Alice, la bagnina che nessuno vuole

| Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina

+ Miei preferiti
È finita sulle prime pagine dei giornali nazionali la vicenda surreale di Alice Soldi, 26enne di Fano, laureata in biologia, con anni di nuoto agonistico e un brevetto da bagnina ottenuto tre anni fa. Da allora, la giovane tenta inutilmente di proporsi come assistente ai bagnanti inviando domanda a diversi stabilimenti balneari o piscine sul litorale marchigiano, ma nessuno le risponde. O meglio, i pochi che lo fanno la ritengono poco adatta al ruolo, che secondo lo stereotipo è riservato ad aitanti omaccioni muscolosi e non ad una ragazza, perfino troppo carina per essere credibile.



Eppure Alice sa usare perfettamente il defibrillatore, come testimoniato dal brevetto Bls-d che la rende idonea al soccorso in mare, piscine e acque interne. “Per lavorare sono costretta a spostarmi a Numana, un’ottantina di km da Fano, con un notevole aggravio dei costi: mi piacerebbe fare la bagnina sulle spiagge della mia zona”.

“Circa tre anni fa - ha raccontato Alice - con in tasca il brevetto da bagnina, ero passata da uno stabilimento balneare all’altro, dalle spiagge di Fano a quelle di Pesaro, per consegnare il mio curriculum con la speranza di trovare lavoro. Ma tante volte mi sono sentita dire - a volte anche con toni maliziosi - che non assumevano ragazze perché “come fa una ragazza ad andare a salvare un uomo grosso che affoga in mezzo al mare?”. O altri commenti in dialetto di “una ragazza, anche carina, che distrarrebbe i bagnanti e li farebbe affogare tutti”. Purtroppo non ho trovato questi commenti né simpatici né spiritosi, ma ho visto una chiara discriminazione sessuale. Un unico stabilimento sembrava interessato alla mia candidatura, ma al momento del colloquio, quando ho chiesto informazioni tecniche su orari di lavoro, attrezzature e stipendio mi sono sentita rispondere dal gestore: “Se ti truccassi saresti molto più carina”. E poi messaggi sul cellulare che iniziavano con: “Buongiorno principessa…”. Così ho preferito fare la bagnina per tre anni nelle bellissime spiagge della Riviera del Conero, suscitando anche l’attenzione del sindaco di Numana che si meravigliava di come Fano e Pesaro non assumessero ragazze”.



Tre anni dopo Alice ci ha riprovato di nuovo, inviando 11 curriculum, ma nessuno le ha risposto: “Tornerò a Numana, dove il mio lavoro è apprezzato quanto quello di un uomo: in acqua non conta la forza fisica, ma saper soccorrere efficacemente e saper nuotare bene”.

Galleria fotografica
Alice, la bagnina che nessuno vuole - immagine 1
Alice, la bagnina che nessuno vuole - immagine 2
Italia
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Lo sfogo amaro dello studente pugliese che insieme ad Amanda Knox è stato assolto dall'accusa di avere ucciso Meredith Kercher, ma che ancora oggi è costretto a vivere con “un marchio d’infamia”
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Tanti sono i bambini nati con malformazioni che, come denunciato dai Verdi, il governo ha preferito oscurare prima delle elezioni
Bomba in un terreno nel bresciano
Bomba in un terreno nel bresciano
Domenica 16 giugno le operazioni di disinnesco dell’ordigno, ritrovato in un terreno agricolo di Adro, nel bresciano. Più di 2.000 le persone evacuate per precauzione
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
In pochi ancora lo dicono, ma modi e tempi delle chiusure delle due aziende sono la dimostrazione dell’incapacità del ministro del Mise. E un altro caso è pronto ad esplodere: quello di Auchan
Provincia delle mie brame…
Provincia delle mie brame…
Il Sole 24 Ore ha stilato una interessante classifica sulla qualità della vita in Italia. La migliore provincia in cui risiedere è Bolzano, la peggiore Rieti. Numerosi gli indicatori presi in esame
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo
Arolla, inchiesta chiusa: verso l'archiviazione?
Arolla, inchiesta chiusa: verso l
Lo rivelano i media svizzeri ma le conclusioni della procura Vallese sono ancora incerte. Nuove testimonianze sulle ultime ore del gruppo italiano investito dalla tempesta. La polizia: "Erano tutti ben equipaggiati"