Tutto pronto per un nuovo processo a Weinstein

| La procura distrettuale di Los Angeles sta avviando le procedure per l’estradizione dell’ex produttore, che deve rispondere di uno stupro avvenuto a Beverly Hills nel 2010

+ Miei preferiti
L’anno da dimenticare di Harvey Weinstein non si è ancora concluso, anzi, pare sia solo all’inizio. Dopo la condanna a 23 anni di carcere inflitta dal tribunale di New York perché ritenuto colpevole di due reati sessuali, l’ex re di Hollywood dovrà affrontare a breve un altro processo a Los Angeles per l’ennesima accusa di violenza sessuale che sarebbe avvenuto nel maggio 2010 in un hotel di Beverly Hills, secondo quanto riporta l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles.

Sul capo di Weinstein, che ha negato ogni accusa, pendevano già quattro reati sessuali per stupro, penetrazione sessuale con la forza, violenza sessuale e copulazione orale forzata. La vittima è stata inizialmente interrogata come possibile testimone per le precedenti accuse, e di recente ha assicurato sotto giuramento che l’aggressione ha avuto luogo entro i 10 anni della prescrizione.

“Nel raccogliere le prove, abbiamo contattato altre possibili vittime di aggressioni sessuali. Se troveremo nuove prove di crimini non denunciati indagheremo e stabiliremo se aggiungere ulteriori accuse penali”, ha commentato il procuratore distrettuale della contea di Los Angeles, Jackie Lacey, aggiungendo di aver rinunciato a seguire altri due potenziali casi contro Weinstein perché le vittime non intendevano testimoniare.

L’ufficio del procuratore distrettuale ha anche confermato di aver avviato una richiesta di custodia temporanea di Weinstein da New York, il primo dei numerosi passi richiesti per l’estradizione. Al momento, l’ex produttore non è stato ufficialmente accusato di nulla: secondo la legge sarà chiamato in giudizio dopo il suo arrivo in California, e in caso di condanna rischia fino a 29 anni di carcere, da aggiungersi a quelli già rimediati a New York.

Nelle scorse settimane, era circolata la notizia che Weinstein fosse in quarantena per aver contratto il virus. Una notizia che aveva fatto temere il peggio, visto che l’ex produttore non è in buone condizioni di salute. Superata la crisi, Weinstein è tornato nella sua cella presso il Wende Correctional facility.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Una parte dei documenti desecretati da un giudice getta nuove inquietanti ombre sulla figura della Maxwell, finora considerata la “maitresse” di Epstein e in realtà altrettanto attiva negli abusi sessuali
In vendita due delle case di Epstein
In vendita due delle case di Epstein
La palazzina di New York e la residenza di Palm Springs sono in vendita, per un totale di 110 milioni di dollari. Il denaro finirà al fondo per risarcire le vittime del miliardario pedofilo
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Un giudice di New York ha stabilito di togliere i sigilli ad un dossier “top secret” dell’ex socialite britannica. Il fascicolo potrebbe contenere documenti scottanti e rivelazioni esplosive
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
La donna che ha fatto saltare l’impero della pedofilia di Epstein racconta in un’intervista che la mente di tutto il traffico era l’ex socialite britannica
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Definita “abile, furba e capace” nell’arte della fuga, l’ex complice di Epstein si vede negare gli arresti domiciliari su cui insistono i suoi legali
Andrea, condannato a priori
Andrea, condannato a priori
Tace sull’arresto di Ghislaine Maxwell, ma sa bene che tanto finirebbe sulla graticola comunque. I consiglieri di corte gli suggeriscono silenzio, per “non far arrabbiare” la donna che potrebbe far tremare il mondo
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Secondo un conoscente, la complice di Epstein avrebbe “un’assicurazione sulla vita” con migliaia di foto e video in cui ricchi e potenti si lasciano andare fra ragazzine e droghe. “Se dovesse andare a fondo, se li poterà tutti con sé”