Ancora senza risposte il monolite dello Utah

| Ci sono volute solo 48 ore perché qualcuno individuasse il punto esatto, aprendo la strada a centinaia di curiosi. La teoria più comune resta quella dell’opera d’arte, ma nessuno l’ha ancora rivendicata

+ Miei preferiti
Lo scorso lunedì, i funzionari dello Utah hanno rivelato di aver individuato una struttura metallica nel “Red Rock Desert”, evitando però di rivelare il punto esatto. Speravano che sarebbe bastato a dissuadere curiosi e avventurieri dilettanti dal partire alla ricerca, rischiando di perdersi in un deserto considerato assai pericoloso. Ma sapevano bene che la gente non avrebbe desistito a lungo.

Ci sono volute solo 48 ore perché il primo curioso arrivasse in zona, armato di macchina fotografia e telecamera. Non era che l’avanguardia di centinaia di persone che ormai da giorni continuano a intasare i profili di Instagram di foto scattate davanti al misterioso monolite metallico che sembra comparso dal nulla.

Tim Slane, che si definisce un abile “investigatore” online, è riuscito a geo-localizzare la struttura attraverso Google Earth pubblicando in rete le coordinate. Ha poi tracciato la traiettoria di volo dell’elicottero fino a quando non si è reso conto che stava andando fuori rotta: indizio che poteva indicare un atterraggio non previsto. A questo punto ha scansionato la mappa alla ricerca delle caratteristiche esatte del terreno viste nelle foto e nei video ufficiali, arrivando a individuare un canyon che sembrava corrispondere al profilo. Lì, su Google Hearth, si poteva intravedere un’ombra lunga e stretta che – curiosamente - non è visibile nelle immagini satellitari del 2015, ma appare già nell’ottobre 2016.

Restano tutt’ora senza risposta almeno due domande fondamentali: chi ci ha messo la struttura e perché? Mentre molti sono convinti che si tratti di uno scherzo, qualcuno resta fermamente certo che il monolite sia stato piantato da extraterrestri, anche se la teoria prevalente è che si tratti di un’opera d'arte concettuale non ancora rivendicata.

Inizialmente gli esperti hanno suggerito che avrebbe potuto trattarsi di un’opera sconosciuta del defunto John McCracken, noto per le sue sculture lineari. Il primo a confermarlo è stato il suo gallerista di fiducia, David Zwirner, ma l’affermazione è stata ritirata poco dopo, perché alcuni dettagli lo escludevano. I sospetti si sono quindi concentrati su Petecia Le Fawnhawk, noto per installare sculture totemiche in luoghi segreti del deserto e, soprattutto, artista che vive e lavora nello Utah. Ma è stato lui stesso a smentire la notizia, affermando che da tempo sogna di farlo, ma l’opera in questione non è sua. Conclusione, chiunque sia l’autore è ancora un mistero.

In realtà, non è affatto raro che opere d’arte concettuale siano installate in luoghi assai remoti: è una corrente artistica chiamata “land art”, che sfrutta l’ambiente naturale come parte integrante dell’opera. Per molti di questi pezzi, la difficoltà consiste nell’essere portata destinazione senza essere visti da nessuno. Cosa che oggi mai riesce quasi mai.

Uno degli esempi più famosi è “The Lightning Field” di Walter de Maria: l’esatta ubicazione è un segreto ben custodito, si sa solo che si trova in una zona a nord-ovest del deserto del New Mexico. Un altro è “Sinergy”, un’opera temporanea di Martin Hill e Philippa Jones installato nel 2009 a Lake Wanaka, in Nuova Zelanda.

I video delle centinaia di persone che hanno già visitato il luogo del monolite permettono di capire che si tratta di un lavoro estremamente professionale: tre grandi lastre di quello che sembra essere acciaio inossidabile sono state rivettate insieme, e chiunque l’abbia piazzata in quel punto ha usato attrezzi particolari e pesanti per tagliare la roccia e incastrare la struttura.

“Fin dall’inizio ho sperato che fosse qualcosa di ultraterreno, eppure nel profondo immaginavo che si trattava solo di un artista o di un fan di “2001: Odissea nello Spazio”, a cui la struttura sembra direttamente ispirata”, raccontano i curiosi. Un portavoce del Dipartimento della Pubblica Sicurezza dello Utah ha ammesso che, pur non incoraggiando nessuno a recarsi nel luogo del monolite perché assai pericoloso, non possono fare nulla per fermarli perché l’area è suolo pubblico. E al momento non è stata presa alcuna decisione se rimuovere o meno la misteriosa lastra.

Galleria fotografica
Ancora senza risposte il monolite dello Utah - immagine 1
Ancora senza risposte il monolite dello Utah - immagine 2
Ancora senza risposte il monolite dello Utah - immagine 3
Misteri
Il misterioso monolite nel deserto dello Utah
Il misterioso monolite nel deserto dello Utah
L’equipaggio di un elicottero impegnato nel censimento delle pecore delle Montagne Rocciose ha individuato una stele di metallo alta più tre metri: nessuno sa chi l’ha piazzata lì
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre
La villa di Los Angeles era stato il luogo di un celebre duplice omicidio avvenuto del 1988, quando il padre József uccise la moglie e la figlia, piccola e celebre star del cinema, prima di togliersi la vita
Emanuela e Mirella, due insoluti misteri italiani
Emanuela e Mirella, due insoluti misteri italiani
Il 22 giugno di 37 anni fa spariva Emanuela Orlandi: due mesi prima la stessa sorte era toccata a Mirella Gregori. I loro casi si uniscono e si intrecciano con storie di malavita, spionaggio e criminalità internazionale
Anonymous: Diana è stata uccisa
Anonymous: Diana è stata uccisa
Il gruppo di hacker afferma di essere in possesso di registrazioni in cui Lady D parlava della violenza carnale di una dipendente che voleva denunciare mettendo nei guai la Royal Family
Langham Hotel, l’albergo dei fantasmi
Langham Hotel, l’albergo dei fantasmi
Sorge nel pieno centro di Londra ed è famoso per aver dato vita alla tradizione del tè pomeridiano e per essere stato il primo in Inghilterra con la luce elettrica. Ma la sua caratteristica migliore sono gli spettri che lo infestano
Divulgati i rapporti degli incontri con gli UFO
Divulgati i rapporti degli incontri con gli UFO
Senza il “top secret” dai rapporti degli avvistamenti con velivoli non identificati, si legge che l’ipotesi sia quella di droni invisibili. Ma l’ex capo di un progetto di ricerca non è d’accordo: nessuno possiede quelle tecnologie
Cinque marines rivelano incontri con gli Ufo
Cinque marines rivelano incontri con gli Ufo
Piloti della marina militare americana, durante voli di esercitazione avrebbero avuto contatti ravvicinati con velivoli “non classificabili”
La misteriosa scultura che fa impazzire la CIA
La misteriosa scultura che fa impazzire la CIA
Nel quartier generale della CIA, si trova una scultura che custodisce uno dei più celebri misteri mai risolti: un codice segreto che da decenni tiene sotto scacco i migliori crittologi del mondo
Simonetta Ferrero, morte all’università
Simonetta Ferrero, morte all’università
In un caldo luglio milanese, una giovane donna viene ritrovata da un seminarista nei bagni della Cattolica, uccisa con decine di coltellate. Nonostante le numerose tracce lasciate dal killer, l’omicidio è rimasto un mistero
Una notte (di terrore) al museo
Una notte (di terrore) al museo
Porte che si aprono da sole, allarmi antincendio che scattano all’improvviso, orme per terra: il British Museum di Londra infestato dai fantasmi. Alcuni esperti, fra cui uno scrittore, stanno approfittando del lockdown per vederci chiaro