Neymar interrogato dalla polizia

| Il campione del PSG ha risposto per oltre due ore alle accuse di stupro lanciate dalla modella Najila Trindade, che a sua volta rincara la dose raccontando tutto in televisione

+ Miei preferiti
Quando arriva alla stazione di polizia di Rio de Janeiro, Neymar da Silva Santos Júnior non è più il grande campione del Paris Saint-Germain e neanche l’orgoglio della Nazionale carioca, ma un cittadino chiamato a deporre su uno spinoso caso di cronaca. Non è un gran momento per “O Ney”: qualche ora un infortunio di gioco lo costringerà a rinunciare alla Coppa America. Quando si presenta al commissariato tre persone lo aiutano a sedersi su una sedia a rotelle.

L’interrogatorio, iniziato alle 7 di sera, è durato due ore circa: Neymar deve rispondere alle accuse di stupro lanciate contro di lui dalla modella Najila Trindade Mendes de Souza, 26 anni, ma anche della violazione della privacy per aver diffuso immagini senza consenso altrui.

La notizia della convocazione dell’attaccante è stata confermata dalla federazione brasiliana, ma le prime reazioni al caso non mancano: “Mastercard”, il circuito bancario internazionale di cui Neymar è testimonial, ha diffuso una nota in cui annuncia la sospensione del contratto con il 27enne attaccante Paris Saint Germain fin quando la situazione “non sarà chiarita”.

Le accuse di Najila Trindade Mendes de Souza, che si definisce “una persona tranquilla, che studia interior design, lavora come modella e ama la danza e lo sport”, sono pesanti: secondo i suoi racconti, sarebbe stata violentata in un hotel di Parigi: il campione brasiliano è diventato di colpo aggressivo quando lei gli ha chiesto di usare un profilattico. La modella ha comunque confermato di essere consapevole a cosa andava incontro volando dal Brasile a Parigi, su invito di Neymar, eppure la situazione sarebbe cambiata molto durante l’incontro, fin quando il campione ha deciso di stuprarla.

In un’intervista televisiva, Najila Trindade ha raccontato di aver fatto conoscenza con Neymar su Instagram, e che lui l’avrebbe invitata a Parigi pagandole il viaggio e il soggiorno al “Sofitel Paris Arc Du Triomphe”: “Le nostre erano semplici chiacchiere fra persone comuni, senza alcuna finalità sessuale e nessun desiderio da parte mia. Su questo ero stata molto chiara con lui. Neymar mi ha chiesto quando potevo raggiungerlo a Parigi, gli ho risposto che al momento non potevo a causa di problemi finanziari, ma lui ha aggiunto che quello era un problema facilmente risolvibile”.

Le domande dell’intervistatore sono poi scese nel dettaglio dello stupro: “Continuava a schiaffeggiarmi il culo con forza e gli ho chiesto di smettere. Ho con me un esame medico effettuato il 21 maggio (sei giorni dopo il presunto stupro, ndr) in cui si evidenziano lividi sulle gambe e sul sedere”.

Qualche giornale brasiliano inizia però a sentire puzza di bruciato: Najila Trindade sarebbe stata scaricata dal suo primo avvocato, che a sua volta la accusa di aver cambiato versione in corsa su quanto avvenuto nell’albergo parigino. Inizialmente affermava di essere stata aggredita fisicamente dal calciatore, salvo poi aggiungere in un secondo tempo lo stupro.

Danilo Garcia de Andrade, il nuovo legale della donna, sostiene che il video registrato dalla sua ssistita, che dura poco più di un minuto, sia stato registrato nella stanza d’albergo il giorno dopo il presunto stupro nel tentativo di raccogliere prove. Neymar per contro continua a negare ogni accusa: per lui tutto quello che è successo in quella camera d’albergo era una questione fra adulti consenzienti.

Galleria fotografica
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 1
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 2
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 3
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 4
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 5
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 6
Neymar interrogato dalla polizia - immagine 7
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia
La foto che imbarazza Clinton
La foto che imbarazza Clinton
Non prova altro che la sua presenza, ma è apparsa poco prima dell’intervento dell’ex presidente alla convention dem, gettando l’imbarazzo generale
Caso Epstein, violentata a 11 anni
Caso Epstein, violentata a 11 anni
È la nuova testimonianza che si aggiunge alle donne che accusano il miliardario pedofilo e la sua complice Ghislaine Maxwell
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
La squadra di avvocati che difende l’ex socia-amante di Jeffrey Epstein chiede il regime di carcerazione normalmente concesso ai detenuti in attesa di processo. L’ex socialite è sorvegliata 24 ore su 24
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Colpita dall’avvenenza e dalla scioltezza dell’ereditiera, la maitresse di Epstein le aveva messo gli occhi addosso
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso