Sorridi, sei nel Guinness

| 1.500 persone hanno accettato l'idea di essere parte di una fotocamera umana per celebrare i 100 anni della Nikon, ed entrare nel libro dei record

+ Miei preferiti

L'occasione, ricreare la fotocamera umana più grande della storia ed entrare direttamente nel Guinness World Record. Era uno degli obiettivi, è il caso di dirlo, della Nital, da più di venticinque anni distributrice italiana del marchio Nikon, celebre azienda giapponese giunta sulla soglia dei primi 100 anni.

Un set di circa 400 metri, allestito nel piazzale antistante la Palazzina di Caccia di Stupinigi, ha ospitato le 1.500 persone che hanno risposto al "call to action" lanciato online, pronte ad indossare magliette e cappellini divisi per colori e attendere di diventare tanti piccoli pixel destinati a formare un'enorme reflex Nikon visibile solo dall'alto.

La Nikon, oggi società del gruppo Mitsubishi, nasce nel 1917 dalla fusione di due società del settore ottico specializzata nella costruzione di strumenti ottici e di misurazione per l'esercito giapponese. Nel tempo, il marchio è diventato una vera icona della fotografia: adottata dai più grandi fotoreporter della storia e compagna dei viaggi spaziali della Nasa, ha avuto momenti di gloria cinematografica partecipando da protagonista a pellicole come "Blow Up" di Michelangelo Antonioni e "I ponti di Madison County", romantico affresco dell'America rurale impreziosito dalla presenza di Clint Eastwood e Meryl Streep.

Oltre alla reflex umana, le celebrazioni del centenario Nikon comprendono concorsi fotografici e iniziative organizzate in tutto il mondo.

Italia
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Raffaele Sollecito: nessuno assume uno come me
Lo sfogo amaro dello studente pugliese che insieme ad Amanda Knox è stato assolto dall'accusa di avere ucciso Meredith Kercher, ma che ancora oggi è costretto a vivere con “un marchio d’infamia”
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Le voci dei 600 bimbi malati di Taranto
Tanti sono i bambini nati con malformazioni che, come denunciato dai Verdi, il governo ha preferito oscurare prima delle elezioni
Bomba in un terreno nel bresciano
Bomba in un terreno nel bresciano
Domenica 16 giugno le operazioni di disinnesco dell’ordigno, ritrovato in un terreno agricolo di Adro, nel bresciano. Più di 2.000 le persone evacuate per precauzione
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
Whirlpool, Mercatone Uno, Di Maio: trova l’intruso
In pochi ancora lo dicono, ma modi e tempi delle chiusure delle due aziende sono la dimostrazione dell’incapacità del ministro del Mise. E un altro caso è pronto ad esplodere: quello di Auchan
Provincia delle mie brame…
Provincia delle mie brame…
Il Sole 24 Ore ha stilato una interessante classifica sulla qualità della vita in Italia. La migliore provincia in cui risiedere è Bolzano, la peggiore Rieti. Numerosi gli indicatori presi in esame
Pensioni, una lunga storia italiana
Pensioni, una lunga storia italiana
La riforma pensionistica che tante polemiche sta sollevando è solo l’ultima di una lunga serie iniziata nel 1898 per un ristretto numero di lavoratori dipendenti. Da allora tanti i cambiamenti, non sempre apprezzati dall’opinione pubblica
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI
la parabola del paladino dell'Antimafia
SPIARE, DOSSIERARE, DIFENDERSI<br>la parabola del paladino dell
Antonello Montante, l'ex presidente di Sicilindustria, condannato a 14 anni per una lunga serie di reati. In sostanza, avrebbe creato una rete investigativa parallela per difendersi dai "nemici"
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
Cambridge, la spia che consegnò Giulio ai sicari
La conversazione ascoltata tra uno 007 egiziano e un collega ("Abbiamo ucciso il ragazzo italiano"), conferma le indagini della nostra Intelligence. Regeni indicato come un "provocatore" dei Servizi inglesi
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
Italiani e pubblica amministrazione, una relazione complicata
L’Italia è agli ultimi posti in EU per l’interazione digitale con la PA. Secondo il Censis si notano miglioramenti ma la burocrazia, la scarsa conoscenza dei servizi, basse competenze digitali e “retaggi analogici” bloccano il dialogo
Arolla, inchiesta chiusa: verso l'archiviazione?
Arolla, inchiesta chiusa: verso l
Lo rivelano i media svizzeri ma le conclusioni della procura Vallese sono ancora incerte. Nuove testimonianze sulle ultime ore del gruppo italiano investito dalla tempesta. La polizia: "Erano tutti ben equipaggiati"