Cina e Russia, la protesta parte dal basso

| A Hong Kong e Mosca migliaia di persone in piazza e nelle strade. In Asia tutto fermo per lo sciopero generale contro la Cina, a Mosca arrestata la leader dell'opposizione Sobol e altri 1000 attivisti

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Davide contro Golia. Cina e Russia alle prese con sempre più estesi focolai di protesta, la prima a Hong Kong e in altre ragioni, la seconda in tutto il paese; proteste gestiti da giovanissimi, leader non organizzati, persone qualunque che si scontrano contro il monolite di un potere assoluto. Gli attivisti democratici di Hong Kong hanno indetto uno sciopero generale e il successo è stato tale da paralizzare tutta la comunità. Cancellati oltre 1000 voli nell’aeroporto internazionale, servizi fermi, paralisi in centro, mentre le proteste contro l'influenza cinese si intensificano. La legge per estradare gli arrestati in Cna è stata bloccata ma non eliminata e il governo locale, filo-Pechino, non riesce a stabilire un dialogo e mobilita le forze di polizia. Nel nono fine settimana consecutivo di disordini, centinaia di dimostranti mascherati hanno dato il via a incendi, bloccato strade chiave, semafori verniciati e scagliato oggetti, tra cui mattoni, contro una stazione di polizia. La polizia antisommossa ha sparato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti in una zona commerciale popolare, costringendo i negozi e i centri commerciali, tra cui Times Square, a chiudere presto. "Abbiamo danneggiato i semafori perché non vogliamo che il traffico funzioni domani e non vogliamo che i cittadini vadano al lavoro", ha detto un manifestante che era vestito di nero dalla testa ai piedi. I manifestanti che accusano il Partito Comunista Cinese di invadere le loro libertà, hanno adottato tattiche flash, spostandosi rapidamente da un luogo all'altro per eludere la cattura e utilizzando piattaforme online come il Telegram per dirigere centinaia di persone.

Dopo un raduno nel distretto occidentale dell'isola, dove migliaia di persone si sono riunite domenica per sollecitare le autorità ad ascoltare le richieste pubbliche, la polizia ha sparato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Alcune manifestazioni si sono concluse pacificamente, ma gli attivisti hanno poi bloccato le strade della città di Tseung Kwan O, creando delle barricate. Hanno anche impedito al traffico di entrare nel Cross Harbour Tunnel che collega l'isola di Hong Kong e la penisola di Kowloon. I manifestanti utilizzano i laser per evitare le telecamere di riconoscimento facciale. Rivestito con caschi gialli e maschere nere, i manifestanti nell'area di lusso di Causeway Bay sull'isola hanno affrontato più cariche della polizia con i gas lacrimogeni.

Arrestate più di 20 persone per reati tra cui riunioni illegale e l'assalto dopo le marce di sabato si è trasformato in routine. I residenti in un quartiere hanno unito le forze con i manifestanti per circondare una stazione di polizia, urlando alla polizia antisommossa di andarsene. 

Gli attivisti vogliono un'indagine indipendente sulle denunce di abusi della polizia e la risposta del governo ad un attacco ad una stazione ferroviaria che ha ferito 44 persone. Vogliono anche che la leader di Hong Kong Carrie Lam si dimetta, anche se ha sospeso il disegno di legge sull'estradizione in Cina che inizialmente ha dato il via alle proteste. 

RUSSIA, OPPOSIZIONE IN CARCERE

Dopo l’arresto del leader dell’opposizione, Navalny, che rischia 15 anni di carcere per manifestazione non autorizzata, tra l'altro malato di una strana indecifrabile malattia, in carcere anche Lyubov Sobol, la giovane donna che guida le proteste dell'opposizione russa. Era arrivata a una manifestazione in tax, gli agenti lo hanno circondato e infine prelevato Solov che ha invano tentato di resistere. Anche per lei l’accusa e di avere organizzato manifestazioni di protesta.

I dirigenti della polizia in assetto antisommossa si erano già trasferiti nella capitale e avevano avvertito la gente di non protestare. L'agenzia di stampa russa TASS ha riferito che un agente di polizia è stato ferito durante un arresto. I manifestanti hanno riferito di maltrattamenti subiti da parte della polizia. Dopo il divieto di raduno, gli organizzatori puntano sui flash mob, ”passeggiate" con molteplici punti di raccolta lungo l'anello del viale di Mosca, decisi via via sulle chat.

Alexander Svidersky, membro di una commissione elettorale distrettuale, ha detto di essere stato arrestato mentre era fuori con il suo cane, che è riuscito a far passare ad un conoscente prima di essere impacchettato in un furgone della polizia.

Lyubov Sobol, avvocato e video blogger, legata politicamente a Navalny, è una delle candidate escluse dalle elezioni locali. E' in sciopero della fame da 21 giorni e ha invitato gli altri a unirsi alla protesta. Era in un taxi in procinto di partire per la manifestazione, quando gli agenti di polizia l'hanno trascinata in un furgone nero. A luglio, Sobol era stata trascinata fuori dall'ufficio della commissione elettorale aggrappata a un divano. Parlando all'emittente indipendente Dozhd prima della sua detenzione, ha detto che le autorità "stanno facendo tutto il possibile per cercare di intimidire l’opposizione. Ecco perché è importante dimostrare che i moscoviti non hanno paura delle provocazioni e sono pronti a continuare a difendere i loro diritti", ha aggiunto. Le autorità russe hanno arrestato più di 1.000 dimostranti lo scorso fine settimana durante una manifestazione, una delle più grandi repressioni degli ultimi anni.

Il comitato elettorale, sotto controllo dei partiti di governo, hanno impedito ai candidati dell'opposizione di partecipare alle elezioni delle autorità cittadine di Mosca, previste per l'8 settembre. I funzionari hanno detto che molte delle firme richieste per la loro candidatura non erano valide. Ma i manifestanti dicono di essere stati esclusi per motivi politici.

 

L’Analisi
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Denuncia oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Profetico sul caso Epstein
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi 'martiri'
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi
Il portavoce storico del movimento attacca i pentastellati. Ora potrà riprendere il conflitto dopo la parentesi pentastellata. Minacce esplicite nel documento di Notav.Info, house organ dell'autonomia in Val Susa
No Tav e M5s, c'eravamo tanto amati
No Tav e M5s, c
Ribolle sul web la rabbia, l'odio, la delusione e le minacce dei No Tav valsusini che si sentono traditi da Di Maio, Casaleggio e Grillo. Post di fuoco e imbarazzo pentastellato. Fine di una stagione di lotta
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
L'attentato all'Alta Velocità di Firenze, frutto di una nuova alleanza tra gruppi eversivi sin qui divisi. Al centro, il processo per la bomba a Casapound a Firenze e gli scontri No Tav in Val Susa
Crolla 'Il Fatto', grillismo senza limitismo non paga
Crolla
Analisi di Blitzquotidiano sulla crisi dei giornali. Il giornale di Marco Travaglio, spalmato sui Cinquestelle, non convince i suoi lettori in fuga come i sostenitori di Maio. Ma la situazione globale non è bella. Anzi
Alpinismo social, quanti morti ancora?
Alpinismo social, quanti morti ancora?
La corsa a imprese impossibili per ottenere visibilità e fama, dopo la morte di Nardi e Ballard, ha ucciso altre tre star dell'alpinismo. Il grido di Messner: "Rischi folli, non sono giustificabili". Vittime di sponsor senza scrupoli
Tav, quei profili fake che attaccano Salvini
Tav, quei profili fake che attaccano Salvini
Rapida analisi di decine di profili social da cui, in queste ore, partono critiche e insulti al vice-premier leghista. Foto anonime, pagine non aggiornate da anni, altre rimbalzano solo post politici, tra No Vax e notizie false
Quelle 5 brigatiste in carcere da 30 anni per coerenza
Quelle 5 brigatiste in carcere da 30 anni per coerenza
Sono le "irriducibili" rimaste fedeli ai vecchi miti della lotta armata, senza mai cedere. Condannate all'ergastolo, avrebbero potuto ottenere sconti di pena e permessi. Come hanno fatto tanti pluriassassini di Br e Prima Linea
Delitti tatuati, il segno della violenza
Delitti tatuati, il segno della violenza
Nelle tragiche morti di Manuela Bailo e Stefania Crotti, i tatuaggi hanno assunto un ruolo sinistro ed inquietante. Un ritorno a riti ancestrali, ancora impressi nella memoria collettiva. La prova di un giuramento tradito
Gangs of UK
Gangs of UK
Non c’è solo il sangue delle strade di Londra: nelle maggiori città del Regno Unito agiscono bande che controllano lo spaccio e la prostituzione. Ma la situazione di Londra resta fra le più allarmanti