"Gettata in mare perché piena di sabbia dava fastidio mentre la stupravamo"

| Orrore Rimini. Restano in carcere il congolese, i due marocchini e il nigeriano autori di raccappriccianti violenze contro i turisti polacchi. La trans massacrata di botte

+ Miei preferiti
Dalle carte del gip di Bologna che ha convalidato l'arresto di Guerlin Butungu, profugo congolese di 20 anni, ospite di una comunità del Pesarese, sbarcato in Italia nel 2015 con lo status di richiedente asilo, e dei tre minori (due marocchini e un nigeriano), cioè il branco che ha stuprato a Rimini una turista polacca e un trans di origine peruviana, emerge un quadro di sevizie così raccapriccianti da superare ogni limite. Hanno seviziato per un'ora la giovane polacca, dopo avere picchiato con estrema violenza il suo compagno. Botte, minacce, violenze di gruppo ripetendo e urlando "I kill you". Poi alla fine l'hanno, stordita e quasi incosciente, in acqua perché aveva "troppa sabbia nei genitali " ed era "fastidioso" mentre la stupravano. Nessuna pietà. Idem con la trans. Butungu ci ha provato a dire che lui voleva pagarla ma è falso. La vittima ha raccontato che erano pieni di sabbia, sporchi, aggressivi.
"SE HAI IL C...TI AMMAZZIAMO"
Afferrata per i capelli, trascinata dietro un cespuglio, colpita alla testa con una bottiglia. "Dì cosa sei, un uomo, una donna, se hai il c…ti ammazziamo", ha sibilato Butungu prima di aggredirla. Poi pugni in faccia, calci. Alla fine gettata per terra e violentata da tutti. I marocchini più crudeli e violenti, Il congolese attento alla regia di un film horror. Il nigeriano passivo e obbediente ma anche lui, alla fine, totalmente colpevole di quanto è accaduto. Le due vittime gli imploravano di lasciarle stare. La giovane polacca s'è trovata con il viso affondato nella sabbia, rischiando di soffocare, s'è difesa con tutte le sue forze ma la tenevano in tre. Resteranno in carcere, il maggiorenne rischia una pena di 20 anni, gli altri, i minorenni, meno. Chi potrebbe uscire presto è il quindicenne, per l'età e per i percorsi di recupero previsti per gli adolescenti. Con le compagne di scuole di vantava: "Le faccio bere e poi le stupro". Detto fatto. 


Italia
La blacklist della tirchieria
La blacklist della tirchieria
Il collettivo di rider “Deliverance Milano” ha diffuso i nomi dei volti noti che non lasciano mai la mancia, “neanche se piove”. Una ventina di nomi di ricchissime celebrità
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi