Donne che aiutano le donne

| Apre a Roma la prima sede italia di “Dress for Success”, associazione no-profit americana che si offre di supportare le donne nella ricerca dell’indipendenza economica: dall’abito giusto al business planning

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
La prima impressione, recita un antico adagio, è quella che conta. E certe regole valgono, ancora e sempre, anche nel terzo millennio: ad esempio presentarsi ad un colloquio di lavoro vestiti in modo trasandato, non è un bel modo di iniziare.

Una certezza che vale in ogni angolo del mondo e che nel 1996, a New York, ha spinto Nancy Lubin, ai tempi una semplice studentessa universitaria in cerca di occupazione, a investire i 5.000 dollari regalati dal nonno per creare “Dress for Success”, un’associazione no-profit dalla specializzazione unica: aiutare le donne a raggiungere l’indipendenza economica. Un’idea che nella metà degli anni Novanta, non ancora così martoriati dalla crisi, si è trasformata in un piccolo negozio di abiti usati ma in ottimo stato, da mettere a disposizione delle donne con poche possibilità economiche ma con l’urgente bisogno di trovare l’abito giusto, quello che secondo un altro adagio, “fa il monaco”. E mentre il passaparola diventava virale, Nancy è andata avanti, costruendo pian piano una rete di supporto che fosse in grado di fare da supporto a qualsiasi idea.

Nel tempo, l’associazione si è affinata, partendo dalle semplici questioni di immagine, fino ad espandere il proprio raggio d’azione verso un vero e proprio supporto a 360° alle donne rimaste senza occupazione da più di quattro mesi. Un successo che si è tradotto in 22 sedi in Nord America su 125 totali sparsi in 28 paesi, aperti nel giro di pochissimi anni.

Dress for Success è oggi una vera guida nell’intricato mondo del lavoro che tocca i punti dolenti di qualsiasi ricerca: da quelli pratici come i colloqui, la stesura di un curriculum efficace e il supporto di esperti in financial planning, networking e time management, ad altri più sottili, come ritrovare fiducia in sé stessi. Il tutto partendo ancora dall’idea iniziale di Nancy Lubin: trovare l’abito che più si addice al tipo di sfida o al colloquio da affrontare.

Mancava all’appello solo l’Italia, vuoto che sarà colmato l’8 marzo - data scelta non a caso - quando la prima sede italiana di Dress for Success sarà inaugurata a Roma, in via Casaletto 400, seguita a breve da una seconda apertura a Milano.

E tale e tanto è la eco che accompagna l’apertura della filiale italiana, che molte aziende hanno già donato abiti nuovi che rappresentano il capitale iniziale del centro, mentre sono in fase di ultimazione i corsi di formazione.

Per informazioni: 320.8638625 - https://dressforsuccess.org

Italia
'Di Maio sciacallo in cerca di voti', parola di Zingaretti
E Gigino: "Mai con il pd", criminalizzato per il caso Bibbiano. Zingaretti: "bugiardo seriale", "indecente", "pensa prima alle poltrone". Ecco i reciproci complimenti di chi sta varando il ribaltone. A pagare, come sempre, gli italiani
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Imane è morta per cause naturali?
Imane è morta per cause naturali?
Le anticipazioni di un’agenzia di stampa della relazione che sta per essere depositata dal team di medici legali sembrano escludere la morte violenta
L’ora della verità per i due Marò
L’ora della verità per i due Marò
Alla corte arbitrale de l’Aia sono iniziate le udienze finali per stabilire dove dovranno essere processati i fucilieri Latorre e Girone. La sentenza entro sei mesi
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Un cittadino del Bangladesh sarebbe stato trovato senza vita questa mattina. Fra notizie contrastanti il medico conferma la morte per cause naturali. Incendi e proteste
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Un uomo con problemi mentali ha tentato di scavalcare le barriere per lanciarsi lungo la massicciata della ferrovia. È successo a Torino, nella zona del parco Ruffini
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Pubblichiamo integralmente l’ordinanza emessa dal magistrato di Agrigento che si è occupato della vicenda della Sea Watch 3 e delle accuse alla sua capitana
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
Un epilogo da cardiopalma per la nave che da 17 giorni trasportava 40 migranti: la comandante Rakete arrestata, mentre i migranti saranno accolti da cinque paesi UE
Il ponte Morandi non c’è più
Il ponte Morandi non c’è più
Con una complessa operazione di ingegneria civile, quel che restava del viadotto Poncevera è stato demolito. Inevitabili i disagi per i genovesi e per i 3.400 residenti sfollati