È morto il bimbo indiano intrappolato in un pozzo

| Venerdì scorso, un bimbo di due anni era scivolato in un pozzo abbandonato: ma malgrado le imponenti operazioni di soccorso e le preghiere le mondo interno, Sujith non ce l’ha fatta

+ Miei preferiti
Da venerdì scorso, tutta l’India pregava per la sorte di Sujith Wilson, un bimbo di due anni precipitato in un pozzo abbandonato di 30 metri di profondità in un piccolo villaggio del Tamil Nadu, nel sud del Paese, mentre giocava con alcuni amichetti a poca distanza dalla sua abitazione.

Da quel momento, per 500 persone è stata una corsa contro il tempo per salvare il piccolo: hanno iniziato pompando ossigeno all’interno del pozzo e con una microcamera lo tenevano sotto controllo. Altre squadre hanno iniziato a perforare un tunnel parallelo, ma a 13 metri di profondità hanno incontrato una formazione rocciosa che li ha bloccati: “Non siamo in grado di prevedere cosa nasconde il sottosuolo: la situazione è difficile, ma speriamo di riuscire a tirarlo fuori a breve”.

Speranze che sono svanite poche ore fa, quando il corpo senza vita di Sujith Wilson è stato estratto dal pozzo, dopo l’annuncio in una conferenza stampa che il bimbo aveva purtroppo smesso di dare segni di vita.

I suoi resti saranno cremati a Nadukattupatti, il villaggio dove viveva. Kala Mary, la mamma di Sujith, seduta compostamente nella modesta abitazione della famiglia, si limita a ripetere “Mio figlio non meritava questa fine”.

Tutta l’India era rimasta con il fiato sospeso per giorni, seguendo le fasi dei tentativi di salvataggio: gli hashtag #prayforsurjeeth e #sujithwilson avevano fatto il giro del mondo. L’incidente ha scatenato richieste di sanzioni più severe per i numerosi pozzi abbandonati disseminati ovunque: “A nessuno dovrebbe più toccare la sorte di Sujith”.

Galleria fotografica
È morto il bimbo indiano intrappolato in un pozzo - immagine 1
Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati