Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre

| La villa di Los Angeles era stato il luogo di un celebre duplice omicidio avvenuto del 1988, quando il padre József uccise la moglie e la figlia, piccola e celebre star del cinema, prima di togliersi la vita

+ Miei preferiti
Solo a sentire il nome di Judith Barsi, gli americani si commuovono ancora. Uccisa dal padre nel 1988, a 10 anni, secondo quanto riporta “The Sun”, il suo fantasma si aggirerebbe ancora fra le mura della villa al 22100 di Michael Street, a Canoga Park, Los Angeles, dove avvenne l’omicidio. A denunciare l’inquietante caso i nuovi proprietari, la famiglia Bernal, che vive nella villa da 19 anni e non ricorda un solo giorno senza aver avvertito in qualche modo la presenza di Judy: la porta del garage che si apre e si chiude senza alcun motivo apparente, zone della casa gelide e gli incubi che assalgono chiunque abbia tentato di dormire nella stanza che era stata della bambina. I Bernal hanno chiesto l’aiuto dei sensitivi di un programma televisivo che si occupa di case infestate dai fantasmi.

Judy era una piccola e amatissima attrice avviata ad un grande futuro nel mondo del cinema: notata da un produttore mentre pattinava insieme alla mamma, era entrata nel cast de “Lo Squalo 4” e a 10 anni appena aveva all’attivo la partecipazione a film, sit com e una settantina di spot pubblicitari. In breve, Judy era diventata una piccola star circondata da un business e un clamore eccessivo che aveva preso il posto della scuola, delle bambole e degli amichetti. Per essere una bambina della sua età aveva un talento non comune che le rendeva naturale fingere emozioni e interpretare ruoli diversi. Merito della mamma Maria, ex profuga ungherese che fra le mura di casa aveva insegnato a Judith l’arte della recitazione e della finzione. Ma nella sontuosa casa di Los Angeles dove la famiglia viveva, comprata grazie agli enormi guadagni di Judith, c’era una scheggia impazzita: il padre József, un uomo collerico e violento vittima dell’alcol che spesso le picchiava a sangue senza alcun motivo.

Maria l’aveva conosciuto anni prima in un ristorante di Los Angeles frequentato dalla comunità ungherese dove lavorava come cameriera: era fuggito dal regime e si guadagnava da vivere lavorando come idraulico. Si sposano e poco tempo dopo nasce Judy, su cui Maria trasferisce per intero il suo sogno di fare cinema: ma più la bambina ha successo, più József diventa violento, paranoico e geloso. Botte e litigi sono all’ordine del giorno, con József sempre più convinto che a breve sua moglie e sua figlia l’avrebbero abbandonato a breve.

A rimetterci è la piccola Judy, diventata una macchina da soldi ma pur sempre una bimba che paga la difficile situazione familiare sviluppando atteggiamenti autolesionistici. Se ne accorgono sul set, e Judy finisce in cura da uno psicologo infantile, ma la madre temendo che la notizia metta fine alla carriera della figlia promette che a breve lei e Judy sarebbero andate a vivere altrove.

I vicini di casa vedono per l’ultima volta Judith il 25 luglio del 1988 in sella alla sua bicicletta: quella notte József la uccide nel sonno, e lo stesso fa poco dopo con sua moglie Maria. Resta chiuso due giorni con i cadaveri della moglie e della figlia, poi dà fuoco alla casa, si chiude in garage e si spara. Li trovano il 27 luglio, due giorni dopo.

Galleria fotografica
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre - immagine 1
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre - immagine 2
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre - immagine 3
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre - immagine 4
Il fantasma di Judy Barsi, la piccola star uccisa dal padre - immagine 5
Misteri
Emanuela e Mirella, due insoluti misteri italiani
Emanuela e Mirella, due insoluti misteri italiani
Il 22 giugno di 37 anni fa spariva Emanuela Orlandi: due mesi prima la stessa sorte era toccata a Mirella Gregori. I loro casi si uniscono e si intrecciano con storie di malavita, spionaggio e criminalità internazionale
Anonymous: Diana è stata uccisa
Anonymous: Diana è stata uccisa
Il gruppo di hacker afferma di essere in possesso di registrazioni in cui Lady D parlava della violenza carnale di una dipendente che voleva denunciare mettendo nei guai la Royal Family
Langham Hotel, l’albergo dei fantasmi
Langham Hotel, l’albergo dei fantasmi
Sorge nel pieno centro di Londra ed è famoso per aver dato vita alla tradizione del tè pomeridiano e per essere stato il primo in Inghilterra con la luce elettrica. Ma la sua caratteristica migliore sono gli spettri che lo infestano
Divulgati i rapporti degli incontri con gli UFO
Divulgati i rapporti degli incontri con gli UFO
Senza il “top secret” dai rapporti degli avvistamenti con velivoli non identificati, si legge che l’ipotesi sia quella di droni invisibili. Ma l’ex capo di un progetto di ricerca non è d’accordo: nessuno possiede quelle tecnologie
Cinque marines rivelano incontri con gli Ufo
Cinque marines rivelano incontri con gli Ufo
Piloti della marina militare americana, durante voli di esercitazione avrebbero avuto contatti ravvicinati con velivoli “non classificabili”
La misteriosa scultura che fa impazzire la CIA
La misteriosa scultura che fa impazzire la CIA
Nel quartier generale della CIA, si trova una scultura che custodisce uno dei più celebri misteri mai risolti: un codice segreto che da decenni tiene sotto scacco i migliori crittologi del mondo
Simonetta Ferrero, morte all’università
Simonetta Ferrero, morte all’università
In un caldo luglio milanese, una giovane donna viene ritrovata da un seminarista nei bagni della Cattolica, uccisa con decine di coltellate. Nonostante le numerose tracce lasciate dal killer, l’omicidio è rimasto un mistero
Una notte (di terrore) al museo
Una notte (di terrore) al museo
Porte che si aprono da sole, allarmi antincendio che scattano all’improvviso, orme per terra: il British Museum di Londra infestato dai fantasmi. Alcuni esperti, fra cui uno scrittore, stanno approfittando del lockdown per vederci chiaro
“Era un mostro alto tre metri”
“Era un mostro alto tre metri”
Il conduttore di un programma inglese dedicato a occulto e misteri afferma di aver avvistato una misteriosa creatura che gli ha attraversato la strada di corsa perdendo due zampe di cervo
In morte di Emiliano Sala
In morte di Emiliano Sala
Ad un anno dalla tragedia in cui perse la vita il giovane calciatore argentino, un libro tenta di rispondere ad alcuni dei dubbi e dei misteri che ancora aleggiano sulla vicenda