Il figlio di Marco Biagi ucciso dalle Br: "Querelo Balzerani"

| INCHIESTA MORO/2 Indagine della procura di Firenze dopo le vergognose parole di Barbara Balzerani: "Il mestiere di vittima...credono di avere il monopolio della parola". Il figlio di Biagi: "La querelo"

+ Miei preferiti

La procura di Firenze ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati e senza ipotesi di reato, su alcune dichiarazioni fatte dall'ex br Barbara Balzerani nel corso di un incontro in un centro sociale di Firenze, il Cpa Firene Sud. È stata la Digos a trasmettere in procura un'informativa. L'ex brigatista era intervenuta, il 16 marzo scorso, giorno dell'anniversario della strage di via Fani e del rapimento di Aldo Moro, al Cpa-Firenze sud per la presentazione del suo ultimo libro, e nell'occasione aveva detto che "fare la vittima è diventato un mestiere". Sulle dichiarazioni di Barbara Balzerani, Lorenzo Conti, figlio del sindaco di Firenze Lando Conti, ucciso dalle br nel 1986, ha annunciato l''intenzione di querelare l'ex brigatista. E lunedì il Consiglio comunale di Firenze ha votato una mozione, a larga maggioranza, presentata dal centrodestra, nella quale si invita il sindaco a intraprendere le azioni necessarie per recuperare l'immobile occupato abusivamente da una decina d'anni dal Cpa-Firenze sud.

Barbara Balzerani (nella foto con Erri De Luca), dirigente-assassina della colonna romana delle Brigate Rosse, compagna allora del misterioso capo delle Brigate Rosse Mario Moretti, era in via Fani quando fu rapito Moro e sterminati senza pietà cinque uomini della sua scorta, in un contro a Firenze ha voluto spiegare il suo pensiero a proposito delle vittime sue e dei criminali con cui si accompagnava allora e anche oggi: "C'è una figura, la vittima, che è diventato un mestiere, questa figura stramba per cui la vittima ha il monopolio della parola. Io non dico che non abbiano diritto a dire la loro, figuriamoci. Ma non ce l’hai solo te il diritto, non è che la storia la puoi fare solo te”. Le ha risposto su Facebook Maria Fida Moro: "Che palle il quarantennale lo dico io che non l'ho provato e che l'ho subito e che ho il titolo per dirlo. Perché il quarantennale mi dà dolore. Ma la signora Balzerani non può dirlo perché lei è tra coloro che l'hanno provocato". 

Balzerani ai funerali di Gallinari


"Non ci sono vittime per sempre"

Ancora Balzerani: "Non è che se vai a finire sotto un'auto sei una vittima della strada per tutta la vita, lo sei nel tempo che ti aggiustano il femore...".  Il capo della polizia, il prefetto Gabrielli ha fatto una sintesi: “Vedere i brigatisti in tv era un oltraggio ai morti". Poi una riflessione di Balzerani su Facebook, dove raccoglie entusiastici commenti. E’ un’assassina che non solo non si pente, ma cerca continuamente qualche scusa  per avere ucciso degli innocenti in agguati alle spalle, contro persone disarmate, quattro contro uno o diciannove contro cinque, come in via Fani: "Abbiamo perso - scrive - non perché erano venute meno le nostre ragioni ma perché non avevamo affondato le armi della critica fino alla radice della mala pianta del profitto, e implacabile la realtà si è incaricata di mostrare l’evidenza di quanto tragico fosse l’abbaglio di un progresso basato sulla rapina coloniale, sulla neutralità dello sviluppo della tecnica e della pianificazione economica”. Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili. "Non è quello delle vittime un mestiere - ha detto - lo è invece quello di chi ha fatto parte di gruppi terroristici eversivi e oggi cerca di imporsi alle nuove generazioni con 'insegnamenti'. Taccia la Balzerani, e se quelli come lei continuano a sentirsi a un passo da Dio e quindi nel giusto, siano i circoli e le tv a smettere di dare loro microfoni in mano. Firenze ha già pianto anche troppo per l'arroganza di terroristi di ogni specie e davvero è l'ora di avere più rispetto per le vittime". Senza parole. Anni fa una congiunta del presidente Moro inviò panettoni in carcere per il Natale degli assassini dello statista. Qualcuno le chiese se avesse fatto altrettanto  con i familiari dei carabinieri e degli agenti trucidati come fossero niente, neanche uomini. Pare che se ne fosse dimenticata.

m.n.

Galleria fotografica
Il figlio di Marco Biagi ucciso dalle Br: "Querelo Balzerani" - immagine 1
Italia
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Imane è morta per cause naturali?
Imane è morta per cause naturali?
Le anticipazioni di un’agenzia di stampa della relazione che sta per essere depositata dal team di medici legali sembrano escludere la morte violenta
L’ora della verità per i due Marò
L’ora della verità per i due Marò
Alla corte arbitrale de l’Aia sono iniziate le udienze finali per stabilire dove dovranno essere processati i fucilieri Latorre e Girone. La sentenza entro sei mesi
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Un cittadino del Bangladesh sarebbe stato trovato senza vita questa mattina. Fra notizie contrastanti il medico conferma la morte per cause naturali. Incendi e proteste
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Un uomo con problemi mentali ha tentato di scavalcare le barriere per lanciarsi lungo la massicciata della ferrovia. È successo a Torino, nella zona del parco Ruffini
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Pubblichiamo integralmente l’ordinanza emessa dal magistrato di Agrigento che si è occupato della vicenda della Sea Watch 3 e delle accuse alla sua capitana
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
Un epilogo da cardiopalma per la nave che da 17 giorni trasportava 40 migranti: la comandante Rakete arrestata, mentre i migranti saranno accolti da cinque paesi UE
Il ponte Morandi non c’è più
Il ponte Morandi non c’è più
Con una complessa operazione di ingegneria civile, quel che restava del viadotto Poncevera è stato demolito. Inevitabili i disagi per i genovesi e per i 3.400 residenti sfollati
7 persone a rischio processo per Desirée
7 persone a rischio processo per Desirée
Sono accusate di violenza, spaccio e omicidio: la 16enne trovata senza vita in un edificio abbandonato a poca distanza dalla stazione Termini di Roma