Quando scappa la pipì…

| Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza

+ Miei preferiti
Quando proprio il tempo è finito e tutto sembra perduto, quando i cartelli dicono che il primo autogrill è troppo distante, allora si può fare: accostare l’auto nella corsia di emergenza, scendere e fare pipì. Non sarà elegantissimo e neanche civile (basterebbe pensarci per tempo), ma la concessione arriva nientemeno attraverso la sentenza 13124/2019, pubblicata qualche giorno fa dalla Corte di Cassazione.

La sentenza arriva dopo un caso che ha fatto giurisprudenza: nel 2013, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, un tassista si accosta con problemi alla prostata si accosta per liberarsi dei liquidi in eccesso. Ma quando sta per risalire in auto, un motociclista impatta sulla portiera morendo sul colpo.

Il tassista, denunciato dalla famiglia del centauro perché poco prima era stato visto parlare al cellulare, non avrebbe segnalato con le frecce d’emergenza la sosta e neanche indossava il giubbotto giallo obbligatorio, finisce indagato per omicidio colposo, ma viene assolto in primo grado semplicemente perché il fatto non costituisce reato, semmai maleducazione. Nel 2017 la corte d’appello di Roma ribadisce la sentenza ma i parenti del motociclista vanno avanti, finendo in Cassazione: per accostare il tassista aveva scelto un tratto rettilineo, con piena visibilità, la telefonata c’entra poco con l’accaduto e la necessità fisiologica è stata giudicata un’emergenza. In definitiva, il motociclista è morto per distrazione. Ma a margine del caso, l’autorizzazione implicata a utilizzare la corsia di emergenza come extrema ratio per risolvere il problema idraulico e ripartire.

Italia
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo
Arolla, inchiesta chiusa: verso l'archiviazione?
Arolla, inchiesta chiusa: verso l
Lo rivelano i media svizzeri ma le conclusioni della procura Vallese sono ancora incerte. Nuove testimonianze sulle ultime ore del gruppo italiano investito dalla tempesta. La polizia: "Erano tutti ben equipaggiati"
UN ANNO DOPO
Tragedia di Arolla, commosso e amaro ricordo
UN ANNO DOPO<br>Tragedia di Arolla, commosso e amaro ricordo
Nella notte del 30 aprile 2018, sulle montagne di Arolla, nel Vallese, si consumò una delle più gravi e dolorose tragedie della montagna degli ultimi anni. Sette persone morirono, uccise dall'ipotermia durante una tempesta
Rousseau, quando i grillini sono 'morosi'
Rousseau, quando i grillini sono
Su oltre 330 parlamentari, 61 non pagano le quote imposte dalla Casaleggio Associati, anche per una forma di dissenso verso una piattaforma on line spesso sotto accusa per il suo funzionamento. Conflitto di interessi?
Aumentano le “auto blu”
Aumentano le “auto blu”
Giallo, verde e blu: i primi due sono i colori simboli dei partiti al governo, l’ultimo quello delle auto della P.A., che invece di diminuire, aumentano grazie a due bandi Consip
Regeni: i genitori scrivono a Conte
Regeni: i genitori scrivono a Conte
In una lettera, inviata al premier attraverso il quotidiano Repubblica, i genitori di Giulio invitano Conte a pretendere la verità dal presidente Al Sisi
La blacklist della tirchieria
La blacklist della tirchieria
Il collettivo di rider “Deliverance Milano” ha diffuso i nomi dei volti noti che non lasciano mai la mancia, “neanche se piove”. Una ventina di nomi di ricchissime celebrità