Niente cauzione per Ghislaine Maxwell

| Definita “abile, furba e capace” nell’arte della fuga, l’ex complice di Epstein si vede negare gli arresti domiciliari su cui insistono i suoi legali

+ Miei preferiti
Gli agguerriti legali di Ghislaine Maxwell stanno tentando di tutto perché all’ex socialite britannica siano concessi i domiciliari, facendola uscire dal carcere di New York in cui è rinchiusa e sorvegliata a vista 24 ore su 24 per timore che possa tentare il suicidio, come avvenuto al suo socio e amante Jeffrey Epstein lo scorso agosto.

Un mare di istanze che regolarmente viene respinto, a fronte di dettagli che dimostrano la straordinaria abilità della donna di saper eludere i mandati di cattura che la inseguivano in tutto il mondo. Secondo i procuratori federali, le richieste di confinamento domiciliare a fronte di una cauzione di 5 milioni di dollari, in parte garantita da una proprietà nel Regno Unito, non si adattano ad una donna capace di mettere in pratica sofisticate strategie di fuga. “Non ci sarà alcun processo per le vittime se all’imputata verrà offerta l’opportunità di fuggire, e ci sono tutte le ragioni per pensare che sia esattamente quello che farà nel caso fosse rilasciata”.

La Maxwell, che in queste ore comparirà in streaming davanti a un giudice federale, continua a negare qualsiasi accusa, ma almeno una delle presunte vittime dovrebbe essere ascoltata nel corso dell’udienza, avvalorando la tesi che Ghislaine debba restare in carcere in quanto soggetto pericoloso.

Dagli atti emerge che la Maxwell ha realmente dimostrato una capacità non comune nell’arte della fuga: quando gli agenti dell’FBI hanno fatto irruzione nella villa del New Hampshire dove si nascondeva, invece di obbedire all’ordine di aprire la porta la donna sarebbe fuggita in un’altra stanza. “Mentre gli agenti conducevano la perquisizione della casa, hanno anche notato un cellulare avvolto nella carta stagnola, uno sforzo apparentemente maldestro per sfuggire alla geolocalizzazione. In più, per garantire l’anonimato e la riservatezza, il fratello della Maxwell avrebbe assunto ex membri dell’esercito britannico per sorvegliare la proprietà del New Hampshire: secondo i procuratori, la donna avrebbe consegnato a una delle guardie una carta di credito intestata ad una società per le spese vive e affidato anche le trattative per l’acquisto della proprietà dal valore di un milione di dollari pagato in contanti. “Dettagli che chiariscono l’abilità della Maxwell a vivere in clandestinità”.

I procuratori hanno anche contestato la proposta dei legali della donna di una fideiussione firmata da sei soggetti per pagare la cauzione di 5 milioni di dollari, con l’aggiunta di consegna dei passaporti e massima limitazione a viaggi e spostamenti.

“Data la gravità dei crimini, le notevoli risorse economiche dell’imputata, la sua capacità di sottrarsi alle indagini e le bugie sotto giuramento, la Corte dovrebbe considerare il pacchetto di cauzione proposto per ciò che vale: nulla”.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Nell’ennesima richiesta di libertà condizionata, i legali della 59enne britannica denunciano violenze fisiche e mentali a cui sarebbe sottoposta la complice del pedofilo Jeffrey Epstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
Un giudice ha approvato un piano di liquidazione delle tante società dell’ex re Mida di Hollywood che include diversi fondi di liquidazione risarcitori per le sue vittime
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Respinta dai giudici di new York la richiesta di libertà condizionata pagando una cauzione milionaria. Secondo la corte “l’imputata resta a rischio di fuga”
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Jean-Luc Brunel era svanito nel nulla dopo il sucidio del miliardario pedofilo. È stato bloccato all’aeroporto mentre stava per imbarcarsi per il Senegal. Contro di lui numerose accuse di violenza, stupro, molestie e sfruttamento sessuale
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
L’ennesimo miliardario pedofilo sta per essere estradato negli Stati Uniti, dove dovrà rispondere di stupri, violenze e induzione alla prostituzione. Anche lui, come Epstein, frequentava il Duca di York
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
La cifra costituirebbe l’intero patrimonio della donna e del marito, di cui si scopre l’esistenza solo in queste ore. L’offerta include la rinuncia ai diritti di estradizione e l’obbligo di residenza sotto la presenza di una guardia privata
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea