Regeni: i genitori scrivono a Conte

| In una lettera, inviata al premier attraverso il quotidiano Repubblica, i genitori di Giulio invitano Conte a pretendere la verità dal presidente Al Sisi

+ Miei preferiti
Paola e Claudio, i genitori di Giulio Regeni, il ricercatore barbamente ucciso in Egitto nel febbraio del 2016, attraverso il quotidiano “La Repubblica” hanno inviato una lettera al premier Conte, che nei prossimi giorni ha in programma un incontro con il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi. I genitori del ricercatore triestino chiedono che Conte “si faccia portavoce della richiesta di verità e giustizia sul rapimento, le torture e la morte di nostro figlio”.

“Buongiorno Signor Presidente Conte, siamo Paola e Claudio i genitori di Giulio Regeni e Le scriviamo perché leggendo un’Ansa abbiamo saputo che incontrerà il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi, al margine dei lavori del GT7 Forum, in Cina. Siamo certi che si farà ulteriormente portavoce della richiesta di Verità e Giustizia sul rapimento, tortura e morte di nostro figlio, avvenute al Cairo tra il gennaio e febbraio 2016. Una tragedia inimmaginabile. Per tutti noi.

Sono trascorsi ormai più di tre anni e assieme a tantissimi cittadini di tutto il mondo attendiamo di sapere i nomi di tutti i soggetti coinvolti e di vederli assicurati alla giustizia italiana. Le chiediamo di essere determinato ed incisivo con il Presidente egiziano, di andare oltre ai consueti proclami e promesse, di ricordargli che la procura romana ha già inserito cinque persone nel registro degli indagati, in base alle indagini effettuate superando gli enormi ostacoli posti da parte degli stessi egiziani; è giunto il momento di ricevere una risposta concreta, vera e definitiva.

Senza questa risposta la dignità del nostro paese e delle istituzioni che Lei rappresenta risulterebbe irrimediabilmente mortificata.Giulio, che ricordiamo era un ricercatore, ha subito su di sé la violazione di tutti i diritti umani, anche del diritto di difesa. Lei si è proposto come avvocato difensore del popolo italiano, Le chiediamo, quindi, di non dimenticare l’aspetto etico oltre che quello giuridico, sotteso all’intangibilità dei diritti e alla loro difesa.

Giulio, come cittadino ha diritto ad essere difeso e a trovare giustizia, come non è stato difeso e non ha avuto giustizia da vivo. Riteniamo necessario che l’inviolabilità dei diritti umani sia un messaggio centrale, fondamentale per la nostra nazione, nel rispetto dei principi democratici, per garantire un futuro migliore e per rispettare e meritare la fiducia dei nostri giovani. Presidente Conte, si ricordi di Giulio mentre stringerà la mano del Generale Al Sisi e pretenda, senza ulteriori dilazioni o distrazioni di sorta, la verità sulla sua uccisione. Sia, come ha promesso, il suo avvocato, lo sia di tutti i cittadini italiani che confidano nel rispetto dei diritti umani e nella loro intangibilità”.

Italia
7 persone a rischio processo per Desirée
7 persone a rischio processo per Desirée
Sono accusate di violenza, spaccio e omicidio: la 16enne trovata senza vita in un edificio abbandonato a poca distanza dalla stazione Termini di Roma
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Lo sfogo amaro dello studente pugliese che insieme ad Amanda Knox è stato assolto dall'accusa di avere ucciso Meredith Kercher, ma che ancora oggi è costretto a vivere con “un marchio d’infamia”
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Tanti sono i bambini nati con malformazioni che, come denunciato dai Verdi, il governo ha preferito oscurare prima delle elezioni
Bomba in un terreno nel bresciano
Bomba in un terreno nel bresciano
Domenica 16 giugno le operazioni di disinnesco dell’ordigno, ritrovato in un terreno agricolo di Adro, nel bresciano. Più di 2.000 le persone evacuate per precauzione
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
In pochi ancora lo dicono, ma modi e tempi delle chiusure delle due aziende sono la dimostrazione dell’incapacità del ministro del Mise. E un altro caso è pronto ad esplodere: quello di Auchan
Provincia delle mie brame…
Provincia delle mie brame…
Il Sole 24 Ore ha stilato una interessante classifica sulla qualità della vita in Italia. La migliore provincia in cui risiedere è Bolzano, la peggiore Rieti. Numerosi gli indicatori presi in esame
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo