Licenziati Comital: "Lotta ad oltranza"

| Ultima ora. Regione e sindacati pronti a riaprire subito il confronto con l'azienda ma i margini di manovra sono strettissimi

+ Miei preferiti
Si tenta ancora di salvare la Comital, l'azienda di Volpiano acquisita tempo fa da un gruppo francese. Per 140 operai sono state avviate le procedure di licenziamento. I manager francesi hanno annunciato che lo stabilimento sarà chiuso. La Regione, attraverso l'assessore al Lavoro Gianna Pentenero e il sindaco Emanuele De Zuanne.più yuyye le sigle sindacali, chiedono un nuovo incontro la proprietà, con l'aiuto del governo italiano che faccia da mediatore. I lavoratori continuano il presidio di fronte ai cancelli chiusi all'azienda. Una fabbrica storica che produce  laminati di alluminio per l'industria farmaceutica e alimentare. Un settore del mercato europeo che non è in crisi."Non è il lavoro che mancava - aveva spiegato un operaio, 18 anni di lavoro in azienda  -  ma un serio piano industriale. I francesi vogliono proteggere la produzione nazionale del gruppo e i lavoratori francesi. A noi ci hanno scaricato senza tanti complimenti, una politica coloniale, carica di disprezzo per noi, le nostre famiglie, il territorio. Adesso non c'è altro dare che cercarsi un altro lavoro, inutile illudersi. All'interno ci sono impianti all'avanguardia, porteranno via tutto, anche i nostri sacrifici e le nostre speranze di avere un futuro dignitoso. Fanno pagare solo a noi gli errori del management di questi ultimi tre anni". 
Italia
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi
L’Italia si è fermata
L’Italia si è fermata
Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico