Le vittime silenziose del ponte Morandi

| I contorni del disastro del 14 agosto non sono solo i 43 morti, ma coloro che sono stati sfiorati dalla morte, e faticano a riprendersi

+ Miei preferiti
Ad un mese esatto dalla tragedia del ponte Morandi di Genova e dalle commemorazioni previste per oggi, si scopre che le vittime del viadotto sono molte di più dei 43 morti di quel giorno di mezza estate.

C’è chi vittima in realtà non lo è perché non è caduto nel vuoto, ma è un semplice effetto collaterale di una tragedia che non dimenticherà mai. Sono così le centinaia di sfollati, che hanno dovuto dire addio alla propria abitazione - e siccome siamo in Italia - non sanno quando e se ne avranno un’altra. Poi ci sono le storie più piccole, infinitesimali, come quella di Adele, nome finto scelto da Tgcom24 per raccontare la storia di una ragazzina genovese che quel giorno, alle 11:36 del 14 agosto, stava guardando dai vetri della finestra della sua cameretta di uno dei tanti condomini sorti come funghi all’ombra del “ponte di Brooklyn” dei genovesi.

Adele ha visto tutto: le nuvole di fumo, il pronte sbriciolarsi, le auto e i camion cadere giù. Ha urlato, ed è stato l’ultimo suono uscito dalla sua gola. Da quel giorno, Adele non parla più.

Per comunicare con i genitori e il mondo intero usa i disegni. La stanno seguendo un’intera equipe di psicologi di “Emdr Italia”, che parlano di “un blocco che è peggiorato quando la famiglia di Adele è stata costretta a lasciare l’abitazione in cui viveva. Se è complicato per un adulto, immaginiamo per una bambina che in più aveva anche assistito al crollo”. Ma le speranze che Adele torni alla normalità ci sono tutte: si tratta di un blocco temporaneo, assicurano gli esperti. Anche se quel giorno non lo dimenticherà mai.

Italia
Promozione per Fabio Federici, il colonnello che ama la scrittura
Promozione per Fabio Federici, il colonnello che ama la scrittura
Nominato Capo di Stato Maggiore del Comando Legione dei Carabinieri “Emilia Romagna”, affiancherà il Generale Angrisani. A breve l’uscita del suo primo romanzo giallo
Norcia, dove si convive con il terremoto
Norcia, dove si convive con il terremoto
Sono decine i movimenti tellurici gravi che hanno distrutto la cittadina umbra. Fin dall’epoca romana, attraverso le grandi devastazioni con centinaia di vittime del medioevo, per giungere ai giorni nostri, con gravi danni alle costruzioni
TAV, a che punto siamo
TAV, a che punto siamo
Proseguono a ritmo serrato i lavori sui cantieri dell’alta velocità fra Italia e Francia. Oltre il 20% delle opere da realizzare già appaltate
La strage dei ragazzini
La strage dei ragazzini
Un Natale di sangue sulle strade italiane, con cinque vittime giovanissime. Gli inquietanti dati di un anno che si chiude con una media di 9 morti al giorno
Sister Act
Sister Act
In Sicilia, due suore di conventi diversi scoprono negli stessi giorni di essere incinta. La prima è un’italiana di 34 anni, la seconda una donna del Madagascar che ha preferito tornare in Patria. Lo sconcerto delle due comunità
La strage delle studentesse Erasmus avrà un processo
La strage delle studentesse Erasmus avrà un processo
Dopo una lunga serie di ricorsi ed esposti, per le famiglie delle 7 ragazze italiane morte sul pullman finito fuoristrada, si apre la speranza di sapere la verità
Mangia in un ristorante e sparisce: nuovi guai per Riccardo Bossi
Mangia in un ristorante e sparisce: nuovi guai per Riccardo Bossi
Il primogenito del Senatur, non nuovo a questo genere di imprese, denunciato da un ristoratore fiorentino per insolvenza fraudolenta
Tav: rotto l’ultimo diaframma del tunnel
Tav: rotto l’ultimo diaframma del tunnel
Alla presenza di autorità italiane e francesi, la fresa Federica ha infranto l’ultimo frammento del tunnel di base della linea ad alta velocità Torino-Lione
Silvia Romano portata in Somalia
Silvia Romano portata in Somalia
È quanto emerge dalla indagini della procura di Roma, che sta svolgendo indagini con la collaborazione della polizia kenyana. Sempre più credibile l’ipotesi di un sequestro su commissione
'Di Maio sciacallo in cerca di voti', parola di Zingaretti
E Gigino: "Mai con il pd", criminalizzato per il caso Bibbiano. Zingaretti: "bugiardo seriale", "indecente", "pensa prima alle poltrone". Ecco i reciproci complimenti di chi sta varando il ribaltone. A pagare, come sempre, gli italiani