora come modella e ama la danza e lo sport”, sono pesanti: secondo i suoi racconti, sarebbe stata violentata in un hotel di Parigi: il campione brasiliano è diventato di colpo aggressivo quando lei gli ha chiesto di usare un profilattico. La modella ha comunque confermato di essere consapevole a cosa andava incontro volando dal Brasile a Parigi, su invito di Neymar, eppure la situazione sarebbe cambiata molto durante l’incontro, fin quando il campione ha deciso di stuprarla.

In un’intervista televisiva, Najila Trindade ha raccontato di aver fatto conoscenza con Neymar su Instagram, e che lui l’avrebbe invitata a Parigi pagandole il viaggio e il soggiorno al “Sofitel Paris Arc Du Triomphe”: “Le nostre erano semplici chiacchiere fra persone comuni, senza alcuna finalità sessuale e nessun desiderio da parte mia. Su questo ero stata molto chiara con lui. Neymar mi ha chiesto quando potevo raggiungerlo a Parigi, gli ho risposto che al momento non potevo a causa di problemi finanziari, ma lui ha aggiunto che quello era un problema facilmente risolvibile”.

Le domande dell’intervistatore sono poi scese nel dettaglio dello stupro: “Continuava a schiaffeggiarmi il culo con forza e gli ho chiesto di smettere. Ho con me un esame medico effettuato il 21 maggio (sei giorni dopo il presunto stupro, ndr) in cui si evidenziano lividi sulle gambe e sul sedere”.

Qualche giornale brasiliano inizia però a sentire puzza di bruciato: Najila Trindade sarebbe stata scaricata dal suo primo avvocato, che a sua volta la accusa di aver cambiato versione in corsa su quanto avvenuto nell’albergo parigino. Inizialmente affermava di essere stata aggredita fisicamente dal calciatore, salvo poi aggiungere in un secondo tempo lo stupro.

Danilo Garcia de Andrade, il nuovo legale della donna, sostiene che il video registrato dalla sua ssistita, che dura poco più di un minuto, sia stato registrato nella stanza d’albergo il giorno dopo il presunto stupro nel tentativo di raccogliere prove. Neymar per contro continua a negare ogni accusa: per lui tutto quello che è successo in quella camera d’albergo era una questione fra adulti consenzienti.

Galleria fotografica
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 1
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 2
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 3
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 4
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 5
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 6
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 7
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Caso Epstein: l’ora di Bill Gates
Finora solo sfiorato dall’inchiesta sul miliardario pedofilo, il co-fondatore della Microsoft è finito sotto la lente d’ingrandimento del New York Times, che ha ricostruito i rapporti fra i due
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Il nuovo scandalo scatenato da Ronan Farrow
Nel libro “Catch and Kill”, il giornalista che diede il via al caso Weinstein racconta i retroscena dell’inchiesta e pubblica un’intervista con la donna che ha denunciato per stupro Matt Laurer, uno dei più celebri anchorman americani
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Nuova inchiesta per Luc Besson, accusato di stupro
Un magistrato ha deciso di riaprire il caso della denuncia presentata dall’attrice olandese Sand Van Roy, respinta pochi mesi fa per mancanza di prove
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
“Le tre volte in cui ho fatto sesso con il principe”
Virginia Roberts Giuffre, una delle donne che hanno accusato il defunto finanziere Jeffrey Epstein di abusi sessuali, ha rivelato nuovi dettagli sul principe inglese Andrea
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Il benefattore Dem è un predatore sessuale
Ed Buck, finanziatore di Obama e dei Dem USA, arrestato a LA. Fingeva di aiutare tossici gay afro-americani e li drogava a loro insaputa. Almeno 10 le vittime di overdose. Gli avvocati: "Un mostro che nessuno voleva fermare"
Ciclismo femminile, il MeeToo# scuote il team azzurro
Ciclismo femminile, il MeeToo# scuote il team azzurro
Inchiesta della procura federale, sentito il premiatissimo allenatore Dino Savoldi. Lui respinge le accuse. Al centro, meeting in camere d'albergo, relazioni, promozioni e ingaggi. Presto altri interrogatori. Cade un mito?
Epstein: l’inchiesta sui voli del “Lolita Express”
Epstein: l’inchiesta sui voli del “Lolita Express”
Rivelati i risultati di un’indagine parallela delle autorità americane per verificare se il miliardario avesse commesso altri reati. In UK spuntano invece le rivelazioni su Ghislaine Maxwell di Petronella Wyatt
New Zealand, il MeToo# mette in crisi il governo
New Zealand, il MeToo# mette in crisi il governo
Sotto accusa il presidente del partito laburista, avrebbe insabbiato le denunce contro un dirigente "reo" di avere usato di alcune dipendenti. Ma è stato prosciolto. La premier Audern: "Subito dimissioni"
Caso Epstein: il MIT di Boston nell’occhio del ciclone
Caso Epstein: il MIT di Boston nell’occhio del ciclone
Per anni, il celebre ateneo del Massachusetts ha ricevuto denaro dal multimiliardario pedofilo, registrando le donazioni come anonime. Ronan Farrow, il giornalista dello scandalo Weistein, ha scoperto tutto