Alice, la bagnina che nessuno vuole

| Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina

+ Miei preferiti
È finita sulle prime pagine dei giornali nazionali la vicenda surreale di Alice Soldi, 26enne di Fano, laureata in biologia, con anni di nuoto agonistico e un brevetto da bagnina ottenuto tre anni fa. Da allora, la giovane tenta inutilmente di proporsi come assistente ai bagnanti inviando domanda a diversi stabilimenti balneari o piscine sul litorale marchigiano, ma nessuno le risponde. O meglio, i pochi che lo fanno la ritengono poco adatta al ruolo, che secondo lo stereotipo è riservato ad aitanti omaccioni muscolosi e non ad una ragazza, perfino troppo carina per essere credibile.



Eppure Alice sa usare perfettamente il defibrillatore, come testimoniato dal brevetto Bls-d che la rende idonea al soccorso in mare, piscine e acque interne. “Per lavorare sono costretta a spostarmi a Numana, un’ottantina di km da Fano, con un notevole aggravio dei costi: mi piacerebbe fare la bagnina sulle spiagge della mia zona”.

“Circa tre anni fa - ha raccontato Alice - con in tasca il brevetto da bagnina, ero passata da uno stabilimento balneare all’altro, dalle spiagge di Fano a quelle di Pesaro, per consegnare il mio curriculum con la speranza di trovare lavoro. Ma tante volte mi sono sentita dire - a volte anche con toni maliziosi - che non assumevano ragazze perché “come fa una ragazza ad andare a salvare un uomo grosso che affoga in mezzo al mare?”. O altri commenti in dialetto di “una ragazza, anche carina, che distrarrebbe i bagnanti e li farebbe affogare tutti”. Purtroppo non ho trovato questi commenti né simpatici né spiritosi, ma ho visto una chiara discriminazione sessuale. Un unico stabilimento sembrava interessato alla mia candidatura, ma al momento del colloquio, quando ho chiesto informazioni tecniche su orari di lavoro, attrezzature e stipendio mi sono sentita rispondere dal gestore: “Se ti truccassi saresti molto più carina”. E poi messaggi sul cellulare che iniziavano con: “Buongiorno principessa…”. Così ho preferito fare la bagnina per tre anni nelle bellissime spiagge della Riviera del Conero, suscitando anche l’attenzione del sindaco di Numana che si meravigliava di come Fano e Pesaro non assumessero ragazze”.



Tre anni dopo Alice ci ha riprovato di nuovo, inviando 11 curriculum, ma nessuno le ha risposto: “Tornerò a Numana, dove il mio lavoro è apprezzato quanto quello di un uomo: in acqua non conta la forza fisica, ma saper soccorrere efficacemente e saper nuotare bene”.

Galleria fotografica
Alice, la bagnina che nessuno vuole - immagine 1
Alice, la bagnina che nessuno vuole - immagine 2
Italia
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi
L’Italia si è fermata
L’Italia si è fermata
Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico
Fabrizio Corona torna in carcere
Fabrizio Corona torna in carcere
L’ex fotografo avrebbe violato più volte le limitazioni della misura dell’affidamento terapeutico, concessa per favorirne il recupero dalla tossicodipendenza