L’Italia si è fermata

| Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico

+ Miei preferiti
Tecnicamente, il termine “recessione” indica una condizione in cui un paese non è più in grado di sfruttare la propria capacità produttiva, spesso perché cala la domanda interna di beni e servizi. Gli effetti, del tutto nefasti: aumento della disoccupazione, rallentamento della produttività, discesa dei consumi, difficoltà sempre maggiori nell’accesso al credito.

Esattamente quel che sta succedendo all’Italia. Dopo numerosi allarmi lanciati da mesi (lo 0,6% di crescita stimato dal Fondo Monetario, lo 0,2% della Commissione Europea e la stessa cifra ipotizzata dall’Ocse), arriva la doccia gelata del Centro Studi di Confindustria, che certifica un’Italia ferma, bloccata, con previsioni di Pil per il 2019 del tutto azzerate e con un misero +0,4% nel 2020. A pesare, conferma il centro studi, “Una manovra di bilancio poco orientata alla crescita e il progressivo crollo della fiducia delle imprese”. Tutto questo in un 2018 definito a due velocità: fino a marzo, con una crescita dell’occupazione di 198mila unità, mentre da marzo in poi è calata di 84mila posti di lavoro.

“La recessione – avverte Confindustria – potrò essere evitata solo grazie all’espansione della domanda estera. A meno che, non si realizzi l’auspicato cambio di passo della politica economica nazionale”. Anche le manovra bandiera del governo, reddito di cittadinanza e Quota 100, “daranno un contributo alla crescita, anche se esiguo. Anche se queste due misure, realizzate a deficit, hanno contribuito al rialzo dei tassi sovrani e al calo della fiducia, con un impatto negativo sulla crescita”.

Le scelte indolori, nel futuro dell’Italia, sono escluse: si va verso l’aumento dell’Iva o una crescita del debito pubblico al 3,5%. Due ipotesi devastanti: ma per annullare la prima servono 32 miliardi di euro, rintracciabili soltanto con aumento delle tasse. Mentre far superare il 3% del rapporto deficit-Pil significa lanciare un preoccupante segnale ai mercati. “Il fatto che lo spread non si è richiuso significa che siamo un paese sotto osservazione, e i mercati ci puniranno”.

Positive, ma con le dovute cautele, le intese raggiunte per la “via della seta”: “Siamo un paese in una situazione economica delicata, occorre fare molta attenzione a investimenti a volte non del tutto trasparenti”.

Italia
TAV, a che punto siamo
TAV, a che punto siamo
Proseguono a ritmo serrato i lavori sui cantieri dell’alta velocità fra Italia e Francia. Oltre il 20% delle opere da realizzare già appaltate
La strage dei ragazzini
La strage dei ragazzini
Un Natale di sangue sulle strade italiane, con cinque vittime giovanissime. Gli inquietanti dati di un anno che si chiude con una media di 9 morti al giorno
Sister Act
Sister Act
In Sicilia, due suore di conventi diversi scoprono negli stessi giorni di essere incinta. La prima è un’italiana di 34 anni, la seconda una donna del Madagascar che ha preferito tornare in Patria. Lo sconcerto delle due comunità
La strage delle studentesse Erasmus avrà un processo
La strage delle studentesse Erasmus avrà un processo
Dopo una lunga serie di ricorsi ed esposti, per le famiglie delle 7 ragazze italiane morte sul pullman finito fuoristrada, si apre la speranza di sapere la verità
Mangia in un ristorante e sparisce: nuovi guai per Riccardo Bossi
Mangia in un ristorante e sparisce: nuovi guai per Riccardo Bossi
Il primogenito del Senatur, non nuovo a questo genere di imprese, denunciato da un ristoratore fiorentino per insolvenza fraudolenta
Tav: rotto l’ultimo diaframma del tunnel
Tav: rotto l’ultimo diaframma del tunnel
Alla presenza di autorità italiane e francesi, la fresa Federica ha infranto l’ultimo frammento del tunnel di base della linea ad alta velocità Torino-Lione
Silvia Romano portata in Somalia
Silvia Romano portata in Somalia
È quanto emerge dalla indagini della procura di Roma, che sta svolgendo indagini con la collaborazione della polizia kenyana. Sempre più credibile l’ipotesi di un sequestro su commissione
'Di Maio sciacallo in cerca di voti', parola di Zingaretti
E Gigino: "Mai con il pd", criminalizzato per il caso Bibbiano. Zingaretti: "bugiardo seriale", "indecente", "pensa prima alle poltrone". Ecco i reciproci complimenti di chi sta varando il ribaltone. A pagare, come sempre, gli italiani
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta