Il rapper QBA ha sciolto nell'acido tre studenti

| Orrore in Messico, Christian Omar Palma Gutierrez, 26 anni, noto rapper di Jalisco ha confessato di avere ucciso tre studenti e di averne sciolto i cadaveri nell'acido. La colpa? Avevano realizzato un video per il cartello rivale

+ Miei preferiti

Sul suo profilo Facebook lo coprono di insulti atroci: “Assassino, hai ucciso e ti vanti”. “Figlio p…”, Pagherai davanti a Dio per i tuoi crimini” e molto altro ancora. Le autorità della Procura di Jalisco, in Messico, intanto hanno confermato l'omicidio degli studenti di cinema Javier Salomón Aceves Gastélum, Marco Ávalos e Daniel Díaz, rapiti il 19 marzo nel comune di Tonalá; il reato sarebbe stato commesso da otto persone appartenenti al cartello di nuova generazione di Jalisco, due delle quali già catturate: Gerardo "N" e Omar "N", quest'ultimo un popolare rapper sul canale video di Youtube.  Il nome vero è Christian Omar Palam Gutierrez, ha 26 anni, ed è abbastanza noto per le sue performance impregnate di odio e di culto della violenza. 

Secondo le indagini dei responsabili dell'indagine, prima di essere privati della libertà, i ragazzi avevano avuto il torto di registrare un cortometraggio in una casa di proprietà di una gang concorrente del cartello di Jalisco, i cui membri hanno poi portato le vittime in due fattorie, una a Lechuza 8991 e l'altra ad Amapola 450, dove i corpi sarebbero stati sciolti infine con l’acido. Omar "N", uno dei presunti assassini e membri del gruppo della criminalità organizzata, che avrebbe accettato la sua partecipazione al crimine, è anche un rapper, che è noto con il nome QBA.Come si può vedere sulla piattaforma Youtube, Omar "N" ha iniziato la sua carriera come rapper nel 2016. Tra le opere del rapper ci sono i video clip'Están hablando de mí','Loko de Barrio' e'Me Trae Bien Loco’. Tuttavia, gli utenti dei social network hanno evidenziato la partecipazione della QBA al video 'Riposa in pace', in cui si vede picchiare la vittima di rapimento, che alla fine uccide e dà fuoco. Nel suo canale Youtube ha circa 121 mila abbonati.

Secondo l'ufficio del procuratore di Jalisco, QBA ha contribuito a rapire le persone colpite e sciogliere i loro corpi con acido.

La società messicana è indignata per il crimine; sul social network Twitter, l'hashtag #NoSomosTresSomosTodxs ha aiutato i cittadini a mostrare il loro sdegno per il triplice omicidio.

Nelle proteste spiccano le posizioni di persone dedicate al cinema e alla televisione, tra cui Guillermo del Toro e l'attore Gael García Bernal. Le associazioni civili di Jalisco, specializzate nella questione delle sparizioni e nella difesa dei diritti umani, stanno cominciando a chiedere agli organismi indipendenti di verificare la base tecnica le rivelazioni riguardo all'assassinio dei tre studenti di cinema scomparsi a Tonalá. I tre ragazzi erano stati iscritti all'Università dei media audiovisivi, ora in segno di lutto l'immagine di un nastro nero sui loro social network.

Video
Galleria fotografica
Il rapper QBA ha sciolto nellacido tre studenti - immagine 1
Mondo
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Ben 95 morti per un insieme di leggerezze, incompetenze e noncuranza: l’inchiesta sul naufragio dello scorso anno in Micronesia si è conclusa con pesanti accuse per il comandante e l’equipaggio
Famiglia indiana muore per un selfie
Famiglia indiana muore per un selfie
Quattro persone, tutte giovanissime, cadono una dopo l’altra nelle acque della diga del fiume Pambar. L’India è il Paese al mondo con più vittime per selfie
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
La disgustosa vicenda di Jennifer, una donna inglese che in un’intervista ha raccontato la terribile esperienza vissuta quando aveva solo 11 anni
Decapitata e gettata dal balcone
Decapitata e gettata dal balcone
Orrore a Chita, in Russia: una 19enne è stata fatta a pezzi da un uomo che ha gettato i resti dall’appartamento in cui viveva insieme alla ragazza
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
È successo in Thailandia, al tribunale di Yala: il giudice Khanakorn Pianchana si è sparato al petto per denunciare le pressioni subite da numerosi colleghi perché mandasse sul patibolo degli innocenti
NBP, il formicaio umano
NBP, il formicaio umano
La media di morti fra i detenuti della New Bilibid Prison delle Filippine è di 5.000 persone ogni anno. Una realtà in cui sopravvive soltanto chi ha i soldi per pagarsi la libertà anticipata o una detenzione a cinque stelle
La seconda isola harem di Epstein
La seconda isola harem di Epstein
Tra i suoi numerosi possedimenti, il miliardario pedofilo morto suicida aveva voluto aggiungere ad ogni costo Great St. James Cay. Una trattativa complicata risolta con l’inganno
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Un milione di dollari ad un uomo che a 9 anni era stato violentato nel confessionale da padre Gerald Ridsdale, un sacerdote reo confesso di violenza sessuale su decine di bambini
Joshua for president
Joshua for president
Il giovane leader del Movimento degli Ombrelli che da settimane mette a ferro e fuoco Hong Kong lancia la propria candidatura alle elezioni locali del prossimo novembre
La morte di una modella mina le notti thailandesi
La morte di una modella mina le notti thailandesi
Mentre prove ed esami sembrano incastrare il principale sospettato, il paese si interroga su un universo parallelo senza regole, fatto di alcol, droga e violenza