Il flop M5s nelle proteste anti-sistema si rischia un ritorno alla violenza

| Pentastellati battuti anche nei Comuni dove venivano accreditati almeno per sostenere il ballottaggio

+ Miei preferiti
L'affluenza cala ancora in Piemonte con il 61,8% in Piemonte, in linea con il dato nazionale, contro il 70,41% delle precedenti consultazioni. La crisi in Piemonte e nel Torinese del Movimento 5 stelle è drammatica e potrebbe avere pesanti ripercussioni a livello politico ma anche nella gestione delle vertenze più delicate, in primis il contrasto alla Tav Torino-Lione, e anche nel clima generale della Regione. Sino ad oggi, i pentastellatati avevano interpretato il dissenso, sia pure genericamente anti-sistema, in modo radicale ma sostanzialmente pacifico. Veniva così incanalata la protesta lungo le arterie istituzionali e del confronto, anche duro, ma essenzialmente politico. L'eccezione costituita da alcuni rappresentanti M5s, di "non dissenso" dalle proteste violente da parte di segmenti del movimento No Tav, ha però costituito un eccezione. Il sindaco di Torino, Chiara Apprendino, su questo punto, pur ribadendo ogni volta che può la sua contrarietà all'opera, ha sempre stigmatizzato l'uso della violenza, attirandosi così le critiche degli attivisti. Da ora in poi, una parte dell'area radicale rischia di perdere un perimetro dove esprimersi con una forte protezione ideologica e politica, costituita appunto dall'opposizione grillina. Le conseguenze non saranno immediate ma sulla lunga distanza, quando sarà chiaro che l'opzione di portare il contrasto all'interno del circuito istituzionale è stato totalmente inutile. 

CITTA' E PAESI

Coma cambia il quattro politico, nei grandi e nei piccoli comuni, dove, per esempio, le questioni ambientali erano al centro del programma. Intanto le città. Federico Borgna vince a Cuneo al primo turno. Con Moderati, Pd e Udc il sindaco uscente ha raggiunto il 60,6 per cento dei voti in una partita che non ha avuto storia. Isoardi, candidato M5S, ha sfiorato solo il 6 per cento. Ad Asti Maurizio Rasero ha unito tutto il centro destra e si prende il 47,1 per cento dei voti.  Ballottaggio con la candidata del Pd Angela Motta con il 15,9 per cento. Fuori il Movimento Cinque Stelle. Ad Alessandria Rita Rossa, pd, andrà al ballottaggio con il candidato del centro destra Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Sarà una battaglia all'ultimo voto. Grillini ko. candidato è arrivato quarto, macinato anche dalle liste civiche. A Grugliasco, Torino, grillini non pervenuti. Confermato al primo turno il sindaco Roberto Montà, così Barraco a Caselle, mentre ad Avigliana vince Andrea Archinà, con un lista civica No Tav, anche qui con M5s in piena crisi. Ballottaggio a Chivasso, con un duello tra il candidato del centro sinistra e lo sfidante del centro destra. Claudio Castello (35,58%) contro Matteo Doria (30,83), con un significativo flop del Movimento 5 Stelle. A Rivalta ballottaggio tra il sindaco uscente, il No Tav  Mauro Marinari e il candidato di centrosinistra Nicola De Ruggiero, con quest'imo sorprendentemente in testa. L'esito non è scontato ma i sostenitori di Marinari sono apparsi scossi. Non se lo aspettavano. Sul sindaco uscente dovrebbero però convergere i voti della lista M5s.

L’Analisi
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Denuncia oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Profetico sul caso Epstein
Cina e Russia, la protesta parte dal basso
Cina e Russia, la protesta parte dal basso
A Hong Kong e Mosca migliaia di persone in piazza e nelle strade. In Asia tutto fermo per lo sciopero generale contro la Cina, a Mosca arrestata la leader dell'opposizione Sobol e altri 1000 attivisti
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi 'martiri'
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi
Il portavoce storico del movimento attacca i pentastellati. Ora potrà riprendere il conflitto dopo la parentesi pentastellata. Minacce esplicite nel documento di Notav.Info, house organ dell'autonomia in Val Susa
No Tav e M5s, c'eravamo tanto amati
No Tav e M5s, c
Ribolle sul web la rabbia, l'odio, la delusione e le minacce dei No Tav valsusini che si sentono traditi da Di Maio, Casaleggio e Grillo. Post di fuoco e imbarazzo pentastellato. Fine di una stagione di lotta
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
L'attentato all'Alta Velocità di Firenze, frutto di una nuova alleanza tra gruppi eversivi sin qui divisi. Al centro, il processo per la bomba a Casapound a Firenze e gli scontri No Tav in Val Susa
Crolla 'Il Fatto', grillismo senza limitismo non paga
Crolla
Analisi di Blitzquotidiano sulla crisi dei giornali. Il giornale di Marco Travaglio, spalmato sui Cinquestelle, non convince i suoi lettori in fuga come i sostenitori di Maio. Ma la situazione globale non è bella. Anzi
Alpinismo social, quanti morti ancora?
Alpinismo social, quanti morti ancora?
La corsa a imprese impossibili per ottenere visibilità e fama, dopo la morte di Nardi e Ballard, ha ucciso altre tre star dell'alpinismo. Il grido di Messner: "Rischi folli, non sono giustificabili". Vittime di sponsor senza scrupoli
Tav, quei profili fake che attaccano Salvini
Tav, quei profili fake che attaccano Salvini
Rapida analisi di decine di profili social da cui, in queste ore, partono critiche e insulti al vice-premier leghista. Foto anonime, pagine non aggiornate da anni, altre rimbalzano solo post politici, tra No Vax e notizie false
Quelle 5 brigatiste in carcere da 30 anni per coerenza
Quelle 5 brigatiste in carcere da 30 anni per coerenza
Sono le "irriducibili" rimaste fedeli ai vecchi miti della lotta armata, senza mai cedere. Condannate all'ergastolo, avrebbero potuto ottenere sconti di pena e permessi. Come hanno fatto tanti pluriassassini di Br e Prima Linea
Delitti tatuati, il segno della violenza
Delitti tatuati, il segno della violenza
Nelle tragiche morti di Manuela Bailo e Stefania Crotti, i tatuaggi hanno assunto un ruolo sinistro ed inquietante. Un ritorno a riti ancestrali, ancora impressi nella memoria collettiva. La prova di un giuramento tradito