Virginia Roberts: se muoio andate avanti

| L’accusatrice del principe Andrea assicura di non essere sull’orlo del suicidio, e se per caso le succedesse qualcosa chiede a tutti di portare avanti la battaglia per avere giustizia

+ Miei preferiti
L’ultimo post di Virginia Roberts Giuffre, la principale accusatrice del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein e del principe Andrea, suona come un preoccupante messaggio di aiuto fatto da chi ha paura per la propria vita.

“Per smentire le voci che circolano in rete, voglio dichiarare pubblicamente che in nessun modo e per nessun motivo ho intenzione di togliermi la vita. L’ho fatto sapere anche al mio terapista e al mio medico di famiglia. Ma se mi succedesse qualcosa non lasciate che tutto questo sia dimenticato, aiutatemi a proteggere la mia famiglia. So che tante persone malvagie vorrebbero ridurmi al silenzio”.

Le preoccupazioni di Virginia arrivano dopo l’autorevole parere di Michael Baden, ex medico legale capo di New York e celebre patologo che ha lavorato anche al caso OJ Simpson, secondo cui quello di Jeffrey Epstein è un lampante caso di omicidio, e non di suicidio. Ma è chiaro, ha aggiunto il dottor Baden, che se si scoprisse che Epstein è stato effettivamente ucciso “un certo numero di persone influenti sarebbero pesantemente coinvolte”. A dargli manforte diverse teorie di cospirazione che girano senza sosta in rete. La più recente, riguarda la scritta inquietante apparsa sulla parete dell’Art Basel di Miami dov’era esposta la provocatoria “banana” di Cattelan: “Epstein non si è suicidato”.

Galleria fotografica
Virginia Roberts: se muoio andate avanti - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
La prima testimone nel processo contro l’ex produttore di Hollywood racconta i dettagli della violenza subita anni prima. E la difesa va all’attacco
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Definito un “predatore sessuale e stupratore”, l’ex produttore di Hollywood alla sbarra per rispondere di due violenze sessuali. Non ammesse alcune email presentate dalla difesa
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Nella denuncia appena presentata, l’ennesima vittima del miliardario pedofilo racconta un incontro con l’allora tycoon: “Sorridevano complici, erano amici”
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le due isole caraibiche in cui per anni il miliardario ha ospitato, rinchiuso e violentato centinaia di ragazzine, sono entrate nel mirino dell’arcipelago americano
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
La supermodella potrebbe comparire fra i 120 giurati che decideranno le sorti dell’ex produttore di Hollywood accusato di stupro
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Chauntae Davies, una giovane reclutata da Ghislaine Maxwell, nel 2002 ha partecipato ad un viaggio in Africa in cui erano presenti Kevin Spacey e l’ex presidente Clinton, definito “un vero gentiluomo”
The Harvey Weinstein show
The Harvey Weinstein show
L’ex produttore hollywoodiano è arrivato in tribunale con il deambulatore: rischia l’ergastolo. A scaldare la folla in attesa ci ha pensato Rose McGowan, una delle sue prime accusatrici
Harvey Weinstein si prepara al processo
Harvey Weinstein si prepara al processo
A poche ore dall’inizio delle udienze in cui dovrà rispondere di due stupri, l’ex produttore si è confidato con la CNN
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
La complice del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein vivrebbe spostandosi di continuo, sotto la protezione delle intelligence di potenze straniere per via dei tanti i segreti pericolosi di cui è conoscenza