"VOLEVA UCCIDERE MIA FIGLIA DOVEVA ESSERE FERMATO"

| La madre dI Noemi aveva denunciato il futuro assassino dopo alcuni cavi episodi. Il padre dell'assassino lo avrebbe aiutato la notte del delitto a nascondere il corpo in un pozzo

+ Miei preferiti
La madre di Noemi aveva denunciato mesi fa il fidanzato per minacce di morte e violenze. "Ma nessuno è intervenuto - dice - e ora mia figlia non c'è più...". Era scomparsa 10 giorni fa dal paesino di Specchia (Lecce) e l'hanno ritrovata in un pozzo. Morta. Ultimo messaggio su Fb: "Non è amore se ti fa male". Il suo fidanzato di 17 anni ha confessato indicando ai carabinieri dove aveva gettato il cadavere. Forse con l'aiuto del padre, ora indagato per favoreggiamento. Scorrono nella mente ancora le immagini della Fiat 500 bianca, a bordo c'erano due fidanzatini ripresi da una telecamera di sorveglianza attorno alle 5 del mattino del 3 settembre a Specchia. La madre di Noemi aveva segnalato il comportamento violento di lui.Nell'immagine si vede l'utilitaria arrivare e fermarsi in via San Nicola, a poche centinaia di metri da casa della giovane. A bordo ci sono i due fidanzati, il 17enne al volante della vettura intestata alla madre. Fuori è buio. Dopo una decina di minuti riparte a fari spenti, quando ormai manca poco all'alba. Cosa è successo si può solo immaginare.
Cinicamente l'assassino ha spiegato di avere lasciato Noemi davanti a un campo sportivo della zona e di essere tornato a casa. Ma
 Noemi era uscita d'improvviso di casa, per l'ennesimo incontro chiarificatore, lasciando in camera soldi e cellulare. Il ragazzo aveva un rapporto difficile con la famiglia di Noemi, che ha sempre ostacolato la loro relazione e dopo la scomparsa ha litigato con il padre di Noemi che chiedeva notizie della figlia. Il tempo di diffondere l'ultimo messagggio, con la speranza fosse ancora viva. "Noemi, per favore, torna a casa, ti stiamo aspettando. Ti cerchiamo da dieci giorni senza sosta", diceva Benedetta, la sorella maggiore. Poi la confessione del ragazzo: "L'ho uccisa io".

Così l'ultImo messaggio dedicato proprio a chi stava per trasformarsi in un assassino.
- non è amore se ti fa male.
- non è amore se ti controlla.
- non e 'amore se ti fa paura di essere cio' che sei.
- non è amore, se ti picchia.
- non è amore se ti umilia.
- non è amore se ti proibisce di indossare i vestiti che ti piace.
- non e 'amore se dubiti della tua capacita' intellettuale.
- non è amore se non rispetta la tua volontà.
- non e ' amore se fai sesso.
- non è amore se dubiti costantemente della tua parola.
- non è amore se non si confida con te.
- non è amore se ti impedisce di studiare o di lavorare.
- non è amore se ti tradisce.
- non e ' amore, se ti chiama stupida e pazza.
- non è amore se piangi più di quanto sorridi.
- non è amore, se colpisce i tuoi figli.
- non è amore, se colpisce i tuoi animali.
- non e ' amore se mente costantemente.
- non è amore se ti diminuisce, se ti confronta, se ti fa sentire piccola.
Il nome e ' abuso.
E tu meriti l'amore. Molto amore.
C' è vita fuori da una relazione abusiva.
Fidati!
 
 
Italia
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
La giunta regionale del Piemonte in visita al cantiere Tav
Il governatore Cirio ha guidato la delegazione in visita a Chiomonte nella sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria Torino-Lione
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Imane è morta per cause naturali?
Imane è morta per cause naturali?
Le anticipazioni di un’agenzia di stampa della relazione che sta per essere depositata dal team di medici legali sembrano escludere la morte violenta
L’ora della verità per i due Marò
L’ora della verità per i due Marò
Alla corte arbitrale de l’Aia sono iniziate le udienze finali per stabilire dove dovranno essere processati i fucilieri Latorre e Girone. La sentenza entro sei mesi
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Muore un profugo al CPR di Torino, esplode la violenza
Un cittadino del Bangladesh sarebbe stato trovato senza vita questa mattina. Fra notizie contrastanti il medico conferma la morte per cause naturali. Incendi e proteste
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Tenta il suicidio, salvato dagli agenti
Un uomo con problemi mentali ha tentato di scavalcare le barriere per lanciarsi lungo la massicciata della ferrovia. È successo a Torino, nella zona del parco Ruffini
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Carola Rackete, l’ordinanza del Gip
Pubblichiamo integralmente l’ordinanza emessa dal magistrato di Agrigento che si è occupato della vicenda della Sea Watch 3 e delle accuse alla sua capitana
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
La Sea Watch ha attraccato: sbarcati i migranti
Un epilogo da cardiopalma per la nave che da 17 giorni trasportava 40 migranti: la comandante Rakete arrestata, mentre i migranti saranno accolti da cinque paesi UE
Il ponte Morandi non c’è più
Il ponte Morandi non c’è più
Con una complessa operazione di ingegneria civile, quel che restava del viadotto Poncevera è stato demolito. Inevitabili i disagi per i genovesi e per i 3.400 residenti sfollati
7 persone a rischio processo per Desirée
7 persone a rischio processo per Desirée
Sono accusate di violenza, spaccio e omicidio: la 16enne trovata senza vita in un edificio abbandonato a poca distanza dalla stazione Termini di Roma