Rousseau, quando i grillini sono 'morosi'

| Su oltre 330 parlamentari, 61 non pagano le quote imposte dalla Casaleggio Associati, anche per una forma di dissenso verso una piattaforma on line spesso sotto accusa per il suo funzionamento. Conflitto di interessi?

+ Miei preferiti

I parlamentari grillini, tutti, devono versare 300 euro al mese alla Casaleggio Associati per usufruire dei servizi della piattaforma online Rousseau, a fronte di non invidiabili servizi resi. Uno su cinque (61 su 330) hanno versato regolarmente la quota al figlio del cofondatore del Movimento5Stelle. "Non sarebbero in regola Giulia Grillo, Danilo Toninelli, Laura Castelli e la vice presidente del Senato Paola Taverna e, pare, anche Di Maio", scrivono i cronisti de "Il Giornale". La gestione di Rousseau non piace a tutti, molti tra i i grillini “morosi” non hanno eccessiva fiducia nel sistema, già sanzionato con una multa di 50 mila euro dal garante della privacy per la scarsa protezione dei dati sensibili. L'obbligo di servirsi di Rousseau, dove Davide Casaleggio,  presidente e tesoriere dell'associazione Rousseau e socio fondatore del M5S, è contenuto nel “contratto” che lega gli eletti al partito. Gli ultimi dati sono di febbraio e mancano gli aggiornamenti di marzo e aprile.

"Confesso che da tre mesi non sto versando i 300 euro - dice a “Il Giornale” la deputata pentastellata Veronica Giannone - ho chiesto tante volte e invano spiegazioni sui problemi della piattaforma. Se poi è vero che ci sono fascicoli su di noi, perché è una cosa che mi fa incazzare". Poi: "I problemi sono noti  - afferma il deputato Davide Galantino - ma preferisco rappresentarli internamente chiedendo la messa a norma. Sui versamenti dei 300 euro preferisco non dire nulla". Ma la senatrice dissidente Elena Fattori invece paga tutti i mesi la quota: "Con i 90mila euro al mese che paghiamo dovremmo avere una piattaforma del livello della Banca d'Italia, invece ci sono tanti problemi. E non è accettabile continuare con questa situazione di conflitto di interessi, non è un fatto personale, ma Casaleggio non può fare l'imprenditore e contemporaneamente avere i ruoli che ha nel Movimento. Io però preferisco continuare a pagare e pretendere che la situazione cambi". Con la collega Paola Nugnes è ancora in stato d’accusa per le votazioni in Senato contrarie alla linea. “La nuova classe dirigente grillina sembra meno disposta di quella della prima ora a subire certi soprusi e mette nel mirino Casaleggio. Un bel rebus per il Movimento”, conclude il Giornale.

Italia
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Lo sfogo amaro dello studente pugliese che insieme ad Amanda Knox è stato assolto dall'accusa di avere ucciso Meredith Kercher, ma che ancora oggi è costretto a vivere con “un marchio d’infamia”
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Tanti sono i bambini nati con malformazioni che, come denunciato dai Verdi, il governo ha preferito oscurare prima delle elezioni
Bomba in un terreno nel bresciano
Bomba in un terreno nel bresciano
Domenica 16 giugno le operazioni di disinnesco dell’ordigno, ritrovato in un terreno agricolo di Adro, nel bresciano. Più di 2.000 le persone evacuate per precauzione
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
In pochi ancora lo dicono, ma modi e tempi delle chiusure delle due aziende sono la dimostrazione dell’incapacità del ministro del Mise. E un altro caso è pronto ad esplodere: quello di Auchan
Provincia delle mie brame…
Provincia delle mie brame…
Il Sole 24 Ore ha stilato una interessante classifica sulla qualità della vita in Italia. La migliore provincia in cui risiedere è Bolzano, la peggiore Rieti. Numerosi gli indicatori presi in esame
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo
Arolla, inchiesta chiusa: verso l'archiviazione?
Arolla, inchiesta chiusa: verso l
Lo rivelano i media svizzeri ma le conclusioni della procura Vallese sono ancora incerte. Nuove testimonianze sulle ultime ore del gruppo italiano investito dalla tempesta. La polizia: "Erano tutti ben equipaggiati"