TU CHIAMALE SE VUOI, EVASIONI...

| Record di fughe dalle carceri italiane, adesso anche nei settori minorili: a Torino due detenuti non rientrano dai permessi-premio

+ Miei preferiti
L'Osapp, la sigla sindacale della polizia penitenziaria, ci va giù duro. Tema, le evasioni facili. Dopo quella di Johnny lo Zingaro, l'ergastolano arrestato dopo un mese fa dalla polizia dopo una tranquilla fuga dal cercere di Fossano da dove poteva uscire per lavorare, e quella da Civitavecchia di due albanesi, poi catturati dopo poche ore nei dintorni del carcere, un colombiano e di un tunisino appena maggiorenni non sono tornati al Ferrante Aporti di Torino al ritorno di un permesso-premio. Il tunisino Mounir Blel, in carcere per rapina, doveva rientrare al Ferrante Aporti ieri all'ora di pranzo, dopo la concessione di un permesso premio di quattro ore per acquistare nel centro di Torino alcuni abiti accompagnato da una mediatrice culturale; non è riuscita a bloccare il giovane che s'è allontanato dalla sua tutela. Il colombiano Carlos Andres Cabrera Castrillon, a cui era stato invece concesso un permesso di otto ore da trascorrere con la compagna, è sparito invece nel nulla. La sua evasione, resa nota oggi dall'Osapp, risale a giovedì scorso. Il segretario generale Osapp Leo Beneduci, affiancato dal suo vice Gerardo Romano,  si scaglia contro "un'amministrazione notoriamente allo sbando, anche se mai aveva raggiunto i livelli di dissesto attuali e in questi ultimi tempi la giustizia minorile non sembra assolutamente da meno". Poi: "Il rapporto tra l'entita' dei reati commessi e della pena, il comportamento tenuto in carcere e i benefici di cui fruire...Di tali errori sono sempre più colpevoli i direttori e i responsabili regionali delle infrastrutture penitenziarie, sia per adulti sia per i minori", sostiene Beneduci. Infine: "A farne le spese, nella palese inefficienza del sistema, sono i poliziotti penitenziari che vi lavorano. E gli inermi cittadini che, oltre a pagare le tasse per qualcosa che non funziona, subiscono i rischi della criminalità proveniente dal carcere". Per questo motivo, con le forze dell'ordine impegnate a dare la caccia ai due evasi, il sindacato Osapp ora pretende l'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta, per far luce sulle inefficienze di un sistema penitenziario "che non produce sicurezza né recupera alla società civile chi commette reati".

L’Analisi
Strage di Bologna, i nuovi misteri
Strage di Bologna, i nuovi misteri
Sudamerica: la rabbia di un continente
Sudamerica: la rabbia di un continente
È la nuova polveriera del mondo, scatenata da una manciata di paesi dove la vita conta poco, le disuguaglianze sono lampanti e alla gente manca tutto, dai servizi essenziali alla speranza
Suicidi con le stellette
Suicidi con le stellette
La Spoon River di tanti uomini in divisa, perché si uccidono?
Il peso specifico della divisa
Il peso specifico della divisa
Due professoresse dell’Università di Torino spiegano come si sta cercando di agire per prevenire i crescenti casi di suicidio nelle forze dell’ordine e tenere sotto controllo lo stress generato da un mestiere delicato
Corsera Torino: via La Rocca, arriva Castelnuovo
Corsera Torino: via La Rocca, arriva Castelnuovo
Marco Castelnuovo, 42 anni, ex La Stampa e a lungo in ruoli dirigenziali al desk della redazione centrale del Corsera, è da pochi giorni il direttore del dorso torinese del quotidiano di via Solferino
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
QAnon, il dominio dei circoli pedofili
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Denuncia oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Profetico sul caso Epstein
Cina e Russia, la protesta parte dal basso
Cina e Russia, la protesta parte dal basso
A Hong Kong e Mosca migliaia di persone in piazza e nelle strade. In Asia tutto fermo per lo sciopero generale contro la Cina, a Mosca arrestata la leader dell'opposizione Sobol e altri 1000 attivisti
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi 'martiri'
Dopo il Sì alla Tav, Perino evoca i prossimi
Il portavoce storico del movimento attacca i pentastellati. Ora potrà riprendere il conflitto dopo la parentesi pentastellata. Minacce esplicite nel documento di Notav.Info, house organ dell'autonomia in Val Susa
No Tav e M5s, c'eravamo tanto amati
No Tav e M5s, c
Ribolle sul web la rabbia, l'odio, la delusione e le minacce dei No Tav valsusini che si sentono traditi da Di Maio, Casaleggio e Grillo. Post di fuoco e imbarazzo pentastellato. Fine di una stagione di lotta
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
Terrorismo anarchico, dalle bombe ai roghi unico disegno
L'attentato all'Alta Velocità di Firenze, frutto di una nuova alleanza tra gruppi eversivi sin qui divisi. Al centro, il processo per la bomba a Casapound a Firenze e gli scontri No Tav in Val Susa