L'uccello che disturba il jihadista

| Al-Quaeda diffonde un video irridendo i rivali dell'Isis. C'è un militante che giura fedeltà al califfo ma un uccello starnazza irriverente durante la lettura delle formula e il combattente va in tilt. Gli esperti: "Colpo magistrale"

+ Miei preferiti

Al-Qaeda ha pubblicato estratti da un video di propaganda dello Stato islamico di combattenti nello Yemen, nel tentativo di irridere la sua rivale nelle preferenze dei terroristi radicali sul tragico teatro dello Yeamn, straiato da una guerra civile spaventosa. I frame-video di blooper, pubblicati da Al-Qaeda nella Hidayah Media Productions della Penisola araba, mostrano un militante inginocchiato che cerca di rinnovare la sua promessa di fedeltà al leader dell'isola Abu Bakr al-Baghdadi, ma che viene ripetutamente interrotto da un uccello che starnazza infastidito da un ramo di un albero che lo sovrasta. Il jihadistata, Abu Muhammad al-Adeni, sembra distratto dal frastuono, facendogli dimenticare le sue battute. Prende appunti dalla tasca, mentre un altro combattente gli dice di "stare calmo”.  Il gruppo mediatico non rivela come si è impossessato della versione inedita del video, ma avrebbe potuto essere consegnato da un disertore dell'Isil o preso da una base catturata. Gli analisti hanno detto che il video, che Al-Qaeda's ha intitolato "The Hollywood reality of al-Baghdadi group - Part 2" è stato prodotto dalla filiale dello Stato islamico nello Yemen nel 2017, quando il gruppo stava ancora crescendo.

Elizabeth Kendall, esperta di Medio Oriente all'Università di Oxford, che per la prima volta ha condiviso il video su Twitter, ha scritto: "L'uccello eroico annega senza sosta il tentativo di ISIS-Y di rinnovare la fedeltà al califfo", in riferimento all'affiliata yemenita di Isil. "La debole memoria del leader si aggiunge ai guai..... Queste "riprese" non sono state inserite nel video ufficiale di questo solenne evento, uscito a fine luglio. Una delle cose interessanti per me qui è che al-Qaeda fa contro-narrazioni meglio di noi, usando l'umorismo e la derisione in modo locale e molto intelligente", ha detto.

Il video ha fatto paragoni con gli sfortunati jihadisti della commedia nera Four Lions di Chris Morris del 2010. Lo Stato islamico e Al-Qaeda stanno conducendo una gara mortale per il territorio, le reclute e l'influenza nello Yemen, dove entrambi stanno combattendo i militanti Houthi sostenuti dagli sciiti iraniani.

Ne è seguita una guerra di propaganda online, con entrambi i gruppi che rilasciano propaganda online e social media concorrenti. Hidayah Media era dietro un video del 2016 che accusava l'Isis di usare la bevanda Vimto rosso scuro cordiale Vimto come sangue finto in una battaglia in uno dei suoi video, il che ha spinto la diffusione di barzellette e hashtag su Twitter. Tuttavia, offline, negli ultimi mesi, i combattimenti si sono intensificati. Isis ha inviato attentatori suicidi contro le posizioni di al-Qaeda. E questo non fa ridere.

Video
Medio Oriente
Omicidio Khashoggi, concluso il «processo farsa»
Omicidio Khashoggi, concluso il «processo farsa»
Il tribunale di Riad condanna gli otto imputati ad una pena massima di 20 anni di carcere. Ma per l’Onu e la fidanzata del reporter ucciso, i mandanti sono ancora a piede libero
80 milioni di dollari per la testa di Trump
80 milioni di dollari per la testa di Trump
È l’agghiacciante minaccia partita dalla folla che sfilava per le strade dell’Iran durante i funerali del generale Solimani. Il mondo in ansia per il timore di una nuova guerra
Autobomba a Mogadiscio: 90 morti
Autobomba a Mogadiscio: 90 morti
Il bilancio non ancora definitivo parla di una vera e propria strage. L’attentatore suicida entrato in azione in una zona molto trafficata della città somala
Cinque condanne a morte per Khashoggi
Cinque condanne a morte per Khashoggi
Altre tre persone condannate e 24 anni di reclusione: assolti per insufficienza di prove il braccio del principe ereditario MbS
“Abbiamo tradito i curdi”
“Abbiamo tradito i curdi”
Il malcontento fra le truppe americane per la politica di Trump: “Ci vergogniamo delle decisioni di Washington: non possiamo abbandonare il popolo curdo in questa situazione. È un tradimento”
Lo scandalo del premier e la modella
Lo scandalo del premier e la modella
L’attuale primo ministro libanese Hariri incastrato dalle dichiarazioni della sua amante, una modella sudafricana che avrebbe foraggiato abbondantemente con fiumi di denaro. I libanesi sul piede di guerra
Jamal Khashoggi, un anno di silenzi
Jamal Khashoggi, un anno di silenzi
Un anno fa, il giornalista saudita del Washington Post svaniva nel nulla. Inchieste, accuse, sospetti e prove non hanno portato a nulla. Per le grandi potenze mondiali, probabilmente il caso è chiuso
Le mezze confessioni di MbS
Le mezze confessioni di MbS
Il principe saudita Mohammed bin Salman si assume la responsabilità della morte di Jamal Khashoggi. E annuncia anche importanti riforme come l’apertura al turismo internazionale
Egitto, il dissenso torna in piazza
Egitto, il dissenso torna in piazza
Per la prima volta massicce proteste contro il governo di Al Sisi che reagisce con una forte repressioni, decine di fermi. Ancora tensione in pizza Tahir, simbolo della rivolta
Israele, chi ha vinto e chi ha perso? Non si sa
Israele, chi ha vinto e chi ha perso? Non si sa
Gantz si candida premier alla guida di una colazione con l'estrema destra e i partiti liberali. L'uscente Netanyahu ha chiesto invano un incontro. Marinone, CESI: "Maggioranza quasi impossibile ma ex premier sconfitto"