Processo Weinstein, la testimonianza di altre 2 vittime

| Un’ex costumista che sognava di recitare e un’aspirante modella sono passate dalle grinfie dell’ex produttore. Ad una ho proposto sesso a tre per fare carriera: “Charlize Theron e Selma Hayek hanno fatto così”

+ Miei preferiti
Ad ogni nuova udienza del processo in corso a New York, davanti alla giuria e alla corte si delinea con sempre maggiore accuratezza la figura di Harvey Weinstein, il famelico e potente ex produttore convinto che niente e nessuno potesse fermarlo.

Dopo il racconto shock di Annabella Sciorra, sfila anche Dawn Dunning, ex costumista che nel 2003 lavorava come cameriera in un locale di New York per pagarsi gli studi di design. Lei aveva 24 anni, lui molti di più, ma “era amichevole, professionale, simpatico”. Le propone un provino, seguito da un invito a cena e due biglietti omaggio, per lei e il fidanzato, per uno spettacolo di Broadway.

Quando si presenta al ristorante per la cena, un assistente del produttore le racconta di un fastidioso contrattempo di lavoro, pregandola di raggiungerlo in camera. Harvey è in accappatoio, seduto ad un tavolino pieno di fogli: sono i contratti per il suo prossimo film. Weinstein è diretto, violento, sicuro di sé: aspettano la sua firma, a patto che accetti di fare sesso a tre. “È così che Charlize Theron e Selma Hayek hanno fatto carriera”, aggiunge. Lei rifiuta, e il produttore si infuria: “Va bene, ma sappi che non farai mai strada in questo ambiente, perché funziona così”.

Spaventata, nauseata e senza riuscire le parole adatte, Dawn Dunning esce di corsa dalla stanza: è l’ultima volta in cui lo vede, ma anche l’ultima occasione di avvicinarsi al mondo del cinema, che da quel momento sembra chiuderle ogni strada.

Anche Tarale Wulff, un’altra testimone, ex cameriera in un locale che sognava la carriera da modella, ha raccontato la propria vicenda. Era stata invitata da Weinstein nel suo appartamento per discutere di un eventuale ruolo in un film di prossima produzione: Harvey l’aveva afferrata per le braccia, costretta su un letto e si era gettato sopra di lei, sussurrandole: “Non preoccuparti, ho fatto una vasectomia”. Era la conclusione di un altro episodio inquietante di cui tarale era stata vittima, avvenuto negli uffici della Weinstein Company: mentre parlavano lui aveva iniziato a masturbarsi.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Nell’ennesima richiesta di libertà condizionata, i legali della 59enne britannica denunciano violenze fisiche e mentali a cui sarebbe sottoposta la complice del pedofilo Jeffrey Epstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
Un giudice ha approvato un piano di liquidazione delle tante società dell’ex re Mida di Hollywood che include diversi fondi di liquidazione risarcitori per le sue vittime
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Respinta dai giudici di new York la richiesta di libertà condizionata pagando una cauzione milionaria. Secondo la corte “l’imputata resta a rischio di fuga”
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Jean-Luc Brunel era svanito nel nulla dopo il sucidio del miliardario pedofilo. È stato bloccato all’aeroporto mentre stava per imbarcarsi per il Senegal. Contro di lui numerose accuse di violenza, stupro, molestie e sfruttamento sessuale
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
L’ennesimo miliardario pedofilo sta per essere estradato negli Stati Uniti, dove dovrà rispondere di stupri, violenze e induzione alla prostituzione. Anche lui, come Epstein, frequentava il Duca di York
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
La cifra costituirebbe l’intero patrimonio della donna e del marito, di cui si scopre l’esistenza solo in queste ore. L’offerta include la rinuncia ai diritti di estradizione e l’obbligo di residenza sotto la presenza di una guardia privata
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea