Placido Domingo, atto secondo

| Altre 9 donne accusano di molestie il celebre tenore spagnolo, finito nella bufera a metà agosto per 11 donne che lo accusavano di atteggiamenti che tutti nell’ambiente conoscevano

+ Miei preferiti
Con le ultime 9, salgono a 20 le donne che accusano Placido Domingo. A riportarlo è la “Associated Press”, che ha raccolto le denunce di molestie rivolte al celebre tenore spagnolo. Per tutte si parla di tentativi di avances e commenti pesanti, approcci indesiderati e palpeggiamenti, situazioni che – emerge adesso – fossero all’ordine del giorno nei backstage degli spettacoli lirici, dove fra colleghi si tentava di proteggere le più giovani, nell’indifferenza della dirigenza dell’Opera di Los Angeles, dove Domingo ha il ruolo di direttore generale.

È la seconda tornata di accuse che raggiunge il cantante lirico dopo quelle di metà agosto che avevano scatenato le reazioni alcuni grandi teatri che immediatamente avevano tolto dai rispettivi cartelloni i concerti dell’artista. Le accuse parlavano di una posizione dominante utilizzata dal tenore per spingere a rapporti sessuali giovani cantante liriche con la promessa di ingaggi e future carriere. Molte anche coloro che hanno dichiarato di aver visto la propria carriera bloccarsi sul nascere per via del rifiuto.

Ancora una volta sdegnata la replica di Placido Domingo, che attraverso un portavoce ha definito le accuse “inconsistenti”, definendo ogni rapporto avuto in via sua come consenziente.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Non è stata mai ascoltata dalle autorità giudiziarie, perché attraverso i suoi legali il finanziere era riuscito a stipulare un accordo, giocando con appelli e contestazioni per rimandare ogni cosa
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Si avvia alla conclusione il processo contro l’ex produttore di Hollywood: i 12 giurati si sono chiusi in camera di consiglio per valutare gli atti di accusa e l’attendibilità delle testimonianze. Consapevoli che sarà una sentenza storica
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Dopo Jeffrey Epstein scoppia il caso dell’eccentrico stilista canadese Peter Nygard, anche lui accusato di stupro e violenza da diverse donne
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
“The Legal Rottweiler” parte sempre all’attacco, facendo vacillare le presunte vittime dell’ex produttore alla sbarra a New York. Nella sua carriera 39 assoluzioni su 40 casi di reati sessuali
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Emanuela Postacchini, 29 anni, da anni a Los Angeles, ha raccontato in aula di essere stata attirata in una stanza d’albergo per fare sesso a tre
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Soprusi, abusi, feste esclusive, commenti: dietro le quinte dell’olimpo delle top model si celavano i comportamenti di due altissimi dirigenti
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Una delle donne che accusa l’ex produttore di stupro racconta ai giudici la scena della violenza. Ma poi aggiunge di aver avuto una relazione con lui
Processo Weinstein, la testimonianza di altre 2 vittime
Processo Weinstein, la testimonianza di altre 2 vittime
Un’ex costumista che sognava di recitare e un’aspirante modella sono passate dalle grinfie dell’ex produttore. Ad una ho proposto sesso a tre per fare carriera: “Charlize Theron e Selma Hayek hanno fatto così”
L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare
L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare
L’accusa nel corso di una conferenza stampa del procuratore di New York: “Abbiamo richiesto più volte di poter interrogare il duca di York, ma non abbiamo avuto risposta”