C定 del lusso oltre le nuvole

| Gli straordinari risultati in borsa del colosso LVMH, proprietario di una sessantina di luxury brand conosciuti in tutto il mondo

+ Miei preferiti
Altro che crisi, altro che reddito di cittadinanza, Quota 100 e Flat Tax. C’è un universo parallelo a quello dove si agitano i comuni mortali, quelli della sindrome da quarta settimana, che macina numeri perfino imbarazzanti. L’impero ha un nome discreto che di più non si può, “LVMH”: difficile da pronunciare e talmente corto da passare quasi inosservato, ma spalancando l’acronimo la verità diventa decisamente più chiara, “Moët Hennessy Louis Vuitton”. In quattro lettere si concentrano di una settantina di marchi di extralusso che spaziano dall’alta moda all’orologeria, da vini e liquori ad alberghi di lusso e canali di distribuzione. Qualche nome? E sia: Christian Dior, Bulgari, De Beers Jewellers, Loro Piana, Givenchy, Kenzo, Fendi, DKNY, Emilio Pucci, Marc Jacobs, TAG Heuer, Hublot, Veuve Clicquot, Moët & Chandon, Krug, Sephora, Guerlain, Acqua di Parma, Le Bon Marché, Les Échos e Le Parisien. Ma si tratta solo di una piccola rappresentanza, sia chiaro.



Proprio in queste ore, LVMH ha diffuso i risultati del primo trimestre dell’anno mostrando ricavi per 12,5 miliardi di euro (+16%) e un’invidiabile running alla borsa di Parigi, dove senza preoccuparsi dei rallentamenti del mercato cinese riesce a toccare il massimo storico: 346 euro ad azione, anche se la chiusura ha decretato ufficialmente 344,95, ovvero un +4,61%. La capitalizzazione sale a 175 miliardi di euro, oltre il doppio di “Kering”, proprietario di Bottega Veneta, Gucci, Yves Saint Laurent e Puma, considerato il principale competitor.

A dare la spinta propulsiva ai numeri del colosso parigino è “mode & maroquinerie”, la pelletteria, seguita dalle grandi etichette di alcolici, anche se alla base del successo sono rispettate una dopo l’altra le regole base dell’alta imprenditoria: diversificazione delle attività, leadership su diversi mercati, ottimo management e presenza geografia trasversale e diffusa.

Il cielo senza nuvole di LVMH fa bene ai conti personali di Bernard Arnault, l’imprenditore alla guida del polo del lusso, che grazie a 87,2 miliardi scavalca nella classifica di “Forbes” l’americano Warren Buffett attestandosi la terzo posto, dietro Jeff Bezos di “Amazon” e Bill Gates di “Microsoft”.



Appassionato di musica classica e collezionista d’arte, nativo di Roubaix, classe 1949, Arnault nel 1987 subentra nella difficoltosa fusione fra Louis Vuitton e Moët Hennessy assicurandosi il controllo attraverso 10 holdings. LVMH, per mantenere alto il carattere elitario ha sempre preferito vendere i prodotti nei propri negozi (oggi circa 2.400 in tutto il mondo), o in rarissimi casi all’interno di realtà di lusso come “Harrods”, i celebri grandi magazzini londinesi.

Galleria fotografica
C定 del lusso oltre le nuvole - immagine 1
C定 del lusso oltre le nuvole - immagine 2
Luxury
I diamanti stanno finendo
I diamanti stanno finendo
ネ stimato in 60 anni, il tempo in cui le miniere attive sono destinate a esaurirsi. Lo dice uno studio, che profetizza anche una crescita esponenziale del mercato dell置sato
Scarlet Lady, la crociera da rockstar
Scarlet Lady, la crociera da rockstar
ネ pronta a partire la prima nave della 天irgin Voyages, l段nterpretazione delle crociere secondo Sir Richard Branson. Una citt ecosostenibile galleggiante, nel massimo del lusso e del confort
Million dollar babies
Million dollar babies
Sono ereditiere e imprenditrici che hanno per le mani autentiche fortune o guidano con polso fermo colossi industriali: ecco alcune delle donne pi ricche del mondo
Lexus prende il mare
Lexus prende il mare
Il Luxury Yacht LY 650 il primo passo dell弾splorazione del brand giapponese in settori diversi dall誕utomobile
Rolex, i nuovi gioielli da polso
Rolex, i nuovi gioielli da polso
La prestigiosa maison di orologeria ha presentato a BalselWorld le ultime creazioni della leggendaria collezione 徹yster Perpetual
Las Vegas private show
Las Vegas private show
100mila dollari a notte, nella citt che non dorme mai: il prezzo di una suite per pochi, all置ltimo piano del Palms. Oltre 800 mq a disposizione, circondati da opere di Damien Hirst
Vendesi diamante da 88,22 carati
Vendesi diamante da 88,22 carati
ネ una meraviglia creata dalla natura che il prossimo a aprile andr all誕sta da Sotheby痴 Hong Kong. Secondo gli esperti si tratta di una delle pietre che sfiora la perfezione per purezza, dimensioni, trasparenza e lucidit
Valkyrie Project, il superyacht dei record
Valkyrie Project, il superyacht dei record
Per adesso ancora un progetto, ma sta per diventare realt quello che destinato a diventare il panfilo privato pi lungo del mondo. Ma con una particolarit: sar aperto a tutti