Lapidazioni e amputazioni nel Brunei

| Entra in vigore fra pochi giorni il nuovo codice penale che prevede le pene corporali della sharia. Protesta delle organizzazione umanitaria

+ Miei preferiti
Il Sultanato del Brunei, piccola isola del Borneo, è celebre per la ricchezza: il Sultano, in carica dal 1967, è uno degli uomini più ricchi al mondo, con 20 miliardi di dollari sul conto personale. Ma sono così alti i proventi derivanti dal petrolio da aver spinto lo Stato a non richiedere ai propri cittadini tasse e imposte di alcun tipo, garantendo scuola e sanità a tutti in modo totalmente gratuito. Una forma di civiltà invidiata quasi ovunque, che però va a scontrarsi con altre imposizioni, perfino peggiori. Dal 3 aprile prossimo, entrerà in vigore un nuovo codice penale basato sulla “sharia” che prevede la pena coranica per chi si macchina di omosessualità, adulterio e furto. Le pene previste, terribili, includono la lapidazione e l’amputazione di una mano o un piede in caso di furto.

L’intenzione di introdurre le pene corporali della sharia era stato ventilato nel 2014, e vanno ad aggiungersi a multe e condanne per chi non va alla preghiera del venerdì. La legge si applicherà solo ai musulmani, i due terzi della popolazione.

Immediata la reazione di “Amnesty International”, che parla di “barbarie da fermare immediatamente” aggiungendo che alcuni dei reati puniti “non dovrebbero neanche essere reati, come i rapporti consensuali fra persone dello stesso sesso”.

Medio Oriente
Edipemia di infarti in casa Morsi: morto a 25 anni anche il figlio
Edipemia di infarti in casa Morsi: morto a 25 anni anche il figlio
S'è sentito male in auto, inutili i soccorsi. Secondo alcuni media "soffriva da tempo di problemi di salute". Figlio minore dell'ex presidente morto di infarto in Tribunale, era il più critico contro l'attuale governo. I dubbi restano
"Ho l'asma, mi soffocherai con quel sacchetto..."
"Ho l
Le ultime parole del giornalista Jamal Kashoggi prima di essere ucciso nel consolato saudita di Istanbul. I killer intercettati 12 minuti prima : "Si può mettere il cadavere nella borsa?". Il medico-macellaio: "No, a pezzi nei sacchetti"
L'uccello che disturba il jihadista
L
Al-Quaeda diffonde un video irridendo i rivali dell'Isis. C'è un militante che giura fedeltà al califfo ma un uccello starnazza irriverente durante la lettura delle formula e il combattente va in tilt. Gli esperti: "Colpo magistrale"
Deputate USA musulmane, Israele nega il visto
Deputate USA musulmane, Israele nega il visto
Volevano visitare la Palestina e i territori occupati. Il governo israeliano: "non consentiremo mai a chi vuole cancellare il nostro Paese l'ingresso oltre il confine"
Si chiama Salman al-Awda: MBS lo vuole morto
Si chiama Salman al-Awda: MBS lo vuole morto
Prima di diventare l’erede al trono, Mohammed bin Salman aveva ascoltato le idee progressiste dello studioso e religioso ammirato anche dal giornalista Jamal Khassoghi. Domenica comparirà in tribunale, dove sarà decisa la sua sorte
L'Iran condanna a morte '17 spie della Cia'
L
Sale la tensione nel Golfo Persico, una nota del governo spiega che i condannati si erano infiltrati nel centri di sicurezza del Paese
LIBIA ORA ZERO L'AVIAZIONE DI HAFTAR PRONTA A BOMBARDARE TRIPOLI
LIBIA ORA ZERO L
Migliaia di profughi cercheranno la salvezza in Europa e sopratutto in Italia
Venti di guerra nel Golfo Persico: l'Iran sequestra petroliere britanniche
Venti di guerra nel Golfo Persico: l
La principessa fugge dal marito con l'aiuto di un amico tedesco
La principessa fugge dal marito con l
La moglie di un emiro del Dubai, figlio del re di Giordania, vuole il divorzio ed è fuggita in Germania. Il marito accusa il governo tedesco di averla aiutata. Lei vuole 31 milioni di dollari
'Ti uccideranno''>L'avvertimento di Khashoggi
'Ti uccideranno'
L'Ti uccideranno'' class='article_img2'>
Inchiesta del Guardian sulla strana condanna per stupro di un giornalista marocchino critico con il governo e con i sauditi. Poco prima dell'arresto l'editorialista ucciso gli aveva rivelato i malumori del principe ereditario saudita