Chi è Luca Traini, il "giustiziere" nel nome di Pamela

| "Vado a sparare ai neri", aveva detto agli amici del bar. Raid folle lungo le strade di Macerata. Aveva frequentato Casa Pound. Alle elezioni amministrative si era candidato con la Lega Nord. Zero preferenze

+ Miei preferiti

Vado a sparare ai neri”. Luca Traini, il ventottenne che ha mandato in tilt la sua città sparando da una alfa 147 a persone di colore, era premeditato. Nel 2017 Traini si era candidato per la Lega Nord alle comunali di Corridonia, ottenendo zero preferenze, in passato è stato vicino a Forza Nuova e Casa Pound: “Direi che da una decina d’anni era diventato così, prima aiutava il prossimo, era un buono – ha rivelato Francesco Clerico, titolare della palestra Robbys  che in passato è stato obbligato a cacciare Traini dalla sua struttura – gli hanno inculcato idee sbagliate, è cambiato. Non ci aveva mai dato problemi in palestra. Aveva anche amici di colore. Ho provato tante volte a farlo ragionare. Chi si aspettava questo? Era andato in cura da uno psichiatra, che a quanto diceva lo aveva giudicato ‘border line’. Aveva una situazione familiare disastrosa: il padre se n’era andato quando era piccolo e la madre, anche lei con grossi problemi, lo aveva cacciato più di recente”. Sei i feriti, alcuni proiettili sono stati sparati anche in direzione della sede del Partito Democratico, fino all’arrivo nei pressi del Monumento ai Caduti, dove la sua folle corsa è terminata con l’arresto da parte delle forze dell’ordine, ma non prima di indossare il tricolore sulle spalle e rivolgere il saluto fascista ai carabinieri.

LA CRONACA DI IERI

Attimi di panico a Macerata: questa mattina, intorno alle 11, da un’auto lanciata a folle corsa per le vie della città sono stati esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di extracomunitari. Dopo una caccia all'uomo e diversi posti di blocco, l'uomo è stato bloccato in piazza della Vittoria, di fronte al Monumento ai Caduti: ha fermato l'auto, è sceso e prima di essere bloccato dalle forze dell'ordine ha sventolato la bandiera italiana seguita dal saluto fascista, senza opporre alcuna resistenza. Identificato, si chiama Luca Traini, 28 anni, incensurato, originario di Tolentino, era stato candidato nelle liste della Lega Nord alle comunali di Corridonia. Recuperata anche la pistola. Una follle reazione dopo la tragica morte di Pamela, seguita ad alcune minacce e commenti razzisti comparsi sul profilo Facebook della madre della ragazza. Sei le persone ferite, in corso Cairoli, via Velini e via Spalato. Il sindaco della città, Romano Carancini, ha invitato la cittadinanza attraverso i social: “Restate in casa fino a nuova comunicazione”. Il premier Gentiloni ha seguito gli sviluppi della vicenda da Palazzo Chigi, restando a stretto contatto con il Ministro Minniti e il capo della polizia Gabrielli.

Solo dopo che l'uomo è stato assicuratio alla giustizia, il sindaco ha dichiarato il cessate allarme: "Rientrata la situazione di pericolo: l'uomo che girava armato per la città è stato arrestato".

Italia
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi
L’Italia si è fermata
L’Italia si è fermata
Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico