BlackFly, l'auto-volante del futuro prossimo

| Ultimi dettagli dopo il prototipo, la startup Opener è pronta a lanciare sul mercato BlacFly. Motori elettrici, leggerissima, percorre decine di miglia ad emissioni zero. Decolla in verticale, costa come un Suv. Video imperdibile

+ Miei preferiti

Forse Marc Leng sarà considerato come i fratelli Wright, pionieri del volo automatico. La startup californiana Opener, di cui è il CEO, dopo il primo show, dopo il debutto di BlackFly, annunciato come "il primo velivolo ultraleggero al mondo interamente elettrico a decollo e atterraggio verticale ad ala fissa (VTOL)”, sta lavorando alacremente sui dettagli. L'aereo o l’automonoposto (presto con spazio per tre persone), non richiede - per quanto riguarda le leggi Usa - che il suo autista abbia una licenza di pilota, né richiede alcuna "abilità speciale” e può contare su un sofisticato sistema di pilota-automatico. In caso di emergenza, basta selezionare il tasto back to home e BlacFly torna indietro. Gli operatori BlackFly saranno però tenuti a sostenere l'esame FAA Private Pilot, e organizzare corsi di formazione per gli aspiranti piloti, a cura dell'azienda, afferma il CEO Marcus Leng.

Il BlackFly dovrebbe essere in grado di percorrere distanze fino a 25 miglia e raggiungere una velocità massima di 62 miglia all'ora. Il veicolo sarà anche dotato di un'opzione di Super Charging, il che significa che basteranno 25 minuti di carica per rialimentare la batteria. Sarà molto silenzioso e alimentato da 8 motori elettrici assai potenti. I proprietari potranno programmare rotte e definire i perimetri di volo dei  BlackFlys, sicuri così di rimanere all'interno di un'area predeterminata. In caso di emergenza, ritorno automatico a casa e l'opzione del paracadute balistico disponibile. Può decollare in verticale e atterrare in piccoli spazi ed è galleggiante. "Opener sta rinnovando l'arte del volo con un veicolo volante sicuro e conveniente che può liberare i suoi operatori dalle restrizioni quotidiane del trasporto via terra", ha detto Leng. "Offriremo prezzi competitivi nel tentativo di democratizzare il trasporto personale tridimensionale. La sicurezza è stato il nostro obiettivo primario nello sviluppo di questa nuova tecnologia. Opener introdurrà questa innovazione in modo controllato e responsabile”. Conveniente, perché il costo non dovrebbe superare i 100 mila dollari. Negli ultimi nove anni, Opener è rimasta “coperta” per sviluppare il progetto della sua auto volante a emissioni zero. Piano ambizioso. Opener spera di immettere i suoi veicoli "ad alta efficienza" nelle reti di pendolari, alimentati da energia rinnovabile e richiedono potenze ridotte, per sollevare una struttura in materiali ultra leggeri, con il prototipo che pesa circa 150 chili. Il BalckFly arriva smontato per posta a casa e, secondo Leng, basta un’oretta per montarlo e per renderlo operativo. I comandi sono semplici, le funzioni ridotte all’essenzialità. Chiunque può imparare a pilotarlo. "Il futuro dell'aviazione inizia oggi", ha dichiarato Alan Eustace, Direttore di Opener ed ex dirigente della sezione scientifica di Google - Il sogno del volo, che era così difficile e costoso da ottenere, sarà presto alla portata di milioni di persone. Opener vuole che volare sia anche un divertimento, in mondo ricco di nuove possibilità per l’uomo”.

 
Video
Industria
2020, un disastro per l’auto
2020, un disastro per l’auto
Le vendite sono crollate in tutta l’Europa, con l’Italia che registra un calo del 27,9%. Male quasi tutti i marchi, a cominciare dal gruppo FCA
L’allarme dell’automotive: 15 settimane al disastro
L’allarme dell’automotive: 15 settimane al disastro
Rimane poco tempo per salvare il settore auto dell’UE e della Gran Bretagna dal rischio di perdere 110 miliardi di Euro per una Brexit senza accordo
Arriva «Stellantis», la nuova galassia dell’auto
Arriva «Stellantis», la nuova galassia dell’auto
È il nome scelto per la nuova creatura industriale che riunisce gli italo-americani di FCA con i francesi di PSA. Amministratore delegato Carlo Tavares
Regno Unito: 197 auto prodotte ad aprile
Regno Unito: 197 auto prodotte ad aprile
Il numero più basso di sempre, neanche paragonabile al crollo durante la Seconda Guerra Mondiale. Tutto il mercato dell’auto in profondo rosso
Renault & Nissan, ancora più vicine per non crollare
Renault & Nissan, ancora più vicine per non crollare
I due marchi hanno un disperato bisogno di aiuto, e l’alleanza che Carlos Ghosn ha costruito potrebbe essere la loro unica speranza di salvezza
Il braccio della morte degli aerei
Il braccio della morte degli aerei
Lo stop ai voli ha costretto industrie aeronautiche e compagnie a trovare una sistemazione ai loro velivoli. Ma non tutti torneranno a volare, per diversi lo stop equivale alla fine della carriera
Virgin Group sull’orlo del baratro
Virgin Group sull’orlo del baratro
Il colosso creato da Sir Richard Branson fortemente penalizzato dalla pandemia: buona parte delle sue società si occupano viaggi, tempo libero, turismo e crociere. A rischio Virgin Atlantic e Virgin Australia
Renault e Nissan pronte al divorzio
Renault e Nissan pronte al divorzio
Dopo vent’anni di alleanza, il caso Carlos Ghosn ha inasprito ancor di più rapporti che non sono mai stati idilliaci. Secondo il Financial Times i giapponesi stanno lavorando per una separazione in tempi brevi
Volkswagen apre ai rimborsi sul Dieselgate
Volkswagen apre ai rimborsi sul Dieselgate
Il colosso di Wolfsburg starebbe trattando un risarcimento con la Federazione dei consumatori tedeschi: va accettata dal 70% dei 440mila clienti che hanno citato in giudizio VW
FCA-PSA, è nato un colosso
FCA-PSA, è nato un colosso
La fusione, perfezionata nel giro dei prossimi mesi, crea un gruppo da 9 milioni di veicoli all’anno e 170 miliardi di utile operativo, a cui aggiungere 3,7 miliardi di risparmi grazie a sinergie e scambio di tecnologie