"Mantenere le distanze anche in famiglia"

| L'ISS pubblica i consigli per il ricambio dell'aria degli ambienti chiusi

+ Miei preferiti

"Mantenere le distanze anche in famiglia" per ridurre i rischi legati alla diffusione del Coronavirus. Lo ha detto il commissario straordinario per l’emergenza Angelo Borrelli. "Dobbiamo fare un sacrificio tutti quanto in questo periodo, la regola principale è mantenere le distanze anche in famiglia. Io mi sono permesso di impormi regole anche in casa, credo sia nell'interesse di ognuno di noi", ha detto Borrelli, che ha poi risposto così a chi gli ha domandato in quali occasioni sia consentito uscire di casa.

"E' chiaro che anche le valutazioni saranno adeguate da parte delle forze dell'ordine, però se la regola è non uscire o uscire lo stretto necessario bisogna avere una valida ragione. Portare il cane a fare i bisogni secondo me è una motivazione valida, ma è importante evitare assembramenti. Mi rendo conto poi che in famiglia c'è promiscuità e vicinanza e che si tende ad abbassare le barriere protettive, ma un po' di prudenza sana non fa male a nessuno".

___________

Dai consigli sul ricambio d’aria in casa, negli uffici, nelle farmacie e in tutti i luoghi chiusi, all’uso dei prodotti detergenti per sanificare le superfici. Dagli impianti di ventilazione alla pulizia regolare dei filtri fino alla manutenzione e ai dosaggi dei detergenti. L'Istituto superiore di sanità (Iss) ha pubblicato sul suo sito una serie di consigli per tenere 'alla larga' il coronavirus dai luoghi chiusi. Si parte con una serie di raccomandazioni sul ricambio d’aria, i prodotti di pulizia e i sistemi di ventilazione, a cura del Gruppo di studio nazionale inquinamento indoor dell’Iss.

Cosa fare allora? "Aprire regolarmente le finestre scegliendo quelle più distanti dalle strade trafficate - suggeriscono gli esperti - Non aprire le finestre durante le ore di punta del traffico e non lasciarle aperte la notte; e ottimizzare l’apertura in funzione delle attività svolte".

Per quanto riguarda la pulizia occorre igienizzare "i diversi ambienti, materiali e arredi utilizzando acqua e sapone o alcol etilico 75% o ipoclorito di sodio 10%. In tutti i casi le pulizie devono essere eseguite con guanti e/o dispositivi di protezione individuale - precisano gli esperti - Non miscelare i prodotti di pulizia, in particolare quelli contenenti candeggina o ammoniaca con altri prodotti. Sia durante che dopo l’uso dei prodotti per la pulizia e la sanificazione, arieggiare gli ambienti".

Infine per gli impianti di ventilazione. Se si è a casa: "Pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione dell’aria dei condizionatori con un panno inumidito con acqua e sapone oppure con alcol etilico 75% - raccomanda l'Iss - Negli uffici e nei luoghi pubblici: gli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc) devono essere tenuti accesi e in buono stato di funzionamento. Tenere sotto controllo i parametri microclimatici (ad esempio la temperatura, l'umidità relativa, e la CO2). Negli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc) eliminare totalmente il ricircolo dell’aria. Pulire regolarmente i filtri e acquisire informazioni sul tipo di pacco filtrante installato sull’impianto di condizionamento ed eventualmente sostituirlo con un pacco filtrante più efficiente".

in collaborazione con ADNKRONOS