Dimitri tace ma la verità sulla morte di Erika si avvicina

| Il commesso di Biella ha saputo che non ci sono tracce degli aggressori della coppia e in casa non è stato rubato nulla

+ Miei preferiti
Dimitri Fricano s'è chiuso in un mutismo che sembra preludere una riflessione finalmente profonda  su quanto accaduto 9 giorni fa nella villetta di amici di San Teodoro, dove la sua findanzata Erika Prieti, 28 anni, di Pralongo, Biella, è stata sgozzata con un coltello da cucina. Lui ora è ricoverato nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Olbia. I carabinieri gli hanno spiegato che non è stato rubato nulla, che Rolex e soldi sono stati ritrovati: che non ci sono tracce degli uomini incappucciati che avrebbero tentato una rapina finita poi nel sangue; che nelle videoregistrazioni dei sistemi di sicurezza della zona non compaiono movimenti sospetti di auto nell'ora del delitto; che all'interno della cucina dove Erika ha cessato di vivere, dissanguata d due spaventose ferite nella gola, non ci sono tracce di terze persone, oltre a loro due. Allota  Dimitri, 28 anni, commesso in un negozio di un centro commerciale di Biella, tace. Sino all'ultimo il fidanzato ("non posso averla ucciso io ©l'amavo troppo, mi hanno colpito alla testa, ho perso isensi, quando mi sono ripresa Erika era morta") modello, prossimo al matrimonio con la ragazza che conosceva da 10 anni, ha cercato di convincere gli investigatori del suo racconto. Ora non più. C'è una strana aria di attesa, di qualcosa di definitivo e di chiaro, di una confessione liberatoria da parte di un ragazzo incensurato che forse ha saputo, attraverso un fatto imprevedibile, che la sua relazione stava per finire e ha perso la tsta, per pochi minuti, quando ancora impugnava il coltello trovato nei cassetti della cucina.  Gli inquirenti alla storia della rapina, credono poco. Non ci sono riscontri, ci sono troppe contraddizioni nel racconto di Dimitri, assistito affettuosamente dai genitori e dal fratello che per ora credono alla sua versione, con l'aiuto di due avvocati di fiducia.

I militari del tenente Andrea Leacche dell'Operativo dei carabinieri di Nuoro, insieme ai colleghi del Ris, negli ultimi giorni hanno eseguito un nuovo sopralluogo sulla scena del delitto. E per l'ennesima volta hanno accertato che all'interno della villetta non manca nulla. Fricano, in un primo momento, aveva dichiarato che dall'abitazione erano spariti il suo Rolex e 500 euro in contanti. Falso. Ora non resta che attendere. Lui è indagato per omicidio volontario, i carabinieri lo controllano a vista. Adesso tocca a lui dire la verità.

Italia
Provincia delle mie brame…
Provincia delle mie brame…
Il Sole 24 Ore ha stilato una interessante classifica sulla qualità della vita in Italia. La migliore provincia in cui risiedere è Bolzano, la peggiore Rieti. Numerosi gli indicatori presi in esame
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo
Arolla, inchiesta chiusa: verso l'archiviazione?
Arolla, inchiesta chiusa: verso l
Lo rivelano i media svizzeri ma le conclusioni della procura Vallese sono ancora incerte. Nuove testimonianze sulle ultime ore del gruppo italiano investito dalla tempesta. La polizia: "Erano tutti ben equipaggiati"
UN ANNO DOPO
Tragedia di Arolla, commosso e amaro ricordo
UN ANNO DOPO<br>Tragedia di Arolla, commosso e amaro ricordo
Nella notte del 30 aprile 2018, sulle montagne di Arolla, nel Vallese, si consumò una delle più gravi e dolorose tragedie della montagna degli ultimi anni. Sette persone morirono, uccise dall'ipotermia durante una tempesta
Rousseau, quando i grillini sono 'morosi'
Rousseau, quando i grillini sono
Su oltre 330 parlamentari, 61 non pagano le quote imposte dalla Casaleggio Associati, anche per una forma di dissenso verso una piattaforma on line spesso sotto accusa per il suo funzionamento. Conflitto di interessi?
Aumentano le “auto blu”
Aumentano le “auto blu”
Giallo, verde e blu: i primi due sono i colori simboli dei partiti al governo, l’ultimo quello delle auto della P.A., che invece di diminuire, aumentano grazie a due bandi Consip
Regeni: i genitori scrivono a Conte
Regeni: i genitori scrivono a Conte
In una lettera, inviata al premier attraverso il quotidiano Repubblica, i genitori di Giulio invitano Conte a pretendere la verità dal presidente Al Sisi