Il successo della nebbia in scatola

| Piace tanto agli inglesi e gli americani, la fitta nebbia raccolte sulle rive di un fiume friulano e messa in scatola. Un’idea con finalità benefiche, diventata una piccola vittoria del made in Italy

+ Miei preferiti

Questa storia ricorda un po’ un paradosso celebre: vendere i frigoriferi agli eschimesi. Un giochino dell’assurdo, certo, ma non per Ariis, piccolissima frazione di Rivignano Teor, provincia di Udine, ad una cinquantina di km dalla Slovenia.

Un posto dove l’aria è ottima che qualche anno fa rivendicò a Verona - documenti alla mano - le origini di Giulietta e Romeo, i due sfortunati amanti cantati da Shakespeare e si dice ispirati dalla vicenda friulane di Luigi Da Porto e Lucina Savorgnan Del Monte, parenti anche se di famiglie in guerra fra loro. Fu il bardo di Stratford-on-Avon a spostare la vicenda a Verona, si dice per favori politici.

Ma l’abilità dei 318 abitanti di Ariis non è quella di aver dato i natali ai due innamorati, anche se a quella ci tengono, quanto piuttosto la bravura a cui si accennava prima, quella del frigorifero spacciato a chi non ha alcun bisogno di freddo. Da Ariis, un’idea nata per beneficienza si è trasformata in un caso a dir poco clamoroso: la nebbia in barattolo. E nulla sarebbe, se uno dei posti da cui arrivano più richieste - insieme agli Stati Uniti - non fosse la Gran Bretagna, celebre per nebbie proprie ma evidentemente non ancora sazia.

La nebbia del Friuli viene raccolta da un piccolo gruppo di tre volontari, amici e titolari del “Kuyrie Eleison Bar”, in 14 punti precisi lungo le rive del fiume Stella, e soltanto in momenti particolari: nella settimana del solstizio d’inverno e nelle notti di luna piena. La nebbia, viene poi messa in scatola attraverso un macchinario segretissimo, ideato e realizzato dagli stessi volontari. All’interno, oltre alla dose di nebbia, non mancano le sorprese: la mappa dei punti di raccolta, un libercolo in cui si racconta il territorio, una manciata di sale degli antichi magazzini del paese ed un pugno della terra calpestata da Lucina Savorgnan e il suo amore sfortunato, Luigi Da Porto.

Il pezzo è fissato in 3,50 euro a barattolo, anche se chiunque può sentirsi libero di lasciare qualcosa in più, visto che l’operazione ha una finalità totalmente benefica: finanziare le attività e il restauro della piccola parrocchia locale.

Da Ariis, alla legittima curiosità che nasce dalle molte richieste anglosassoni, rispondono sicuri: “La nostra nebbia è più pura”. E dev’essere così per forza, visto che la media di vendite di un anno fiacco si aggira sui mille barattoli, ma in annate particolarmente fortunate sono già stati sfiorati i 5.000 pezzi.

Italia
Silvia Romano portata in Somalia
Silvia Romano portata in Somalia
È quanto emerge dalla indagini della procura di Roma, che sta svolgendo indagini con la collaborazione della polizia kenyana. Sempre più credibile l’ipotesi di un sequestro su commissione
'Di Maio sciacallo in cerca di voti', parola di Zingaretti
E Gigino: "Mai con il pd", criminalizzato per il caso Bibbiano. Zingaretti: "bugiardo seriale", "indecente", "pensa prima alle poltrone". Ecco i reciproci complimenti di chi sta varando il ribaltone. A pagare, come sempre, gli italiani
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Imane è morta per cause naturali?
Imane è morta per cause naturali?
Le anticipazioni di un’agenzia di stampa della relazione che sta per essere depositata dal team di medici legali sembrano escludere la morte violenta
L’ora della verità per i due Marò
L’ora della verità per i due Marò
Alla corte arbitrale de l’Aia sono iniziate le udienze finali per stabilire dove dovranno essere processati i fucilieri Latorre e Girone. La sentenza entro sei mesi
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Un cittadino del Bangladesh sarebbe stato trovato senza vita questa mattina. Fra notizie contrastanti il medico conferma la morte per cause naturali. Incendi e proteste
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Un uomo con problemi mentali ha tentato di scavalcare le barriere per lanciarsi lungo la massicciata della ferrovia. È successo a Torino, nella zona del parco Ruffini
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Pubblichiamo integralmente l’ordinanza emessa dal magistrato di Agrigento che si è occupato della vicenda della Sea Watch 3 e delle accuse alla sua capitana
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
Un epilogo da cardiopalma per la nave che da 17 giorni trasportava 40 migranti: la comandante Rakete arrestata, mentre i migranti saranno accolti da cinque paesi UE