Uma Thurman: anch'io vittima di Harvey

| L’aveva promesso ammettendo le molestie: prima o poi racconterò tutto. L’ha fatto, ricordando due aggressioni a Londra e una delle vendette di Weinstein, messe in pratica da Quentin Tarantino uno dei suoi registi più fidati

+ Miei preferiti
Aveva scelto il giorno del ringraziamento, il 23 novembre scorso, per rivelare che anche lei era fra le vittime di Harvey Weinsten. Poche battute, diffuse attraverso Instagram, ma nessun dettaglio, perché la vendetta va consumata fredda. Un grappolo di mesi necessari a prendere fiato conclusi oggi, quando Uma Thurman, bostoniana di nascita, classe 1970, bellezza eterea e musa di Quentin Tarantino, ha scelto il “New York Times” per raccontare tutto.

Anche per lei, nessun privilegio: Weinstein in accappatoio bianco, la doccia, l’aggressione. È successo nel 1994, in una delle stanze del “Savoy” di Londra, dopo la prima di “Pulp Fiction”, film che sarebbe valso la Palma d’Oro a Tarantino. “Weinstein mi ha sbattuta sul letto, cercando di spingersi dentro di me e di calarsi i pantaloni: non mi ha violentato, ma è come se l’avesse fatto”. Uma si divincola e fugge, ma non è finita: passano un paio di giorni e Harvey sempre più famelico si fa precedere da un “volgare” mazzo di rose gialle e da un’insistenza nascosta dalla necessità di “parlare di nuovi progetti”. La Thurman si presenta con Ilona Herman, un’amica, che però deve attenderla nella hall dell’albergo: cosa sia successo in camera, Uma l’ha rimosso, non lo ricorda. È l’amica, a ricordarla all’uscita dall’ascensore: arruffata, sconvolta e con lo sguardo nel vuoto. Ci mette ore a riprendersi, mormorando una frase che dice tutto: “L’ho minacciato di raccontare tutto, e lui di volermi distruggere la carriera”.

La vendetta di Weinstein non si attendere, ed è furiosa: sul set messicano di “Kill Bill”, Tarantino - forse il regista più fidato del produttore - invece di usare una controfigura, pretende che sia lei a mettersi al volante di una “Karmann Ghia” considerata “un catorcio” intimandole di superare i 60 km/h perché i capelli si muovessero con l’aria. L’attrice finisce contro un albero procurandosi diverse lesioni e una commozione cerebrale.

“I complicati sentimenti che nutro per Harvey riflettono quanto mi sento in colpa per le donne aggredite dopo di me: io sono una delle ragioni per cui una ragazza entrava nella sua stanza da sola, proprio come me”.

Ma la confessione di Uma non è finita: un attore, di cui non fa il nome, l’ha stuprata quando aveva soltanto 16 anni. E su certe ferite, la parola fine non cala mai.

Video
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Decine di giovani donne sarebbero state costrette alla schiavitù sessuale su un’app di messaggistica criptata. Arrestato l’uomo che gestiva un traffico in cui fra le vittime ci sono molte minorenni
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
L’ex socialite britannica, complice del miliardario pedofilo, ha avviato una causa affermando che Epstein le aveva assicurato il proprio appoggio economico
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Dopo la lettura della sentenza, l’ex produttore ha chiesto la parole rivolgendosi alle sue accusatrici. Lo attende un altro processo per stupro e tentata violenza Los Angeles
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Secondo i giudici americani, il duca di York avrebbe escluso ogni possibilità di deporre davanti all’FBI. La giustizia statunitense “valuta altre opzioni”
La vita del detenuto Harvey Weinstein
La vita del detenuto Harvey Weinstein
Dai reda carpet più prestigiosi al più sinistro carcere d’America: l’ex produttore attende di conoscere gli anni che dovrà scontare fra appelli dei suoi avvocati e infermerie
Timothy Hutton accusato di stupro
Timothy Hutton accusato di stupro
Secondo una donna oggi 50enne, l’attore l’avrebbe violentata in un hotel di Vancouver. Lui respinge ogni accusa e spiega di essere tormentato dalle richieste di denaro e minacce della donna
Svelato il patrimonio di Jeffrey Epstein
Svelato il patrimonio di Jeffrey Epstein
L’impero del finanziere pedofilo comprendeva 15 società a responsabilità limitata e 10 spa, due isole caraibiche, diverse residenze e numerose auto di lusso, per un totale di 636 milioni di dollari
USA: la giustizia punta Peter Nygard
USA: la giustizia punta Peter Nygard
È il nuovo nome nello scandalo dei ricchi che approfittano di ragazzine minorenni. Sul conto dello stilista canadese non c’è ancora alcuna accusa formale, ma l’FBI ha fatto irruzione nei suoi uffici
Harvey Weinstein condannato
Harvey Weinstein condannato
La giuria del tribunale di New York ha condannato l’ex produttore per violenza sessuale di primo e terzo grado: rischia fino a 25 anni di galera. Assolto dai reati più gravi. A breve l’inizio di un nuovo processo in California