TAV bocciata dal dossier costi-benefici

| Come ampiamente previsto, la commissione voluta dal ministro Toninelli ha smontato numeri e previsioni dell'Alta Velocità. Attesa per le reazioni della Francia, della UE e di Salvini, che si è sempre detto favorevole all’opera

+ Miei preferiti
La bruciante sconfitta abruzzese ha messo le ali ai piedi ai grillini, che per arginare la debacle di consensi intorno al movimento ha scelto di mostrare che nulla è cambiato delle battaglie della prima ora, e la Tav, la madre di tutti i “No”, è da considerarsi discorso chiuso.

La famigerata analisi costi-benefici, pubblicata sul sito del Ministero dei Trasporti, parla chiaro: “Un netto sbilanciamento economico: è un investimento che non s’à da fare perché i costi superano i benefici di una cifra compresa fra i 7 e gli 8 miliardi”.

Così ha deciso la commissione (da sempre dichiaratamente scettica) voluta da Toninelli e composta da Marco Ponti, Paolo Beria, Alfredo Drufuca, Riccardo Parolin e Francesco Ramella. Il sesto, Pierluigi Coppola, si è rifiutato di controfirmare il documento. Secondo la commissione, i benefici dal trasferimento del trasporto su ruota ai treni non avrebbe effetti significativi sull’ambiente e sull’economia. A oggi, aggiungono, non è quantificabile il costo dello stop ai lavori, che può variare fra gli 1,3 ai 4,2 miliardi di euro.

Secondo il documento, il “vane” (valore attuale netto), è pari a 6.995 milioni di euro, con previsioni di traffico pari a 25,2 tonnellate entro il 2059 e a 7.805 milioni per 51,8 milioni di tonnellate. Le penali calcolate dai “saggi” voluti da Toninelli parlano di 4,2 miliardi di euro, anche se la cifra è approssimativa. Bocciati senza appello anche i benefici ambientali, con riduzioni di CO2 considerate “ambiziose, possibili solo con l’innovazione tecnologica dei veicoli”. Poi il tasto che ai grillini piace di più: “La durata dei viaggi fra Milano e Parigi si ridurrebbe di 2 minuti e 20 secondi, quella tra Milano e Lione di 1 minuto e 20 secondi e il tempo di attraversamento delle tangenziali di Torino si ridurrebbe di 5 minuti, con riduzione di anidride carbonica annua compresa fra le 7 e le 800mial tonnellate, quando Roma da sola ne genera 4,5 milioni.

Nel calderone anche i mancati introiti per le accise sulla benzina e i pedaggi autostradali persi spostando le merci su rotaia, che secondo il dossier supera rispettivamente i 1,6 miliardi di euro e i 3 miliardi in meno.

Le reazioni

A parte Toninelli, che commenta “I numeri dell’analisi sono negativi e impietosi, ora deciderà il governo”, le reazioni sono durissime: Paolo Foietta, commissario di governo per la Torino-Lione, ci va giù pesante: è un’analisi truffa, i tecnici hanno attaccato il carro dove voleva il padrone”. Salvini prende tempo (“Non l’ho ancora letta”), in attesa del vertice a Palazzo Chigi con il premier Conte e i ministri Moavero, Fraccaro e il sottosegretario Fraccaro, a cui Di Maio ha scelto di non partecipare.

A pesare sono le parole pronunciate da Salvini nei giorni scorsi (“Quello che è iniziato va finito”), che reso forte dalla schiacciante vittoria abruzzese, potrebbe alzare la voce. Sul piede di guerra il PD Davide Gariglio, che ha consegnato alla Corte dei Cinti UE una lettera di “Telt”, società italo-francese incaricata di realizzare l’opera, in cui vengono quantificati in 75milioni di euro mensili i danni provocati dal blocco delle gare di appalto. “Ora che le elezioni regionali abruzzesi ci sono state la smettano con la pantomina elettorale - chiosa il governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino – il governo decida, così sarà chiaro chi vuol mettere il Piemonte in un angolo e chi invece lavora per la crescita, la sicurezza e l’ambiente”.

Il link per scaricare il documento:

http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2019-02/ACB%20nuovo%20collegamento%20ferroviario%20Torino%20-%20Lione.pdf 

Italia
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Alice, la bagnina che nessuno vuole
Dotata di brevetto di salvamento Bls-d, con tanto di uso del defribillatore, una giovane marchigiana ha raccontato la sua storia: nessuno crede che una ragazza carina possa fare la bagnina
Quando scappa la pipì…
Quando scappa la pipì…
Per la Corte di Cassazione è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza quando la situazione idraulica è al limite dell’umana sopportazione. Una pronuncia che arriva a margine di una sentenza
La ricetta italiana verso il declino
La ricetta italiana verso il declino
La crescita zero dell’economia italiana è il forte segnale di un grave problema che dovrebbe essere affrontato radicalmente. Ma tra slogan e contrattacchi populisti verso chi solleva dubbi, manca una chiara strategia
Il caso degli sponsor
della Casaleggio Associati
Il caso degli sponsor<br>della Casaleggio Associati
Per due eventi dedicati all’e-commerce, la ditta di Davide Casaleggio ha fatto incetta di sponsor, conquistando anche aziende che mettono in imbarazzo il governo
Spray in discoteca nel pavese
Spray in discoteca nel pavese
Ennesima bravata, per fortuna senza conseguenze, in un locale affollato di giovani
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Droni su Malpensa, traffico dirottato
Segnalato nei pressi delle piste dello scalo milanese, ha costretto a dirottare su altri aeroporti 4 voli in arrivo
Sardegna, maxi evasione su supercar
Sardegna, maxi evasione su supercar
Il traffico scoperto dalla Guardia di Finanza, al titolare sono contestati ricavi non dichiarati per diversi milioni di euro
Nei guai l’allenatore dei Vip
Nei guai l’allenatore dei Vip
Davide Gariboldi, personal trainer di diverse celebrità, accusato di traffico di sostanze illecite
La UE pronta a pagare metà della Tav
La UE pronta a pagare metà della Tav
L’annuncio dell’assessore regionale Balocco dopo un incontro con la responsabile europea del Corridoio Mediterraneo, accolta con entusiasmo da Salvini e meno da Conte e Di Maio, ancora convinti di dover coinvolgere i francesi
L’Italia si è fermata
L’Italia si è fermata
Lo spiega un dettagliato report del Centro Studi di Confindustria, che per l’anno in corso stima a zero il Pil. Il rischio dell’Iva e dell’aumento del debito pubblico