Virginia Roberts: “Un’orgia con Epstein e il principe Andrea”

| L’ex schiava sessuale del finanziere pedofilo continua a svelare particolari della sua allucinante adolescenza. Una volta subì così tanta violenza fisica da finire all’ospedale con emorragie interne

+ Miei preferiti
Virginia Roberts Giuffre, la “schiava del sesso” di Jeffrey Epstein, non ha alcuna intenzione di mollare la presa. Si è rifatta una vita in Australia, nel Queensland, dove gestisce un pub insieme a suo marito Robert, un uomo molto protettivo, e tre figli che crescono tranquilli in un quartiere residenziale. Ma ha deciso di fare pace con il suo passato, con gli anni in cui era al servizio del miliardario pedofilo morto suicida in carcere lo scorso luglio, consapevole forse che la sua folle e insana corsa era arrivata alla fine.

Ma se Epstein ha negato al mondo e alle sue vittime il piacere di vederlo condannato, sono ancora tanti i suoi amici in circolazione: quelli che hanno approfittato di lei, diventata un giocattolo che girava il mondo su voli privati, e quando atterrava trovava ad attenderla soltanto letti diversi.

Virginia è tornata a far sentire la sua voce in questi giorni in una nuova udienza in tribunale, questa volta per raccontare alcuni episodi in cui era stata abusata così tanto e così a lungo da aver temuto il peggio. Aveva spesso emorragie, e una volta si era decisa a chiedere aiuto all’ospedale presbiteriano di New York, dopo settimane in cui combatteva con ferite interne dolorosissime. Non scende nel dettaglio, si limita a dire che era vittima di sanguinamenti vaginali prolungati, vertigini, nausea e “un dolore addominale acuto al basso ventre”. La conferma che quel che dice sia vero arriva dalle cartelle cliniche, mostrate in diretta televisiva da “Channel 4”. “Senza scendere nei dettagli delle pratiche sessuali che sono stata costretta a subire, ci sono stati momenti in cui sono stata così maltratta fisicamente che non sapevo se sarei sopravvissuta".

Nella stessa udienza è tornata ad accusare il principe Andrea, il terzogenito della Regina Elisabetta, che al contrario continua a imperterrito a negare qualsiasi coinvolgimento, malgrado diverse prove dimostrino che l’amicizia con Epstein era ben più che una conoscenza occasionale. “Io, Epstein, Andrea e altre otto giovani ragazze abbiamo fatto un’orgia. Le altre ragazze sembravano tutte minorenni e non parlavano inglese. Ricordo che Epstein era molto divertito dal fatto che non riuscissero a comunicare, raccontando che in base alla sua esperienza proprio quello è il genere di ragazze con cui è più facile e veloce andare d’accordo”.

Nelle stesse ore, Mike Fisten, un detective della Florida incaricato di indagare per conto delle vittime, ha svelato di essere riuscito a scovare una rubrica telefonica di Epstein nascosta nella sua faraonica villa di Palm Beach. “Quella rubrica ci ha portato in giro per il mondo: nelle pagine riservate a Londra, sotto il nome di Andrew, ci sono 13 diversi numeri telefonici di Buckingham Palace”. Secondo Fisten, che sta faticosamente ricostruendo un pezzo dopo l’altro la frequentazione del principe con il finanziere pedofilo, i due si sarebbero visti almeno 10 volte in 10 anni: ma altre rivelazioni, ben più compromettenti, le racconterà a giorni davanti alle telecamere di “Channel 4”, in un’intervista che annuncia risvolti clamorosi.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Nella denuncia appena presentata, l’ennesima vittima del miliardario pedofilo racconta un incontro con l’allora tycoon: “Sorridevano complici, erano amici”
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le due isole caraibiche in cui per anni il miliardario ha ospitato, rinchiuso e violentato centinaia di ragazzine, sono entrate nel mirino dell’arcipelago americano
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
La supermodella potrebbe comparire fra i 120 giurati che decideranno le sorti dell’ex produttore di Hollywood accusato di stupro
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Chauntae Davies, una giovane reclutata da Ghislaine Maxwell, nel 2002 ha partecipato ad un viaggio in Africa in cui erano presenti Kevin Spacey e l’ex presidente Clinton, definito “un vero gentiluomo”
The Harvey Weinstein show
The Harvey Weinstein show
L’ex produttore hollywoodiano è arrivato in tribunale con il deambulatore: rischia l’ergastolo. A scaldare la folla in attesa ci ha pensato Rose McGowan, una delle sue prime accusatrici
Harvey Weinstein si prepara al processo
Harvey Weinstein si prepara al processo
A poche ore dall’inizio delle udienze in cui dovrà rispondere di due stupri, l’ex produttore si è confidato con la CNN
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
Ghislaine Maxwell, sotto massima protezione
La complice del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein vivrebbe spostandosi di continuo, sotto la protezione delle intelligence di potenze straniere per via dei tanti i segreti pericolosi di cui è conoscenza
La cugina Christina, l’ultimo imbarazzo della Royal Family
La cugina Christina, l’ultimo imbarazzo della Royal Family
Cugina di secondo grado di Andrea e scrittrice di successo, Christina Oxemberg sta raccontando a puntate che Epstein e la Maxwell lo consideravano “un povero idiota”. Pesanti rivelazioni anche sulla sua famiglia
Kaja Sokola, la nuova tegola di Weinstein
Kaja Sokola, la nuova tegola di Weinstein
Ex modella polacca, faceva parte della class action con cui gli avvocati del produttore avevano raggiunto un accordo. Ma lei si è staccata presentando denuncia di stupro da sola: “Mi ha rovinato la vita”