Trovato il nascondiglio di Ghislaine Maxwell

| L’amante-complice di Epstein avrebbe trovato rifugio da amici a Parigi e sembra intenzionata a restare in Francia per approfittare delle leggi sull’estradizione

+ Miei preferiti
Dopo mesi e mesi in cui è riuscita a far perdere ogni traccia, Ghislaine Maxwell, la “maitresse” di Jeffrey Epstein, sarebbe stata individuata.

L’ereditiera inglese si troverebbe attualmente in Francia, più precisamente a Parigi, in un appartamento in Avenue Matignon non distante dalla residenza parigina di Epstein di Avenue Foche, da cui pare esca molto raramente e sempre camuffata. Accusata di essere un’adescatrice di minorenni, ricercata dalla giustizia americana come testimone chiave per svelare la rete di pedofilia messa in piedi dal magnate con il vizio delle ragazzine, si dice che la Maxwell sia finita sotto la protezione dei servizi segreti per gli scottanti segreti che riguardano alcuni potenti del mondo di cui sarebbe a conoscenza. Informazioni che la renderebbero un bersaglio per eventuali killer.

La fonte ha svelato che la Maxwell cambia luogo di residenza ogni mese “per far perdere le tracce agli investigatori”. Predilige gli appartamenti di amici più che fidati, ma sembrerebbe intenzionata a stabilirsi in Francia per sfruttare tanto le leggi sull’estradizione in vigore nel Paese transalpino, quanto la presenza di conoscenze personali. “Questo non significa che non possa essere processata, ma in caso di condanna potrebbe scontare la pena in Francia e non negli Stati Uniti”.

Figlia dell’editore Robert Maxwell, morto in circostanze misteriose e sospettato di essere un doppiogiochista, Ghislaine Maxwell ha fatto perdere le proprie tracce nel 2016, quando ha capito che la giustizia americana aveva deciso di mettere la parola fine ai traffici sessuali di Jeffrey Epstein, morto suicida lo scorso anno in un carcere di Manhattan.

Galleria fotografica
Trovato il nascondiglio di Ghislaine Maxwell - immagine 1
Trovato il nascondiglio di Ghislaine Maxwell - immagine 2
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Andrea, condannato a priori
Andrea, condannato a priori
Tace sull’arresto di Ghislaine Maxwell, ma sa bene che tanto finirebbe sulla graticola comunque. I consiglieri di corte gli suggeriscono silenzio, per “non far arrabbiare” la donna che potrebbe far tremare il mondo
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Secondo un conoscente, la complice di Epstein avrebbe “un’assicurazione sulla vita” con migliaia di foto e video in cui ricchi e potenti si lasciano andare fra ragazzine e droghe. “Se dovesse andare a fondo, se li poterà tutti con sé”
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
La principale accusatrice dello scandalo che coinvolge Epstein e la Maxwell stuzzica anche il principe Andrea: “Se fossi in lui mi preoccuperei”
Epstein & Maxwell, oltre al sesso il denaro
Epstein & Maxwell, oltre al sesso il denaro
I procuratori americani stanno passando al staccio strani movimenti di grosse somme di denaro che i due si sono scambiati per anni senza alcun motivo apparente
Ghislaine Maxwell, i potenti della Terra tremano
Ghislaine Maxwell, i potenti della Terra tremano
È la donna che potrebbe rovinare per sempre o scagionare personaggi illustri finiti nello scandalo pedofilo di Jeffrey Epstein. Primo fra tutti il principe Andrea, che l’FBI vuole sentire a tutti i costi
Arrestata Ghislaine Maxwell, la «maitresse» di Epstein
Arrestata Ghislaine Maxwell, la «maitresse» di Epstein
I potenti della Terra tremano: la reclutatrice del miliardario pedofilo catturata dall’FBI nel New Hampshire. Deve rispondere di stupro e induzione alla prostituzione di minorenni
Altre quattro donne accusano Weistein
Altre quattro donne accusano Weistein
Sarebbero state violentate o costrette ad atti sessuali in periodi diversi nelle suite dell’ex produttore. Le quattro, che hanno richiesto l’anonimato, hanno presentato una causa comune di risarcimento danni
Tutto pronto per un nuovo processo a Weinstein
Tutto pronto per un nuovo processo a Weinstein
La procura distrettuale di Los Angeles sta avviando le procedure per l’estradizione dell’ex produttore, che deve rispondere di uno stupro avvenuto a Beverly Hills nel 2010
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Decine di giovani donne sarebbero state costrette alla schiavitù sessuale su un’app di messaggistica criptata. Arrestato l’uomo che gestiva un traffico in cui fra le vittime ci sono molte minorenni