Azzurre di fatto, bianche per lo sponsor

| Riflessione a freddo su razzismo e dintorni. È diventata un caso la sparizione delle due pallavoliste di colore artefici dell’argento conquistato a Yokohama. Sommossa dei social, ma l’azienda respinge ogni accusa

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Farà anche fare “plin plin”, ma questa volta ha fatto “splash”. È meglio buttarla sull’ironia, perché la vicenda dell’acqua “Uliveto” rischia di aggiungersi a dati preoccupanti, che raccontano di una deriva razzista presa da questo paese. Contando male e in fretta, almeno dieci episodi in meno di due settimane: dal panettiere senegalese pestato a Sondrio alla donna africana menata in un parcheggio della Capitale, per finire con il senegalese cacciato al fondo di un bus a Trento, perché “di un altro colore”.

Ma la vicenda Uliveto fa male lo stesso, a questo paese e allo sport, perché di quello dovrebbe trattarsi, in fondo.

Tutto parte dall’argento mondiale conquistato a Yokohama dalle ragazze del Volley dopo una cavalcata entusiasmante, infranta solo di fronte all’esperienza e il carattere della formazione serba. Un argento che ha inorgoglito l’Italia intera, schierata in modo compatto dalla parte di una formazione giovane, che ha le carte in regola per fare bene al prossimo appuntamento olimpico. Fino a qui cose di sport, da liquidare a cavallo del week-end, fra il primo pareggio della Juve e Marquez campione del mondo MotoGp.

Ma purtroppo non è così: all’indomani dell’argento dell’Italvolley femminile, Uliveto - sponsor della Nazionale azzurra - ha pubblicato sui vari quotidiani una pubblicità con cui ringrazia la squadra, ricordando che anche le campionesse bevono Uliveto. O forse la bevevano, non si sa.

Il problema sta tutto in un dettaglio: nell’immagine delle ragazze azzurre, mancano all’appello Paola Egonu e Miriam Sylla, le due atlete di colore, casualmente coperte dalla gigantografia della bottiglia dell’acqua che piace anche a Del Piero e all’uccellino amico suo.

L’immagine pare sia stata pescata dall’archivio, e non si riferisce alla finale di Yokohama, ma la sparizione delle due atlete di colore ha scatenato i social, dividendoli equamente in due: da una parte chi è convinto si tratti di un esempio di caso e sfortuna, dall’altro chi pensa sia una neanche tanto velata questione di razzismo.

La “Uliveto”, azienda del gruppo “Cogedi”, rimanda al mittente ogni accusa: il direttore marketing Patrizio Catalano Gongaza parla di assoluta casualità, aggiungendo che le foto utilizzate nella pubblicità e nella comunicazione sono in realtà scelte dalla stessa Federazione Italiana Volley.

Ma era ormai troppo tardi: la gogna dei social, dove i processi si giudicano per direttissima, aveva già fatto partire la propria macchina di fango e fumo: meme, ironie, fotomontaggi e anatemi di ogni tipo verso l’acqua.

Dove stia di casa la verità è difficile dirlo con certezza, ma in fondo si tratta sempre di acqua che passa, va ed evapora. Speriamo.

Italia
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi
L’Italia si è fermata
L’Italia si è fermata
Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico