Sorridi, sei nel Guinness

| 1.500 persone hanno accettato l'idea di essere parte di una fotocamera umana per celebrare i 100 anni della Nikon, ed entrare nel libro dei record

+ Miei preferiti

L'occasione, ricreare la fotocamera umana più grande della storia ed entrare direttamente nel Guinness World Record. Era uno degli obiettivi, è il caso di dirlo, della Nital, da più di venticinque anni distributrice italiana del marchio Nikon, celebre azienda giapponese giunta sulla soglia dei primi 100 anni.

Un set di circa 400 metri, allestito nel piazzale antistante la Palazzina di Caccia di Stupinigi, ha ospitato le 1.500 persone che hanno risposto al "call to action" lanciato online, pronte ad indossare magliette e cappellini divisi per colori e attendere di diventare tanti piccoli pixel destinati a formare un'enorme reflex Nikon visibile solo dall'alto.

La Nikon, oggi società del gruppo Mitsubishi, nasce nel 1917 dalla fusione di due società del settore ottico specializzata nella costruzione di strumenti ottici e di misurazione per l'esercito giapponese. Nel tempo, il marchio è diventato una vera icona della fotografia: adottata dai più grandi fotoreporter della storia e compagna dei viaggi spaziali della Nasa, ha avuto momenti di gloria cinematografica partecipando da protagonista a pellicole come "Blow Up" di Michelangelo Antonioni e "I ponti di Madison County", romantico affresco dell'America rurale impreziosito dalla presenza di Clint Eastwood e Meryl Streep.

Oltre alla reflex umana, le celebrazioni del centenario Nikon comprendono concorsi fotografici e iniziative organizzate in tutto il mondo.

Italia
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Imane è morta per cause naturali?
Imane è morta per cause naturali?
Le anticipazioni di un’agenzia di stampa della relazione che sta per essere depositata dal team di medici legali sembrano escludere la morte violenta
L’ora della verità per i due Marò
L’ora della verità per i due Marò
Alla corte arbitrale de l’Aia sono iniziate le udienze finali per stabilire dove dovranno essere processati i fucilieri Latorre e Girone. La sentenza entro sei mesi
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Un cittadino del Bangladesh sarebbe stato trovato senza vita questa mattina. Fra notizie contrastanti il medico conferma la morte per cause naturali. Incendi e proteste
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Un uomo con problemi mentali ha tentato di scavalcare le barriere per lanciarsi lungo la massicciata della ferrovia. È successo a Torino, nella zona del parco Ruffini
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Pubblichiamo integralmente l’ordinanza emessa dal magistrato di Agrigento che si è occupato della vicenda della Sea Watch 3 e delle accuse alla sua capitana
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
Un epilogo da cardiopalma per la nave che da 17 giorni trasportava 40 migranti: la comandante Rakete arrestata, mentre i migranti saranno accolti da cinque paesi UE
Il ponte Morandi non c’è più
Il ponte Morandi non c’è più
Con una complessa operazione di ingegneria civile, quel che restava del viadotto Poncevera è stato demolito. Inevitabili i disagi per i genovesi e per i 3.400 residenti sfollati
7 persone a rischio processo per Desirée
7 persone a rischio processo per Desirée
Sono accusate di violenza, spaccio e omicidio: la 16enne trovata senza vita in un edificio abbandonato a poca distanza dalla stazione Termini di Roma