VENDETTA #METOO, WEINSTEIN
IN CELLA PER DUE STUPRI

| L'attrice Rose Mc Gowan: "Eravamo ventenni con la speranza di diventare attrici, stuprate e terrorizzate dalla sue rete di complicità". Inchieste anche a Londra e Los Angeles. L'avvocato: "solo e triste". Cauzione da 10 milioni

+ Miei preferiti
di Germano Longo e Massimo Numa

Il suo avvocato di New York, Benjamin Brafman, si è limitato a dichiarare che Weinstein in questo momento è molto "solo e arrabbiato”. Harvey Weinstein si è presentato al commissariato di Lower Manhattan a New York per consegnarsi alle autorità. È uscito dopo poche ore con le manette ai polsi, quasi sorridente verso i reporter. La polizia ha riferito che Weinstein è stato "arrestato, incriminato e accusato di stupro, crimini sessuali, abusi sessuali e cattiva condotta sessuale per casi che coinvolgono due diverse donne". Nella nota la polizia di New York ringrazia "le coraggiose vittime per essersi fatte avanti e aver cercato giustizia". E' indagato per crimini sessuali anche a Los Angeles e Londra. Sempre secondo la Cnn la cauzione sembrava fissata in due milioni di dollari (circa 1,7 milioni di euro). Invece è salita a 10 milioni di dollari. I media americani parlano anche di scarcerazione a fronte dell'uso di un braccialetto elettronico e dell'obbligo di consegnare il proprio passaporto. All'arrivo al commissariato, il 66enne non ha fatto alcuna dichiarazione alla stampa. Weinstein finora si trovava in una clinica rehab per curare la dipendenza da sesso.

"Scrivete Me Too se è accaduto anche a voi" 

Tutto iniziò quando, l'attrice  Alyssa Milano, postò queste poche parole la sera del 15 ottobre 2017 su Twitter: "Se anche voi siete state sessualmente molestate o assaltate, scrivete “Me too” in risposta a questo tweet". In poche ore ci furono 40 mila risposte e decine di segnalazioni da parte di presunte vittime. E così, oggi, #MeToo è diventato uno dei movimenti d'opinione più importanti ed influenti non solo negli Usa.
Alyssa Milano ispirò il MeToo#
 E' una giornata storica, l'attrice e attivista Rose McGowan ha commentato con estrema gioia la notizia che Harvey Weinstein, che lei accusa di averla violentata 20 anni fa, è stato costretto a costituirsi nell'Ufficio centrale della polizia di New York, sarà accompagnato dall'avvocato Benjamin Brafman. "Io, e così tante vittime di Harvey Weinstein, avevamo rinunciato alla speranza che il nostro stupratore sarebbe stato ritenuto responsabile dalla legge, vent'anni fa giurai che avrei corretto questo errore. Oggi siamo un passo più vicini alla giustizia", dice Mc Gowan. Poi: "Eravamo giovani donne che sono state aggredite da Weinstein e poi terrorizzate dalla sua vasta rete di complicità. Io sono con i miei compagni sopravvissuti. Che il suo arresto dia speranza a tutte le vittime e a tutti i sopravvissuti che ovunque dicono la loro verità".
L'attrice Laura Evans
McGowan ha anche commentato il report della CNN su Morgan Freeman, otto donne e otto testimoni aggiuntivi accusato l'attore di cattiva condotta sessuale e comportamento inappropriato. "So che i vostri idoli stanno cadendo, so che fa male essere delusi, ma immaginate se quella persona che pensavate di conoscere come una persona normalel vi avesse sessualmente molestato".
Rose Mc Gowan
Infine McGowan ha twittato. "Mantenete la rotta, saremo migliori per questo". L'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan si sta preparando a presentare nuove accuse contro Weinstein dopo mesi di indagini della polizia. Nel 2004 avrebbe costretto l'attrice Laura Evans a un rapporto sessuale, con la solita scusa di un provino. Nel 2010 stuprò l’attrice Paz de la Huerta, dopo averla invitata nella sua casa newyorkese per una festa dove però non c'erano invitati ma solo lui in accappatoio. Le presunte vittime delle attenzioni dell'infaticabile produttore sono 79, per ora. Ci sono anche le attrici italiane Asia Argento e la torinese Ambra Battilana; le star Angelina Jolie e Gwneth Paltrow. La mattina dopo c’erano già 30 mila repliche.
Ashley Judd
 MeToo# è "il fenomeno più importante degli ultimi anni", ha scritto Time che ha dedicato la copertina della «Persona dell’anno» ai «Silence Breakers». Già, perchè la sete di denunce, dal mondo dorato di Hollywood, s'è esteso in ogni settore di lavoro, dall'agricoltura alla scuola, alle carceri, alle  Forze Armate,alla politica ovunque siano in corso relazioni sociali. A livello globale. Infine la denuncia dell'attrice Ashley Judd, stava per essere stuprata in albergo ma riuscì a fuggire.
L'attrice Ambra Battilana
La mossa di Weinstein è un modo per collaborare con la procura, evitando così un degradante arresto pubblico. Ma non è finita qui: dovrà affrontare un'ulteriore indagine penale da parte di Scotland Yard a Londra e dell'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles. I procuratori federali inoltre stanno indagando per vedere se alcune delle presunte aggessioni sessuali di Weinstein siano state a suo tempo "coperte" da una parte delle istituzioni, grazie alle sue amicizie altolocate soprattutto tra i Dem. Clinton compresi.
 
Video
Galleria fotografica
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 1
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 2
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 3
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 4
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 5
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 6
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 7
VENDETTA #METOO, WEINSTEIN<br>IN CELLA PER DUE STUPRI - immagine 8
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro
Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro
L’attrice americana, fra le prime ad accusare Weistein, ha raccontato di aver subito tre stupri e di essere rimasta incinta: “Non potevo pensare di diventare madre del figlio del mio violentatore”
Allison Mack, il diavolo di Hollywood
Allison Mack, il diavolo di Hollywood
La star di “Smalville” confessa di aver fatto parte di “Nxvim”, la setta per cui reclutava giovani donne da ridurre in schiavitù sessuale. Un’indagine che era nata da un’inchiesta del New York Times nel 2017, coinvolti altri nomi celebri
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Allenatore 28enne scattava le immagini da un lucernario: sorpreso, è stato denunciato ai carabinieri. Subito cacciato dalla società di Carpi
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Spunta dagli archivi di uno studio legale un video di 3 ore dove per la prima e unica volta il Re del Pop viene interrogato sugli abusi sessuali. Nervoso ed evasivo, si paragonò a Gesù
Sesso sull'auto-pattuglia, agente e prof licenziati
Sesso sull
Il vice-sceriffo di Indian River aveva dato un passaggio all'insegnante dopo una partita tra studenti ma aveva lasciato una traccia sul sedile dell'auto. I colleghi hanno scoperto che il Dna era il suo. "E' cioccolato bianco", si era difeso
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Il 6 maggio, l’ex padrone di Hollywood dovrà comparire in tribunale per rispondere di cinque capi d’accusa. Quasi 100 sono le donne che lo accusano
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
Un sorridente Kevin Spacey sotto scorta in Tribunale per difendersi dalle accuse di molestie sessuali verso un cameriere di Nantucket. Si dichiara "innocente" ma rischia cinque anni di carcere
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
L'attore, accusato di avere aggredito sessualmente un 18enne a Nantucket nel 2016, aveva chiesto ai giudici di non comparire durante il processo. Richiesta respinta
Kevin Spacey predatore, spunta un video
Kevin Spacey predatore, spunta un video
L'attore avrebbe pesantemente molestato un cameriere 18enne, cercando di convincerlo a seguirlo in albergo. Ma la vittima era riuscita a filmarlo durante l'aggressione. Fra pochi giorni il via al processo in scena a Boston