FCA, Elkann: l’auto non è in vendita

| Allo studio del presidente la fusione con altri gruppi automobilistici, la collaborazione tecnologica e anche più probabili alleanze con i colossi dell’hi-tech

+ Miei preferiti
Dopo settimane di voci insistenti sul futuro di “FCA Group”, il colosso italo-americano dell’auto che secondo alcune voci sarebbe stato vicino ad una fusione con i francesi di “PSA Group”, il “Financial Times” tenta di mettere ordine. L’autorevole quotidiano economico-finanziario inglese racconta le strategie su cui sarebbe al lavoro John Elkann. Il presidente, definito “un baluardo della dinastia” e “il perfetto modello di moderno industriale”, un manager alle prese con momenti difficili come la morte del nonno e il cambio di quattro amministratori delegati fra il 2002 ed il 2004, avrebbe allo studio un futuro al momento sospeso fra fusione, unione o di semplice accordo tecnologico per creare piattaforme di condivisione con grandi gruppi.

Secondo alcune indiscrezioni, FCA avrebbe rifiutato la proposta di fusione con in francesi di PSA, su mandato della famiglia Agnelli, che non intende disfarsi dell’auto, malgrado l’eventualità avrebbe potuto creare un colosso con cui contrastare l’avanzata di Volkswagen e l’egemonia di “Renault-Nissan-Mitsubishi”. Una chiusura, almeno in parte, che tuttavia non escluderebbe l’ipotesi di una stretta collaborazione sulla creazione di piattaforme comuni sui cui ipotizzare nuove generazioni di modelli elettrici o elettrificati. A favore dell’ipotesi c’è il recente rinnovo dell’accordo sui veicoli commerciali che adesso includerebbe anche il marchio “Opel” fra coloro che sono autorizzati a sfruttare la piattaforma comune.

Fra le ipotesi anche quella di intese con giganti dell’hi-tech come “Waymo”, il progetto di driverless car di “Alphabet” (Google), “Uber”, “Amazon” e “Microsoft”, queste ultime in realtà già impegnate rispettivamente con Volkswagen e GM. Per avere dettagli in più sulle strategie e gli scenari ipotizzati da Elkann bisogna attendere il prossimo 12 aprile, nel corso dell’assemblea generale in programma ad Amsterdam.

Industria
L’allarme dell’automotive: 15 settimane al disastro
L’allarme dell’automotive: 15 settimane al disastro
Rimane poco tempo per salvare il settore auto dell’UE e della Gran Bretagna dal rischio di perdere 110 miliardi di Euro per una Brexit senza accordo
Arriva «Stellantis», la nuova galassia dell’auto
Arriva «Stellantis», la nuova galassia dell’auto
È il nome scelto per la nuova creatura industriale che riunisce gli italo-americani di FCA con i francesi di PSA. Amministratore delegato Carlo Tavares
Regno Unito: 197 auto prodotte ad aprile
Regno Unito: 197 auto prodotte ad aprile
Il numero più basso di sempre, neanche paragonabile al crollo durante la Seconda Guerra Mondiale. Tutto il mercato dell’auto in profondo rosso
Renault & Nissan, ancora più vicine per non crollare
Renault & Nissan, ancora più vicine per non crollare
I due marchi hanno un disperato bisogno di aiuto, e l’alleanza che Carlos Ghosn ha costruito potrebbe essere la loro unica speranza di salvezza
Il braccio della morte degli aerei
Il braccio della morte degli aerei
Lo stop ai voli ha costretto industrie aeronautiche e compagnie a trovare una sistemazione ai loro velivoli. Ma non tutti torneranno a volare, per diversi lo stop equivale alla fine della carriera
Virgin Group sull’orlo del baratro
Virgin Group sull’orlo del baratro
Il colosso creato da Sir Richard Branson fortemente penalizzato dalla pandemia: buona parte delle sue società si occupano viaggi, tempo libero, turismo e crociere. A rischio Virgin Atlantic e Virgin Australia
Renault e Nissan pronte al divorzio
Renault e Nissan pronte al divorzio
Dopo vent’anni di alleanza, il caso Carlos Ghosn ha inasprito ancor di più rapporti che non sono mai stati idilliaci. Secondo il Financial Times i giapponesi stanno lavorando per una separazione in tempi brevi
Volkswagen apre ai rimborsi sul Dieselgate
Volkswagen apre ai rimborsi sul Dieselgate
Il colosso di Wolfsburg starebbe trattando un risarcimento con la Federazione dei consumatori tedeschi: va accettata dal 70% dei 440mila clienti che hanno citato in giudizio VW
FCA-PSA, è nato un colosso
FCA-PSA, è nato un colosso
La fusione, perfezionata nel giro dei prossimi mesi, crea un gruppo da 9 milioni di veicoli all’anno e 170 miliardi di utile operativo, a cui aggiungere 3,7 miliardi di risparmi grazie a sinergie e scambio di tecnologie
FCA-PSA: è fatta
FCA-PSA: è fatta
Manca l’ufficializzazione, ma il via libera dai cda dei due gruppi è arrivato ieri. Nasce il quarto gruppo mondiale automobilistico, con un patrimonio di 8,7 milioni di auto e 200 miliardi di euro di fatturato. Elkann presidente, Tavares ad