Emilio, che da grande volevi fare il giornalista

| Stroncato da un malore un cronista di razza de La Stampa. Emilio Randacio, 50 anni fra un mese, iniziò la professione a Savona, ancora liceale. Poi una carriera tra Avvenire, Repubblica e La Stampa

+ Miei preferiti
L'hanno trovato i vigili del fuoco i Vigili del Fuoco nella sua casa, morto da alcune ore, Chi scrive ne ha seguito i primi passi, poi la scuola di giornalismo, le prime collaborazioni, il trasferimento a Milano, le redazioni di Avvenire, Repubblica . infine de La Stampa. Si occupava di cronaca giudiziaria, con straordinaria serietà e con un impegno quotidiano, senza mai risparmiarsi. C'è poco altro da dire. Non era un tipo che amava la retorica. Era un uomo di letture sofisticate e musica colta, un solitario dal cuore grande che però amava stare in compagnia e che era indissolubilmente legato alla Liguria, alla sua casa di Albissola Marina, dove tornava ogni volta che poteva. Le condoglianze di tutta la redazione di Ism alla famiglia e ai suoi colleghi. In miolti gli hanno voluto bene. Anche noi.

Media
L’addio polemico dell’Express
L’addio polemico dell’Express
L’ultimo numero del più popolare quotidiano free-press di Washington se la prende con una tecnologia che sta letteralmente cancellando un settore
Chiude Il Telegrafo
Chiude Il Telegrafo
Dopo un’ipotesi di rilancio mai concretizzata, è arrivata la decisione dell’editore di chiudere lo storico dorso livornese de La Nazione
Assange: per l’estradizione si decide a febbraio
Assange: per l’estradizione si decide a febbraio
Al termine udienza per raccogliere i documenti delle parti, il giudice inglese ha fissato per il 25 febbraio prossimo la prima di cinque udienze che decideranno le sorti del fondatore di WikiLeaks
Uccidi un giornalista, polemica per un gioco
Uccidi un giornalista, polemica per un gioco
La settima missione del videogame “Sniper 3D Assassin” consiste nell’eliminare un reporter. E in America si scatenano le proteste
Addio a 'Grumpy Cat', star mondiale
Addio a
La "gatta imbronciata" aveva milioni di follower e 10 milioni di like sui social. La sua espressione per un raro caso di nanismo felino. Tra meme e post era famosa in ogni angolo del pianeta. Ricordata da tutto i media più importanti
La lenta agonia delle edicole
La lenta agonia delle edicole
Dalle 36mila degli anni Novanta alle 11mila dell'ultimo censimento: uno dei tanti mestieri quasi cancellati dalla spaventosa crisi dell’editoria
Richiesta di rettifica
Richiesta di rettifica
Riceviamo e pubblichiamo integralmente una richiesta di rettifica della “Casaleggio Associati”
La Maglie contro Greta Thunberg
La Maglie contro Greta Thunberg
La giornalista gioca la carta dell’ironia in una trasmissione radiofonica, affermando che investirebbe volentieri l’attivista svedese. E si scatena il putiferio
'Toffa è morta', ma è una atroce fake
L'incredibile vicenda di un sito di "informazione" on line che s'è inventato di sana pianta la morte della conduttrice delle Iene. In poche ore ha raccolto migliaia di letture. Un finto servizio dove si esprime anche il "cordoglio"
Julian Assange, accusato di verità
Julian Assange, accusato di verità
Un giornalista australiano ha incontrato il fondatore di WikiLeaks nei piccoli spazi che gli sono concessi nell’ambasciata dell’Ecuador. E svela perché tanti lo vorrebbero morto